Archivi tag: Sevilla

Tour da Siviglia a Cordoba super culturale

Sono 140 i chilometri che separano Siviglia e Córdoba. Un’area ricca di cultura, di storia e di città-monumento. Uno spazio che ha visto transitare nell’arco della propria storia decine e decine di civiltà di diversa origine, religione e tradizioni. Il paesaggio passa dalla Vega del Guadalquivir (pianura alluvionale) alla Campiña (campi agricoli) per far posto alla Sierra Morena al nord. Gli estesi campi agricoli di questa zona disegnano differenti quadri durante le stagioni dell’anno. Dal verde al giallo primaverile con la fioritura dei girasoli e del grano, all’ocra durante la lunga e secca stagione estiva, sino al marrone e al verde dell’aratura e semina della stagione invernale.

Vedi anche –> Tour dell’Andalusia in auto: i paesi on the road

Vedi anche –> Itinerario classico in Andalusia

tour da Siviglia a Cordoba- Uno sguardo alla campiña andalusa e al Guadalquivir dal Castello di Almodovár del Río.
Uno sguardo alla campiña andalusa e al Guadalquivir dal Castello di Almodovár del Río.

Cosa vedere tra Siviglia e Cordoba

Il percorso che da Siviglia arriverà a Córdoba percorrerà per 86 chilometri lungo l’Autostrada A-4 “Autovía del Sur”, attraversando Carmona ed arrivando a Écija. Queste due località sono delle vere e proprie perle nel bel mezzo del mare agricolo andaluso. Due città-monumento che meritano essere vissute.

tour da Siviglia a Cordoba - La città-monumento di Carmona.
La città-monumento di Carmona.

Successivamente da Écija si seguirà il fiume Genil sino a Palma del Río dove incontreremo il Guadalquivir. Da questo paese risaliremo il principale fiume d’Andalusia sino ad Almadóvar del Río, ci lasceremo sorprendere da Medina Azahara per entrare trionfalmente nella città califfale di Córdoba.

tour da Siviglia a Cordoba - Lasciando Écija verso Palma del Río si scrutano le 11 torri.
Lasciando Écija verso Palma del Río si scrutano le 11 torri.
tour da Siviglia a Cordoba - I resti archeologici della città araba Medina Azahara.
I resti archeologici della città araba Medina Azahara.

Difficilmente sarà possibile ammirare tutte queste meraviglie tra i due capoluoghi di provincia nell’arco di una sola giornata, perciò è consigliabile soggiornarne almeno una notte in una di queste località. Carmona e Écija sono le città maggiormente preparate a livello turistico. Esistono autobus che collegano queste località (per maggiori informazioni contattatemi) anche se con un’auto si ha indubbiamente maggior flessibilità. Per il ritorno, Siviglia e Córdoba sono collegate tra di loro anche attraverso un comodo treno ad alta velocità.

L’itinerario del tour da Siviglia a Cordoba:

Considerando che in un classico tour dell’Andalusia, Siviglia e Córdoba sono delle mete obbligatorie, vi consiglio di passare da una provincia all’altra seguendo il percorso che ho raccomandato. Le località proposte racchiudono tanto potenziale turistico e tanta autenticità. Sono dei paesi di provincia che vivono di agricoltura e di piccole attività economiche. Il turismo inizia ad intravedersi sopratutto a Carmona, Écija e chiaramente ai resti archeologici di Medina Azahara.

tour da Siviglia a Cordoba - Il Palazzo Peñaflor di Écija.
Il Palazzo Peñaflor di Écija.

Ulteriori Consigli tra Cordoba e Siviglia:

  • Da Siviglia è possibile raggiungere Córdoba senza prendere l’autostrada (comunque sempre gratuita), attraverso la A-431 che segue parallelamente il Guadalquivir (non incroceremo però Carmona e Écija).
  • Informatevi sulle feste locali: bellissima è la Semana Santa di Carmona e la Feria del Teatro di Palma del Río. Se avete la possibilità di viverle, meritano la pena.
  • Si attraversano zone agricole. Approfittate per provare i prodotti agricoli e d’allevamento locali (es. olio, arance di Palma del Río, rabo de toro, etc.)
  • Ricordate che è una delle zone più calde d’Andalusia, perciò d’Europa. In estate non avventuratevi in escursioni in aperta campagna e cercate sempre zone ombreggiate.
  • Nelle vicinanze di Écija guardate verso nord. Non spaventatevi, non è un UFO, bensì un grandissimo campo di panelli solari.
  • Per effettuare questo tour è consigliabile noleggiare un veicolo a Siviglia o a Cordoba.
tour da Siviglia a Cordoba - Spunta la torre del campo fotovoltaico dalla pianura sivigliana.
Spunta la torre del campo fotovoltaico dalla pianura sivigliana.

Dove dormire tra Siviglia e Cordoba

Si consiglia di alloggiare a metà strada ed in una delle città che maggior offerta di stabilimenti hanno a disposizione. Dormire a Carmona o passare la notte in un hotel di Écija sembrerebbe la soluzione migliore. DI seguito, invece, si raccomandano gli hotel in offerta in provincia di Siviglia.



Booking.com

Per maggiori informazioni, consigli personalizzati o per organizzare il tour non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

I cortili di Córdoba: molto più che una festa di f... La festa dei cortili di Córdoba (Fiesta de los Patios de Córdoba)  è un evento riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio Immateriale dell'Umanità. ...
Palacio de Lebrija e Casa Salinas: due case-palazz... Case e palazzi signorili a Siviglia Siviglia è da sempre una città molto importante per l’aristocrazia e la nobiltà spagnola. La Real Alcázar per ese...
Trasporti a Siviglia: come muoversi e dove parcheg... I trasporti a Siviglia sono piuttosto efficienti e perciò muoversi in città risulta piuttosto facile. Spesso, inoltre, si può prescindere dai trasport...

Il fantastico mondo decadente delle 11 torri di Écija

Écija è conosciuta come la città delle 11 torri, “la ciudad del sol” o la sartén (padella) d’Andalusia, un riferimento  alla conformazione morfologica che rende la città rovente nelle giornate estive. Écija, però, è molto più che un paesotto nella provincia di Siviglia. È la città punto di riferimento tra i capoluoghi di Siviglia e Córdoba (assieme a Carmona), un’importanza strategica attuale derivante dalla storia.

Cosa vedere a Ècija - torri
Panorama che riprende tre delle undici torri di Écija
Cosa vedere a Ècija - ponte
Foto che ritrae il fiume Genil.

Gli indigeni Astigi (da cui i romani poi ricavarono il nome della città) nel IX a.C., furono i primi ad insediarsi in questa depressione. Successivamente, con l’imperatore Augusto nel 14 a.C., Ècija o Astigi ebbe un notevole sviluppo sfruttando la propria ubicazione strategica tra la Via Augusta ed il fiume Genil, affluente del Guadalquivir.

Cosa vedere a Ècija - plaza espana
La principale piazza di Écija: la Plaza de España.

Come gran parte dell’Andalusia, anche Ècija  soccombette al dominio arabo per poi essere riconquistata nel 1240 dai Re cristiani, nello specifico Fernando III. Dal XVI secolo, la città potenziò la propria importanza economica nella regione, causa principale della splendida architettura barocca del XVIII secolo.

Cosa vedere a Ècija - scorci
Un classico scorcio di Écija.

Questo passato signorile della città offre oggi, il profilo di una città dominata da grandi torri e cupole barocche. La zona monumentale istiga il visitatore ad addentrarsi nelle vie, piazze, chiese e palazzi dall’aspetto decadente, ma che decorano uno dei centri artistici più importanti della provincia di Siviglia e d’Andalusia.

Cosa vedere a Ècija - palazzi
Bellissimi palazzi usurati dal tempo.

 

Cosa vedere a Ècija:

Tra i numerosi palazzi degni di nota di Ècija, bisogna senza’altro nominare il Palazzo Peñaflor (XVI-XVIII) che presenta una lunga e impressionante facciata affrescata. Il Palazzo Benamejí, invece, oltre ad al Museo Storico Municipale, ospita anche il centro d’informazione turistica. Decine di altri palazzi storici sono fruibili a Ècija.

Cosa vedere a Ècija - La lunghissima facciata affrescata del Palazzo Peñaflor di Écija.
La lunghissima facciata affrescata del Palazzo Peñaflor di Écija.
Cosa vedere a Ècija - benameji
Il maestoso Palazzo Benamejí.

Per quanto riguarda la ricchissima architettura religiosa, come dimostrano le 11 torri campanarie della città, è d’obbligo risaltare: l’impressionante Chiesa di Santa Cruz con il museo d’arte sacra, la Chiesta di Santiago del XV secolo in stile gotico-mudéjar, la Chiesa di Santa Maria costruita tra l’età barocca e neoclassica e cui campanile ricorda la Giralda di Siviglia, la Chiesa della Concepción conosciuta come “le gemelle” per la coppia di campanili,  ed infine la Chiesa di San Juan che ospita il campanile barocco più emblematico della città.

Cosa vedere a Ècija - santa cruz
L’esterno della Chiesa di Santa Cruz ad Écija.
Cosa vedere a Ècija - santa cruz
L’interno della Chiesa di Santa Cruz.
Cosa vedere a Ècija - santiago
La Chiesa di Santiago.
Cosa vedere a Ècija - santa maria
La Giralda…no scusate, il campanile di Santa Maria.
Cosa vedere a Ècija - gemelle
La Chiesa della Concepción conosciuta come “le gemelle” di Écija.

Écija, nell’arco della sua storia, ha da sempre avuto grande rilevanza in Andalusia per la cultura del cavallo. Una città culla di importantissimi allevamenti e scuderie.

Cosa vedere a Ècija - valdehermoso
Il campanile di San Juan e il Palazzo di Valdehermoso.

Dove dormire a Écija

Écija è una bellissima cittadina e turisticamente è in via di sviluppo. Poche ma alcune deliziose sono le possibilità di alloggio in questa località. Qui potrete trovare tutte le soluzione presenti a Écija. Sotto, invece, tutti gli hotel in offerta in povincia di Siviglia.



Booking.com

Cosa vedere a Écija (Siviglia):

  • Il Palazzo Peñaflor
  • Il Palazzo Benamejí
  • La Chiesa di Santa Cruz
  • La Chiesta di Santiago
  •  La Chiesa di Santa Maria
  • La Chiesa della Concepción “Le gemelle”
  • La Chiesa di San Juan
  • Il Palazzo di Valdehermoso
  • La Plaza de España
  • Casa Palazzo de los Palma

Per maggiori informazioni turistiche su questa località è possibile visitare la pagina turistica di Écija. Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Crociera sul Guadalquivir a Siviglia: comprare i b... Il giro in battello lungo il fiume Guadalquivir a Siviglia è una delle poche attrazioni turistiche non prettamente culturali che offre la capitale d'A...
5 cose che (forse) non sapevate di Siviglia! 1. Sapete perché nel 2010 la Giralda ha seriamente rischiato di perdere l'onorificenza dell'Unesco? Il grattacielo Cajasol o meglio conosciuto com...
Il Cerro de Hierro: in famiglia nella Sierra Norte... La Sierra Norte di Siviglia A nord di Siviglia, nella Sierra Morena, si ubica un vero e proprio polmone verde della provincia. La Sierra Norte è un m...