Archivi tag: Tabernas

Deserto di Tabernas: unico deserto in Andalusia, Spagna ed Europa

Il deserto di Tabernas si trova in provincia d’Almeria ed è l’unico deserto in Spagna, nonché luogo dove si sono girate tanti film western di Sergio Leone. L’unico deserto europeo, inoltre, si ubica non lontano dal bellissimo Parco di Cabo de Gata, il vero attrattivo di questa provincia.

deserto_tabernas_andalusia
Deserto di Tabernas e i suoi film.

Il deserto di Tabernas, unico deserto in Spagna

Per arrivare alla zona protetta di Cabo de Gata, però, sarà possibile passare anteriormente in questa zona molto interessante per la sua unicità. Tabernas, come detto, è l’unico deserto esistente in Spagna e in Europa.  Non bisogna immaginare un deserto africano di sabbia gialla e alte dune mosse dal vento. A Tabernas il paesaggio è grigio, immobile e solo qualche verdastro arbusto rompe la monotonia di queste montagne. Quelle che troviamo a Tabernas sono le denominate badlandsambiente tipico nel continente nordamericano.

Andalusia_juego_de_tronos_tabernas
Il deserto di Tabernas.

Questo particolare ambiente si è formato per effetto del clima presente in questa zona che passa da Mediterraneo ad arido, sino ad arrivare a freddo. Un habitat inospitale dove l’acqua scarseggia e durante la quale in estate si possono raggiungere i 50 gradi centigradi.  Come nei più classici film western, nel deserto di Tabernas è facile incrociare infestanti palle di salicornia rotolando per la strada.

–> Scopri il deserto a bordo di un fuoristrada

deserto_tabernas_badlands
Bedlands di Tabernas.

Deserto di Tabernas e i film western di Sergio Leone

Il deserto di Tabernas è stato, e continua a essere, una delle scenografie predilette per i registi di tutto il mondo. Questo paesaggio arido si addice per accogliere particolarmente i film western. Sergio Leone qui trovò la sua seconda casa e girò tantissimi “spaghetti western”,  spesso accompagnati dalla musica di Ennio Morricone. “C’era una volta il West”, “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più” e  “Il buono, il brutto, il cattivo” sono solo alcune delle pellicole del grande regista italiano.

Cosa vedere Andalusia - Tabernas
Scenografi western nel deserto di Tabernas.

Non solo Sergio Leone, però, ha utilizzato questa naturale scenografia. Nell’unico deserto spagnolo si è filmato anche capolavori come “Lawrance d’Arabia”, “Django”, “Claopatra”, “Conan il barbaro” e “Indiana Jones” e alcuni film di Bud Spuncer e Terence Hill.

Vedi –> Film girati in Andalusia

Mini Hollywood nel deserto di Tabernas

L’esito cinematografico, soprattutto dei film western, ha prodotto un vero parco divertimenti con tema appunto i cowboys e le loro avventura. Questo parco divertimenti o tematico, chiamato Mini Hollywood Oasys Park si trova appunto immerso nel deserto di Tabernas. Andalusia_Andalucia_Cosa vedere_Bambini_Tour_Consigli_tabernas

Nel Mini Hollywood non solo ti potrai sentire come un vero cowboy in una film di Sergio Leone ma potrai godere anche di piscine e di un parco zoologico. Non solo i bambini qui potranno godere di un’intensa animazione e interessanti spiegazioni riguardo la natura del deserto e sulle riprese dei film. Il culmine della giornata è sicuramente quando  avviene la rappresentazione live di un western. Attori vestiti di tutto punto e con spari molto realistici metteranno in scena una rapina alla quale il pubblico sarà spettatore. In questa zona sono presenti altri due parchi focalizzati nel turismo cinematografico: Fort Bravo e Western Leone.

–> Prenota l’esperienza nel Mini Hollywood

deserto_tabernas_minihollywood
Un momento dell’animazione nel parco (Doriana per #Andalusiaconituoiocchi).

Dove dormire nel deserto di Tabernas

Pochi sono gli alloggi presenti nel deserto di Tabernas. Qui potrete trovare tutti gli hotel nei pressi del deserto. Di seguito, invece, tutte le strutture in offerta presenti a Cabo de Gata.



Booking.com

Per ulteriori informazioni o per consigli personalizzati sul deserto di Tabernas o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy



andalusia consigliata:

Alla scoperta della colonia di fenicotteri di Fuen... Fuente de Piedra è un paesino di poco più di 2.000 abitanti della provincia di Málaga. Situato a pochi chilometri da Antequera e dal Caminito del Rey,...
In campeggio nell’agreste Sierra di Tentudía... La regione denominata Tentudía caratterizza la parte meridionale d'Estremadura. Quest'area e l'Andalusia (Provincia di Huelva e Siviglia) sono separat...
Cabo de Gata (Almeria): spiagge paradisiache ed en... Le spiagge di Cabo de Gata in provincia d'Almeria sono una delle risorse più importante d'Andalusia. Il Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar è il primo s...

Enrico ed Andreea on the road in Andalusia

Per “Andalusia con i tuoi occhi” ricevo questo materiale da Enrico ed Andreea che presentano il proprio tour dell’Andalusia effettuato nel maggio del 2015. La coppia ha visitato: Malaga, Granada, il deserto di Tabernas, Cordoba, Siviglia, Zahara de la Sierra e Ronda.

Cosa vedere Andalusia- Malaga
Foto ricordo lungo la salita del Castello di Gibralfaro di Malaga.

Il viaggio di Enrico ed Andreea è avvenuto per gran parte nell’entroterra della regione. Dopo una esaustiva visita di Malaga, soffermandosi ad ammirare sopratutto la “manquita” (Cattedrale di Malaga) ed il Castello di Gibralfaro, la coppia si è messa in viaggio verso una delle meraviglie del mondo contemporaneo: l’Alhambra di Granada.

Cosa vedere Andalusia
Bellissima vista dell’Alhambra di Granada dall’Albaicín.

Il tempo a disposizione non è molto (una settimana) e le cosa da vedere tante, forse troppe. Dall’arabeggiante Granada, lo spirito d’avventura, spinge la coppia ad inoltrarsi nell’unico deserto europeo, il Deserto di Tabernas, scenografia di tanti film di Sergio Leone (vedi anche Andalusia nel Cinema).

Cosa vedere Andalusia - Tabernas
Scenografi western nel deserto di Tabernas.

Dai paesaggi selvaggi del deserto, la coppia piemontese, si sposta nella fertile pianura del Guadalquivir per visitare le magnifiche testimonianze delle civiltà instauratesi in questa regione. Cordoba e Siviglia sono città-monumento imperdibili.

Cosa vedere Andalusia_ siviglia
La Plaza de España di Siviglia.

Tra una tapas e l’altra è ancora giunto il momento di muoversi, Zahara de la Sierra e Ronda sono mete da intenditori. Zahara de la Sierra è un paesino bianco della provincia di Cadice, un luogo incantevole che mostra il fantastico adattamento dell’uomo nell’ambiente “serrano” (vedi tour dei paesi bianchi).

Cosa vedere Andalusia_Zahara
Lo spettacolare panorama da Zahara de la Sierra.

Ronda invece, sin dall’epoca romana rappresenta un enclave strategico. In questa luogo mozzafiato, romani, visigoti ed arabi hanno lasciato le loro preziose tracce.

Cosa vedere Andalusia_Ronda
Il ponte nuovo di Ronda che collega la parte nuova del paese con il nucleo storico.

“L’Andalusia è veramente una bellissima regione da girare tranquillamente anche in “fai da te“. Il nostro giro lo abbiamo fatto in una settimana, non abbiamo potuto perderci uno spettacolo di flamenco (patrimonio immateriale dell’Unesco), la Mezquita di Cordoba, l’Alhambra di Granada e la Plaza de España a Siviglia.
Molto particolare e suggestivo anche lo spettacolo western nel deserto di Tabernas.
Sicuramente una delle migliori mete con rapporto qualità /prezzo!

Grazie ad Enrico ed Andreea!



andalusia consigliata:

La provincia di Huelva di Lorenzo Ricordi della provincia di Huelva: ecco una raccolta di foto delle mie vacanze in Costa della luce, terra ospitale e di mare (oceano), di luce (co...
La storia di Diletta: sempre in partenza…ver... Per "Andalusia con i tuoi occhi", Diletta, autrice del simpatico blog Sempre in Partenza, invia la descrizione della propria favolosa esperienza in An...
Córdoba con gli occhi di Diego Questa è la settima tappa di un tour on the road in Andalusia. Il resto del viaggio si trova nel Blog Esplorazioni Minime. Cosa vedere a Cordoba i...

Un’Andalusia da Film! Film hollywoodiani, spagnoli e italiani girati in Andalusia

L’Andalusia è stata, e continua ad essere, una delle scenografie cinematografiche più rilevanti di tutta Europa. Tanti sono i registi che scelgono i paesaggi ed i monumenti andalusi come ambientazione per i propri film. Alcuni lungometraggi hollywoodiani saranno, addirittura, pietre miliari del cinema mondiale.dscn977620150901_162247

dscn0493dscn9786Anche il cinema spagnolo si è servito in diversi casi delle scenografie andaluse. Tra i tanti esempi stranieri e nazionali, propongo quelli che hanno avuto più risonanza.

dscn6609dscn1611

Film stranieri ambientati in Andalusia:

Star Wars Episodio II – L’attacco dei cloni: è forse la scena cinematografica più famosa al mondo nella quale compare Siviglia ed in particolare la stupenda Plaza de España, in quel frangente la città di Theed.

Lawrence d’Arabia: anche il capolavoro di David Lean, vincitore di 7 premi Oscar, ha avuto delle scene girate nella Plaza de España di Siviglia. Rimangono celebri però le riprese nel Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar e la cavalcata sulla spiaggia dell’Algarrobico di Carboneras.

Il Dottor Zivago: David Lean deve essersi trovato bene in Andalusia, dato che nel 1966 ritorna a girare in questa regione. Il film Il Dottor Zivago, vincitore di ben 5 Oscar, inizia proprio in Andalusia, nel territorio chiamato Marquesado de Zenete in provincia di Granada. Quest’ambiente sembrò al regista ben rappresentare i monti Urali.  Oggi il paesaggio è cambiato notevolmente con la presenza dei mulini.

Indiana Jones e l’ultima crociata: da un classico degli anni ’60 ad uno della fine anni ’80 del regista Steven Spielberg. Harrison Ford e Sean Connery hanno avuto la fortuna di lavorare nei bellissimi e particolari paesaggi d’Almeria: tra il Deserto di Tabernas, Mojácar e la spiaggia di Mónsul a Níjar.

007 La morte può attendere: abbastanza più recente è l’indimenticabile uscita dall’acqua di Halle Barry osservata da Pierce Brosnan, filmata proprio in centro a Cadice, precisamente nella spiaggia de La Caleta.

Innocenti bugie: è un’altro film hollywoodiano che si è servito di Siviglia per le proprie riprese. Tom Cruise e Cameron Diaz si rendono protagonisti di un (assurdo) inseguimento ad alta velocità per le vie del centro storico andaluso. Un film che decisamente non rimarrà nella storia del cinema.

Mission Impossible II: sempre Tom Cruise è protagonista in questo film che dovrebbe essere ambientato parzialmente a Siviglia, con scene nel quale “trionfa” (esageratamente) il folklore andaluso attraverso il Flamenco e la Semana Santa.

Altri film che meritano una menzione sono: El Cid con Charlton Heston e Sophia Loren (girato nella provincia d’Almeria), Conan il barbaro celebre film di Arnold Schwarzenegger (registrato nella provincia d’Almeria), 007 Mai dire mai con Sean Connery (girato in parte nel mare d’Almeria), Cleopatra con Liz Taylor (ambientato tra il Parco di Cabo de Gata e Tabernas), 1492 – La conquista del paradiso di Ridley Scott (filmato in provincia di Siviglia), Exodus- Dei e re di Ridley Scott (ambientato tra Tabernas  e  Sierra Alhamilla), Il Dittatore con Sacha Baron Cohen (girato in parte nella Plaza de España di Siviglia), Che: Guerrilla di Steven Soderbergh (girato a Huelva) e lo svedese Uomini che odiano le donne (ambientato in parte a Malaga).

Film spagnoli ambientati in Andalusia:

Parla con lei: Pedro Almodóvar sceglie il quartiere ebraico di Córdoba e Lucena dove ambientare questo bellissimo film che vincerà anche un Oscar.

La Isla Minima: un thriller del regista sivigliano Alberto Rodríguez vincitore del Goya 2014. Tutto il lungometraggio è stato girato nel meraviglioso Parco Naturale Doñana, garantendo delle scene di una bellezza unica.

Guadalquivir: un bel documentario che ripercorre tutti i paesaggi che attraversa il fiume andaluso.  Le splendide immagini sono accompagnate dalla narrazione di Estrella Morente (vedi anche “La colonna sonora del tuo tour d’Andalusia“).

Il ponte di San Luis Rey: film che non ha avuto grande successo nonostante  nel cast partecipi Robert De Niro e alcune scene siano state girate in magnifici scenari come Malaga, Antequera e El Chorro-Ardales.

Il destino di un guerriero: film con Viggo Mortensen ambientato principalmente nelle località di Ùbeda e Baeza. Questo film, in Italia non molto conosciuto, rappresenta il secondo lungometraggio più costoso del cinema spagnolo.

Manolete: film con Adrien Brody e Penelope Cruz (e Santiago Segura) registrato tra Siviglia e Cadice. Nonostante il rinomato cast questo film non ebbe un grande impatto.

Tra i tanti film spagnoli ambientati in Andalusia meritano una menzione: El camino de los ingleses di Antonio Banderas (ambientato a Malaga), Cuentos de la Alhambra con José Isbert e Carmen Sevilla (girata a Granada), Congreso en Sevilla di Antonio Román e con Carmen Sevilla e Fernando Fernán Gomez (ambientato a Siviglia), El Astronauta e Sor Citroen con José Luis López Vázquez (il primo ambientato nel Parco di Cabo de Gata, il secondo a Siviglia), Vente a ligar al Oeste con Alfredo Landa (ambientato nella provincia d’Almeria), La ley del deseo di Pedro Almodóvar e con Antonio Banderas (girato in provincia di Cadice), Ocho apellidos vascos (ambientato in parte a Siviglia), Carmina o revienta e Carmina y amén del regista sivigliano Paco León (ambientate a Siviglia), Atun y chocolate (ambientato a Barbate), Camaron (ambientato a San Fernando), La vita è facile ad occhi chiusi di David Trueba e con Javier Cámara (girato tra Tabernas e Cabo de Gata) ed El mundo es nuestro, uno dei primi film ad essere finanziati con il crowdfunding (ambientato a Siviglia).

Film italiani ambientati in Andalusia:

Il buono, il brutto, il cattivo: nominando deserto di Tabernas, il pensiero viaggia immediatamente ai western, o meglio ai “spaghetti western”, di Sergio Leone e alla musica di Ennio Morricone. Nell’unico deserto europeo, infatti, sono stati girati film come “C’era una volta il West”, “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più” e appunto “Il buono, il brutto, il cattivo”. Questa fantastica terra perciò ha avuto il piacere di ospitare attori del calibro di Clint Eastwood, Gian Maria Volontè, Charles Bronson, Henry Fonda, Claudia Cardinale, Lee Van Cleef e Aldo Giuffrè.

Django: rimanendo sullo stesso genere, è impossibile non nominare questa fantastica interpretazione di Franco Nero nel deserto di Tabernas.

Totò d’Arabia: tra i tantissimi film di Totò questo è stato girato in parte tra le dune del Parco Naturale Cabo de Gata riproducendo il deserto del Kuwait. Anche qualche anno prima Totò si trovò a lavorare in Andalusia e precisamente a Siviglia per “Fifa e arena”.

Pane, amore e Andalusia: a proposito di Siviglia, troviamo nella capitale andalusa Vittorio De Sica nel 1958 alle prese con la tentatrice Carmen Sevilla.

Oggi, domani e dopodomani: parlando di icone del cinema italiano, bisogna sapere che anche Virna Lisi, Marcello Mastroianni e Catherine Spaak hanno avuto il piacere di attuare in Andalusia, addirittura nell’Alhambra di Granada.

Cervantes: tra Granada e Mojácar ha recitato anche Gina Lollobrigida in questo film del 1968 di Vincent Sherman.

Callas forever: anche Franco Zeffirelli si è cimentato in Andalusia come regista, riuscendo a portare Jeremy Irons tra Siviglia, Cordoba e Osuna per filmare un omaggio alla vita del soprano greco.

Tantissimi altri sono i film italiani girati in Andalusia, oltre le decine e decine di western più o meno famosi citiamo anche Il Conte Max con Alberto Sordi e Vittorio De Sica (girato nella provincia di Siviglia), vari film di Bud Spencer e Terence Hill tra cui Dio perdona…io no!, I quattro dell’Ave Maria e La collina degli stivali (tutti filmati in provincia d’Almeria) e le commedie dei fratelli Vanzina che hanno usato l’Alhambra di Granada e Siviglia per due dei loro film Una vacanza bestiale e Olé.

Infine, dal grande al  piccolo schermo il passaggio è veloce. Due sono le Serie Tv famosissime filmate nei più bei monumenti d’Andalusia: Isabel girata tra la Alhambra di Granada e l’Albaicín ed Il Trono di Spade – Games of Thrones (vedi anche il tour de Il Trono di Spade in Andalusia). Il regista di quest’ultima famosissima serie ha deciso di registrare le scene della quinta stagione tra l’Alcázar di Siviglia, il Ponte Romano di Cordoba e la cittadina di Osuna. Anche la sesta stagione di questa seguitissima serie sarà in parte filmata in Andalusia, in provincia d’Almeria. La fortunatissima serie spagnola Verano Azul, invece, ha reso celebre la località Nerja in provincia di Malaga.

Voglio chiudere questo lungo articolo con una provocazione. Andalusia è turisticamente bellissima, ma è anche terra di forti contrasti. I film proposti inscenano solo un lato di questa regione, per questo vi mostro il lavoro fuori dal coro di Maria Cañas:

Fonte principale: Andalucía Film Commission



andalusia consigliata:

Itinerari in Andalusia per ogni tipo di turista L'Andalusia è grande e offre tantissime tipologie di itinerari ed esperienze che soddisfano tutti i turisti. Non tutti i visitatori, però, hanno le st...
Dove non andare a mangiare a Siviglia, perché qui ... Bar Casa Eme in Puerta Osario. Dove non manderei mai un turista a mangiare a Siviglia? Un turista, normalmente, ricerca autenticità, prezzi eco...
10 cose che un turista italiano non sa della Setti... Una processione a Cordoba. La Settimana Santa o Pasqua in Andalusia è una manifestazione cultural-regliosa che racchiude tantissime particolarità,...