Archivi tag: Trekking

Visitare il Caminito del Rey (Malaga): come arrivare, biglietti e prenotazioni

Visitare il Caminito del Rey: consigli su come prenotare i ticket, gli orari d’entrata e il percorso di questo elettrizzante tour in provincia di Malaga. A poca distanza da Fuente de Piedra e a poco più di 50 km dalla capitale della costa del sol (Malaga), si trova il già famoso e sempre più di moda Caminito del Rey.  Continua la lettura di Visitare il Caminito del Rey (Malaga): come arrivare, biglietti e prenotazioni

andalusia consigliata:

Visitare Marbella: un weekend di lusso Marbella è una località di mare , spiagge e vita notturna da vedere tra le più importanti della provincia di Malaga e della Spagna. Le sue spiagge e i...
Le 3 U di Jaén: Úbeda, Unesco, Ulivo "Irse/Perderse por los Cerros de Úbeda" è una espressione Andalusa che si utilizza quando qualcuno, spiegando qualche concetto, prolunga troppo il pr...
Las minas del Riotinto, un paesaggio marziano in A... Se nominiamo Huelva, la maggior parte del pubblico italiano non conoscerà questa provincia spagnola. Però, guardando la cartina d'Andalusia, noteremo ...

Alpujarra almeriense: 5 paesi in provincia d’Almeria

La provincia di Almeria è conosciuta quasi esclusivamente per le bellissime spiagge e per il deserto di Tabernas. In quest’articolo però conosceremo la montagna, ovvero l’Alpujarra almeriense ai piedi della Sierra Nevada e limitrofa alla famosa e turistica Alpujarra di GranadaContinua la lettura di Alpujarra almeriense: 5 paesi in provincia d’Almeria

andalusia consigliata:

Le migliori spiagge d’Almeria e Cabo de Gata La più belle spiagge d'Almeria sono senza dubbio tra le migliori d'Andalusia e il mare di Cabo de Gata è qualcosa d'imperdibile durante la vostra vaca...
Olvera: scorci nell’entroterra della provinc... Olvera è uno dei paesini più suggestivi d'Andalusia, si ubica in provincia di Cadice, ma traccia il confine con la provincia di Siviglia. Questo picco...
Dal trekking agli sport invernali: i due versanti ... La Sierra Nevada è uno dei due Parchi Nazionali d'Andalusia (l'altro è Doñana). Si ubica tra le province di Granada ed Almeria, a pochi chilometri a s...

Tour dei paesi bianchi più belli della Spagna

Uno dei tour che si possono fare in Andalusia è sicuramente quello dei paesi bianchi. In provincia di Cadice si trovano dei posti tra i più belli in Spagna. I paesi bianchi di questa zona sono per lo più piccoli borghi immersi nella Sierra di Cadice, Sierra de Grazalema e Sierra de los Alcornocales. Paesaggi dalla morfologia irregolare e vegetazione verde. Los Pueblos Blancos, così vengono chiamati i paesi bianchi in Andalusia, spiccano tra i boschi della zona dato il caratteristico colore bianco delle abitazioni. Continua la lettura di Tour dei paesi bianchi più belli della Spagna

andalusia consigliata:

Astroturismo in Andalusia: Martos un mare di stell... Il paese immerso in un mare d'ulivi. Martos è un bel paese della provincia di Jaén dedito alla coltivazione dell’ulivo e alla produzione di olio d...
Deserto di Tabernas: unico deserto in Andalusia, S... Il deserto di Tabernas si trova in provincia d'Almeria ed è l'unico deserto in Spagna, nonché luogo dove si sono girate tanti film western di Sergio L...
Alla scoperta della colonia di fenicotteri di Fuen... Fuente de Piedra è un paesino di poco più di 2.000 abitanti della provincia di Málaga. Situato a pochi chilometri da Antequera e dal Caminito del Rey,...

Natura in Andalusia è sinonimo di Sierra de Segura

Se hai voglia di natura in Andalusia non puoi perderti la provincia di Jaén. La Sierra de Segura, per esmpio, fa parte del Parco Naturale di Cazorla, Segura y las Villas, il più grande Parco Naturale della Spagna e secondo d’Europa. I paesaggi naturali della Sierra de Segura sono sorprendenti e in diverse occasioni non sembra di essere così vicini al famoso Parco di Cazorla. In comune con questo parco, anche in quello di Segura il panorama verde è prevalentemente formato da pini (di tre specie), anche se come vedremo non mancano eccezioni. Anche a Segura le vie di comunicazione turistiche sono in perfette condizioni e la fauna abbonda.

Vedi anche –> Cosa vedere e fare nella Sierra de Cazorla

Sierra_segura_natura_andalusia_paesaggio
La tipica pineta del Parco Naturale.

Paesaggio naturale e culturale della Sierra de Segura

La Sierra de Segura è uno degli ambienti d’Andalusia nella quale la natura ha avuto, e ha ancora oggi, un ruolo importantissimo. Se anticamente i pini della Sierra de Cazorla, Segura y las Villas davano lavoro alla comunità attraverso il taglio ed elaborazione della legname, oggi si cerca di sfruttare questo territorio a livello turistico. Bellezze paesaggistiche e storie da raccontare non mancano di certo. Nella parte di Segura del Paraco Naturale la zona di pineta che caratterizza soprattutto il nucleo del territorio, lascia posto a paesaggi di alta montagna, a pascoli, a campi coltivati e a piccoli paesi, alcuni quasi disabitati.

Sierra_segura_natura_andalusia_pascoli
Pascoli nella Sierra de Segura.

Parapendio nella Sierra de Segura

Come per la zona del parco di Cazorla, anche in quello della Sierra de Segura ci sono molte attività turistiche disponibili. Addentrandoci nel parco noteremo l’importanza in questa zona degli sport dell’aria. Soprattutto il parapendio ha dato una notevole fama a livello europeo a questa zona e in particolare a El Yelmo, una delle cime più elevate del Parco Naturale (1.809 m). Nel vicino centro di Segura de la Sierra, inoltre, ogni anni si organizza il Festival del Aire, come anticipato, di elevato interesse a livello europeo.

Sierra_segura_natura_andalusia_el_yelmo
A sinistra il castello di Segura de la Sierra e a destra El Yelmo.

Segura de la Sierra e Hornos de Segura

Segura de la Sierra è un nucleo veramente meraviglioso. Solo qualche centinaia di abitanti vivono in questo borgo difficilmente accessibile. Il Castello di Segura de la Sierra, importante centro difensivo medievale, domina dall’alto tutta la valle del fiume Segura e si lascia ammirare come in una cartolina d’autore.

Sierra_segura_natura_andalusia_segura_sierra
Il castello e il paese di Segura de la Sierra.

A Segura de la Sierra, come altri piccoli paesi d’Andalusia, preoccupa lo spopolamento che sta avvenendo. Purtroppo solo qualche anziano mantiene vivo questo magico borgo e le umili case tradizionali. Tra questi Escolastico, che oltre ad offrire l’uva del proprio orto, non ha avuto problemi ad aprire le porte della propria casa.

Sierra_segura_natura_andalusia_paese
Le case tradizionali di Segura de la Sierra.

Hornos de Segura è un’altro paesino tra la fitta vegetazione del parco e non lontano dal bacino idrico de El Tranco. Questo è uno dei paesi con meno di 15.000 abitanti dichiarato tra i più belli d’Andalusia. Qui si è talmente isolati che è un’ottima zona per vedere le stelle. Nel bel castello restaurato, infatti, è stato inserito il Cosmolarium. Un bellissimo progetto dove poter capire, interpretare e soprattutto osservare la volta celeste.

Sierra_segura_natura_andalusia_cosmolarium
Il Cosmolarium nel castello di Hornos de Segura.

Il bacino de El Tranco

El Tranco è un grande bacino artificiale che regola le acque del fiume Guadalquivir. La sua costruzione, importantissima per gli agricoltori d’Andalusia non nascose certe discussione, dato che l’acqua ricopre ora un intero paese. Attorno a questo lago artificiale oggi è possibile intraprendere varie attività di svago. Tra le più richieste ci sono una zip-line, il kayak e soprattutto la navigazione nel bacino una barca ad energia solare. Dalla barca, soprattutto all’alba e al tramonto, sarà possibile vedere gli animali del bosco abbeverarsi.

Sierra_segura_natura_andalusia_el_tranco
Privilegiata vista de El Tranco dalla barca solare.

Telai artigianali nel bosco

Nella Sierra de Segura c’è spazio anche per la tradizione. Nel bel mezzo del bosco A&F Tejedores hanno iniziato la propria attività  nella casa forestale El Pilarillo. Con dei telai artigianali producono sciarpe, coperte, tappeti e tanto, tanto altro. Oltre a vendere questi prodotti di altissima qualità e grande impegno, A&F Tejedores organizzano corsi per imparare questa fantastica arte nel bel mezzo della natura.

Sierra_segura_natura_andalusia_talai
Ana e il suo telaio artigianale.

Bosco de Las Acebeas

Come detto, il paesaggio naturale nel Parco di Segura non è del tutto omogeneo. Un chiaro esempio è quello del Bosco de Las Acebeas. In un ambiente nella quale domina il pino, si è conservato dall’ultima glaciazione una piccola anomalia. In questo bosco , infatti, troveremo un flora inusuale per quanto riguarda i Parchi Naturali d’Andalusia. Agrifogli, mandorli, noccioli e felci ricordano più una vegetazione prealpina che quella tipica andalusa. Una meravigliosa e sorprendete anomalia.

Sierra_segura_natura_andalusia_agrifogli
Nel Bosco de las Acebeas s’intravedono gli agrifogli.

Alberi monumentali e animali

La grandissima attrazione della Sierra de Segura è comunque la propria flora e fauna. Uno dei più grandi divulgatori spagnoli di natura e ambiente, Feliz Rodriguez de la Fuente, ha amato quest’ambiente fatto di un fitto bosco di pini, aria pura e tanti animali che vivono spensieratamente. Intraprendendo le strade forestali in auto o i sentieri a piedi sarà facilissimo apprezzare la grande biodiversità di questo territorio. Qui sopravvivono cervi, cinghiali, volpi, stambecchi, daini, aquile, avvoltoi e tanti altri abitanti del bosco. Un bosco che spesso ospita anche alberi monumentali come per esempio il “Pino Galapán”.

Sierra_segura_natura_pino_galapan
Il monumentale Pino Galapán.

Il Parco de Segura in auto

Bisogna avere precauzione però nella Sierra de Segura. Qui gli inverni sono innevati e molto freddi. Anche essendo in Andalusia, è necessario affrontare i percorsi innevati come se fossimo in alta montagna o meglio ancora andare accompagnati. Per visitare il parco con sicurezza, TurisNat offre vari servizi anche personalizzati. Sarà possibile andare con un 4×4 nelle zone più recondite del parco e spesso più interessanti, come Los Campos de Hernán Perea.

Sierra_segura_natura_andalusia
Il paesaggio nei Campos de Hernán Perea.

Con TurisNat sarà possibile attraversare questo sorprendente paesaggio. È l’altipiano più grande della Spagna e si siuta a 1.600-1.700 m sul livello del mare. In questa che sembra una desolata pianura, la vita si nasconde. Anche se sembra di essere in un territorio inospitale e inerme, in questo paesaggio sussiste una grande biodiversità tipica dell’alta montagna, ovvero piccole piante per lo più rampicanti e molti animaletti come serpenti, scorpioni e altri insetti. Una zona, come detto molto pericolosa in inverno nella quale nevica molto. Imprescindibile, inoltre, finita l’escursione sarà una fermata al ristorante Don Domingo a Santiago La Espada.

Sierra_segura_natura_andalusia_4x4
Con il 4X4 tra i difficili percorsi dei Campi di Hernán Perea.

A piedi lungo il GR 247 – Bosques del Sur

Anche se visitare il parco con un 4×4 è molto comodo, il vero visitante della montagna non vede l’ora di camminare. Il GR 247- Bosques del Sur  è un percorso circolare che avvolge tutto il parco. Racchiude facili sentieri praticabili a piedi o in bicicletta, un’ottima segnaletica, diverse aziende collaboratrici e tante informazioni utili. Questo circuito è lungo 317 Km con 162 Km di varianti utili per accorciare il percorso. Lungo le tappe è possibile trovare zone dove dormire (come rifugi di montagna), accampare e mangiare. Attraverso quest’itinerario s’incroceranno tutti i settori del Parco Naturale di Cazorla, Segura y las Villas, paesaggi diversissimi, pascoli e delle comunità molto accoglienti.

Sierra_segura_natura_pino_gr247
A piedi sarà più facile vedere la fauna del bosco.

Gastronomia nella Sierra de Segura

Nella provincia di Jaén non poteva mancare di certo l’ottimo olio di oliva extra vergine. Nella Sierra de Segura, però, l’olio passa stranamente in secondo piano. Qui la gastronomia si caratterizza per la carne, spesso di selvaggina, ma soprattutto di pecora. Cervi, cinghiali e pernici sono un’opzione sempra valida nei menu della zona, ma la specialità del territorio è l’agnello segureño. Squisite braciole, costine e cosce preparate alla brace.

Sierra_segura_natura_andalusia_agnello
Coscia di agnello segureño alla brace.

Nella Sierra de Segura si mangiano tanti altri “piatti poveri” tutti da provare come l’andrajos, l’ajopringue, i galianos e l’ajotao. Un ultimo prodotto molto utilizzato nelle cucine della zona è la trota.

Sierra_segura_natura_andalusia_andrajos
Ardajos con coniglio.

Dove dormire nella Sierra de Segura

Per godere della Sierra de Segura comodamente è possibile dormire in una delle tante case rurali che punteggiano il parco. Tra queste è da sottolineare la bellezza e l’accoglienza del Cortijo de Ramón a poca distanza dal centro abitato chiamato Cortijos Nuevos.

Sierra_segura_natura_andalusia_cortijo
Il Cortijo de Ramón.

Per altre soluzioni turistiche, di seguito propongo tutti gli alloggi in offerta nella provincia di Jaén.



Booking.com

Cosa vedere nella Sierra de Segura (Jaén):

  • El Yelmo
  • Il Castello e il paese di Segura de la Sierra
  • Il Cosmolarium e il paese di Hornos de Segura
  • Bacino de El Tranco
  • A&F Tejedores
  • Il bosco de las Acebeas
  • Il Pino Galapán
  • I campi di Hernán Perea
  • Il sentiero GR 247

Per consigli personalizzati sul parco de Segura o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy



andalusia consigliata:

Le 3 U di Jaén: Úbeda, Unesco, Ulivo "Irse/Perderse por los Cerros de Úbeda" è una espressione Andalusa che si utilizza quando qualcuno, spiegando qualche concetto, prolunga troppo il pr...
Birdwatching, linci e cervi in provincia di Jaén c... In Andalusia c'è una provincia che risalta sopra le altre per quanto riguarda il patrimonio naturalistico: è quella di Jaén. In questa zona nord-orien...
A Nigüelas per scoprire i limiti della Sierra Neva... La Sierra Nevada è una conformazione montagnosa che ha avuto origine durante la Orogenesi Alpina, così come tutta la cordigliera Betica che caratteriz...

A Nigüelas per scoprire i limiti della Sierra Nevada

La Sierra Nevada è una conformazione montagnosa che ha avuto origine durante la Orogenesi Alpina, così come tutta la cordigliera Betica che caratterizza l’Andalusia. Oltre ad essere una imponente barriera geografica, il massiccio montagnoso della Sierra Nevada presenta degli interessanti elementi dal punto di vista geologico.

Cosa vedere Niguelas_Granada_faglia roccia_Andalusia
L’impressionante roccia della faglia.

Cosa vedere a Nigüelas: la faglia

A tal proposito, il paese di Nigüelas rappresenta una delle testimonianze più rilevanti e maggiormente didattiche dei fenomeni geologici in Andalusia. Nei limiti amministrativi del comune a nord della Sierra Nevada, infatti, si apprezza l’importantissima faglia attiva, ovvero una discontinuità formata nella roccia per frattura che mostra il movimento tra due masse rocciose. Qui è ancora possibile notare lo slittamento della roccia grazie a delle caratteristiche striature che si conservano sulla superficie.

Cosa vedere Niguelas_Granada_Faglia_Andalusia
La linea di faglia di Nigüelas, dichiarata monumento naturale.

Lungo gran parte del versante nord della Sierra Nevada è ben visibile la faglia, da Dúrcal a Nigüelas, evidenziata anche da una linea di vegetazione che anche da lontano permette una chiara identificazione.

Cosa vedere Niguelas_Granada
La vegetazione evidenzia la linea della faglia.

Il comune della provincia di Granada ha cercato, in un certo modo, di valorizzare questa particolarità non specificatamente turistica, installando in uno dei punti di maggior evidenza dei pannelli illustrativi. Proprio questo approdo è di notevole bellezza. Oltre alla faglia, da qui è ben visibile, da un lato, la semplice cittadina e dall’altro, la roccia del Parco Nazionale .

Cosa vedere Niguelas_Granada_Panorama_Andalusia
La cittadina vista dall’approdo.
Cosa vedere Niguelas_Granada_Paese_Andalusia
Le semplici vie del paese.

Nigüelas, nonostante la vicinanza con l’Alpujarra granadina e con il Valle del Lecrín non è una cittadina turistica. Non possiede una speciale offerta rurale e neppure ospita beni storico-culturali di rilevante interesse. Quello che può concedere al visitatore, però, è un paesino semplice e tranquillo, una eccellente gastronomia ed una caratteristica geologica rara.

Cosa vedere Nigüelas _Granada_Chiesa_Andalusia
La chiesa di San Bautista del XVI secolo.

Dove dormire a Nigüelas

Nonostante le esigue dimensioni, anche Nigüelas offre qualche possibilità d’alloggio. Qui è possibile consultare tutti gli stabilimenti ricettivi presenti in questa località. Di sotto, invece, si propongono tutti gli hotel in offerta in provincia di Granada.



Booking.com

Cosa vedere a Nigüelas (Granada):

    • La Faglia di Nigüelas
    • Il centro storico del paese
    • Il museo della Almazara
    • Il Giardino Müller
    • La vista panoramica

Per maggiori informazioni turistiche su cosa vedere a Nigüelas è possibile visitare la pagina turistica comunale. Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivere ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Visitare Frailes, non solo vino e salame in provin... Frailes è un paesello umile della provincia di Jaén, non lontano dalla più rinomata Fortezza de la Mota di Alcalá la Real. Questo paese non ha un bene...
Cabo de Gata (Almeria): spiagge paradisiache ed en... Le spiagge di Cabo de Gata in provincia d'Almeria sono una delle risorse più importante d'Andalusia. Il Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar è il primo s...
Il Cerro de Hierro: in famiglia nella Sierra Norte... La Sierra Norte di Siviglia A nord di Siviglia, nella Sierra Morena, si ubica un vero e proprio polmone verde della provincia. La Sierra Norte è un m...