Archivi tag: Portogallo

Vila Real de Santo Antonio: cittadina illuminista

Di fronte ad Ayamonte, lungo la sponda portoghese del fiume Guadiana, si situa la cittadina di Vila Real de Santo Antonio. Questo paese di frontiera è il più orientale della fantastica regione dell’Algarve. Un approdo attorniato da un nucleo di case di gente di mare, da sempre in competizione con i pescatori andalusi di Ayamonte e Isla Cristina. Una cittadina che, come altre nella zona, è stata gravemente colpita dal terribile terremoto di Lisbona del 1755.

Cosa_vedere_Santo_Antonio_Algarve_passeggiata
Il bel centro urbano di Vila Real de Santo Antonio.

Cosa vedere a Vila Real de Santo Antonio

Santo_Antonio_Algarve_porto
Il porto di Santo Antonio.

Dopo il disastro ambientale, data la difficile situazione della “Vila Real”, il marchese de Pombal si decise a ricostruire l’abitato. Fu così che nel 1774 riprese vita la città portoghese, con uno stile decisamente borbonico e strade ortogonali. L’importanze del marchese de Pombal a Vila Real de Santo Antonio si percepisce nell’omonima piazza dal particolare suolo bianco e nero e nella quale si affacciano tutti i principali monumenti, oltre al maestoso obelisco centrale. Tutt’attorno alla piazza, file d’aranci dividono lo spazio pubblico da caratteristiche abitazioni del XVIII secolo, bar e ristoranti.

Cosa_vedere_Santo_Antonio_Algarve_chiesa
La piazza del marchese de Pombal con al fondo la Chiesa del Matriz.
Cosa_vedere_Santo_Antonio_Algarve_Centro_asciugamani
Comprare asciugamani economici, una delle attività principali a Santo Antonio.

Tra gli edifici rivolti alla piazza, oltre al municipio, spunta la Chiesa Matriz nella quale sono da risaltare, soprattutto, le sei fantastiche finestrate. Poco lontano, tra i negozi pieni di turisti spagnoli in cerca di asciugamani e teli mare, si identifica il centro culturale che ospita il Museu Manuel Cabanas, una particolare struttura che in origine fu il mercato coperto del paese.

Cosa_vedere_Santo_Antonio_Algarve_Centro_culturale
Il centro culturale di Vila Real de Santo Antonio.

Lungo la riva del Guadiana, tra i bar ed i negozietti turistici, sopravvive la costruzione della dogana (aduana), più antico e uno dei più rilevanti edifici della “Vila Real”. È interessante sapere come la Chiesa Matriz e la dogana abbiano le uniche due facciate che non si ripetono in tutto il centro storico.

Cosa_vedere_Santo_Antonio_Algarve_dogana
La facciata della dogana.

Vila Real de Santo Antonio: città illuminista

Cosa_vedere_Santo_Antonio_Algarve_case
Case di pescatori conservate nel centro.

Negli ultimissimi anni a Santo Antonio ha preso piede un innovativo progetto “illuminista”. Un mix di neourbanesimo e marketing territoriale con la quale si cerca di rinnovare il centro dell’abitato. Un’operazione per niente futile, programmata e nella quale uno dei principali obbiettivi è quello di mantenere viva l’identità della città peschiera. L’iniziativa, inoltre, attraverso dei pannelli esplicativi, rende partecipi i cittadini ed i turisti illustrando il progetto e fomentando nello stesso tempo un’immagine dinamica della città portoghese.

Cosa_vedere_Santo_Antonio_Algarve_cartello
Urbanismo illuminista nella “Vila Real”.

Dove dormire a Vila Real de Santo Antonio

La cittadina portoghese di Vila Real de Santo Antonio offre alcune soluzioni per alloggiare. Qui potete trovare tutte le offerte e le opzioni disponibili in città.  Se cercate un hote nella regione, invece:



Booking.com

 

Cosa vedere a Vila Real de Santo Antonio (Portogallo):

  • La piazza del marchese de Pombal
  • La Chiesa Matriz
  • La dogana
  • Il centro culturale
  • I negozi di asciugamani

Per  maggiori informazioni su cosa vedere a Vila Real de Santo Antonio non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy



andalusia consigliata:

I Patrimoni Unesco d’Andalusia (materiali ed immat... In un mondo nella quale gran parte delle scelte sono standardizzate, anche il settore culturale si è munito della propria certificazione di garanzia, ...
Cosa vedere a Siviglia in pochi giorni? Cosa vedere a Siviglia in pochi giorni? Il capoluogo dell'Andalusia e meraviglia della Spagna propone monumenti assolutamente da visitare come l'Alcaz...
I cortili di Córdoba: molto più che una festa di f... La festa dei cortili di Córdoba (Fiesta de los Patios de Córdoba)  è un evento riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio Immateriale dell'Umanità. ...

Mertola: lungo il fiume Guadiana, il più prezioso tesoro arabo

Mertola è definita dalla letteratura specializzata come la città portoghese che meglio conserva la propria essenza araba. Quest’antico porto fluviale romano è stato durante i secoli un punto strategico chiave per il controllo del fiume Guadiana, corpo idrico che separa la Spagna dal Portogallo (vedi Tour lungo il Guadiana).

Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_vista
Il fiume Guadiana passando per Mertola.

Cosa vedere a Mertola

Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_torre
La torre del Homenaje.

La città, infatti, presenta una rilevante e diffusa fortificazione. Oltre alla muraglia che accompagna il visitatore dal fondovalle sino al nucleo storico ed alla Torre do Relogio (edificio del XVII secolo), sussiste l’importante Castello di Mertola. Quest’ultimo domina tutta la valle, compreso il paese sottostante. In esso è possibile trovare l’immancabile torre del Homenaje del 1292, oltre a due pozzi: uno romano-mussulmano ed un’altro medievale. Dalla cima della torre del Castello è apprezzabile un bellissimo panorama che si estende dal fiume sino all’incantevole abitato. Di fronte all’entrata del Castello, infine, sono stati scoperti i resti di un foro romano e diversi mosaici.

Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_castello
Il Castello che sovrasta il paese.

Testimonianze arabe a Mertola

Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_Moschea
L’interno della chiesa-moschea.

Scendendo dal Castello verso il paese, ci imbatteremo in qualcosa di esclusivo in Portogallo. La moschea di Mertola, infatti, è l’unico edificio religioso di epoca mussulmana che è sopravvissuto alle guerre e catastrofi naturali che hanno colpito lo stato lusitano. Un edificio che oggi ospita la chiesa cristiana Nossa Senhora da Assunḉao. La moschea-chiesa è formata da cinque navate del XI secolo, modificate nel XIII secolo. Le arcate di questa sono separate da file di fini colonne portanti.

Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_Moschea_facciata
L’unica moscha medievale in Portogallo.
Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_calle
Le strette e irte strade del disegno urbano di Mertola.

Anche la conformazione del paese manifesta tutt’oggi una certa essenza mussulmana. Ripide e strette vie, infatti, tracciano un caratteristico disegno urbano di origine araba.  Gli abitanti del paese hanno vissuto per lo più grazie ai benefici economici dello sfruttamento minerario, oggi terminato. Ora le semplici persone di Mertola vivono dell’artigianato e del turismo, quest’ultima un’attività nuova e alla quale di dedicano con speciale impegno e creatività.

Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_muraglia
La muraglia che circonda il centro storico sino in valle.

Un paese umile come la propria comunità che accoglie i visitatori come propri familiari, con il camino acceso e sempre pronti a condividere le prelibatezze enogastronomiche della regione portoghese dell’Alentejo. Vino e salumi di maiale iberico non mancano mai, sono infatti i prodotti più caratteristici della zona.

Cosa_vedere_Mertola_Portogallo_cena
L’accoglienza in un umile bar: vino, formaggio e salame.

Dove dormire a Mertola

La dolce cittadina di Mertola non è ancora invasa dalle strutture turistiche. Nonostante ciò, qui potrete trovare tutti gli hotel, B&B e pensioni presenti in questo paese dell’Alentejo portoghese.

Cosa vedere a Mertola (Portogallo):

  • Torre do Relogio
  • La muraglia
  • Il panorama con il Guadiana
  • Il Castello di Mertola
  • La moschea-chiesa
  • I musei del paese

Per maggiori informazioni su cosa vedere a Mertola o per una visita guidata è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Palma del Rio: la vita tra due acque La provincia di Córdoba è per lo più sconosciuta al turismo internazionale, ma forse, è più qui che in qualunque altro posto, dove si respira l'autent...
Cosa vedere a Fez: capitale religiosa del Marocco Fez o Fes è una delle cose da vedere imprescindibili del Marocco. Bisogna dedicare almeno 2 giorni alla visita di questa città. Un luogo mistico, sacr...
Cosa vedere a Jerez in un giorno? Dal patrimonio s... Jerez de la Frontera è la città più grande della provincia di Cadice, ospita più abitanti dello stesso capoluogo di provincia ed è sicuramente una del...

Cosa vedere nella città Faro dell’Algarve

Visitando l’Algarve sarà importantissimo sapere cosa vedere a Faro, capoluogo politico ed economico di questa regione. La città di 30.000 abitanti di Faro rappresenta senza dubbio il luogo più rinomato di tutto l’Algarve Orientale, grazie soprattutto all’importante aeroporto internazionale che collega la regione con il mondo. Come per gran parte della costa del sud del Portogallo, anche Faro si situa dietro un’ampia fascia lagunare e dune di sabbia. Un ambiente protetto dal Parco Naturale Ria Formosa che si estende oltre Tavira. Continua la lettura di Cosa vedere nella città Faro dell’Algarve

andalusia consigliata:

Il più bel castello d’Andalusia? La Mota di ... Alcalá la Real è un paese in provincia di Jaén celebre soprattutto per uno dei castelli più belli d'Andalusia: la Fortaleza de la Mota. Non troppo lon...
Cosa vedere a Granada in pochi giorni? È difficile stabilire cosa vedere a Granada in due o tre giorni: l'Alhambra, la Cattedrale, il Generalife, San Jeronimo e tanto altro. Granada è, fors...
Cosa vedere a Toledo in un giorno L'Alcazar, la Cattedrale, il Monastero e la Sinagoga sono solo alcune delle cose da vedere a Toledo in un giorno, bella città a una ora da Madrid. Tol...

Spiagge e cosa vedere nell’Algarve orientale

Attraversando il fiume Guadiana e il confine tra Portogallo e Andalusia ci si immette nella fantastica regione dell’Algarve orientale, un territorio turistico che ancora rispetta il proprio ambiente naturale e soprattutto il litorale. Una zona atlantica che affascina per i propri colori, per la semplicità della gente e delle cittadine nel quale è possibile prendersi lunghi momenti di relax semplicemente contemplando il tramonto.

cosa vedere algarve_spiaggia
Un tipico paesaggio lungo la costa dell’Algarve orientale.

Le spiagge dell’Algarve:

Passando la frontiera tra Spagna e Portogallo noteremo come il flusso turistico si abbassa. Nelle zone costiere più orientali dell’Algarve la densità turistica è leggermente minore rispetto a quelle delle vicine spiagge di Huelva (Islantilla, Isla Cristina e Isla Canela) ma d’altro canto anche i servizi per il viaggiatore sono senz’altro più scarsi.

cosa vedere algarve_spiaggia_andalusia
La spiaggia del piccolo paese di Cacela Velha.

Nella costa chiamata “Sotavento”, ovvero sottovento e che va da Vila Real de Santo António sino a Faro le spiagge sono favolose: sabbia fine e chiara, un Oceano blu intenso, lunghe zone paludose e piccole barche di pescatori disegnano un paesaggio fiabesco.

cosa vedere algarve_spiaggia_laguna
Dalla palude della Ria Formosa…

Da sottolineare sono sicuramente il Parco Naturale della Ria Formosa, un’estesa area lagunare che comprente isolotti, dune, pantani e laghi d’acqua dolce e il paesino di Cacela Velha, un piccolo agglomerato di case di pescatori deliziosamente rimasto totalmente al margine dello sviluppo turistico. Nelle vicinanze di Tavira, infine, il tipico panorama cambia e tra le lagune compaiono delle saline.

cosa vedere algarve_spiaggia_saline
….alle saline di Tavira.

C’è molta differenza tra le spiagge dei paesini minori e quelle delle città, non tanto per la qualità, bensì per il flusso di visitatori e, come detto, per la mancanza  anche dei più basici servizi al turista.

cosa vedere algarve_spiaggia_andalusia_paesaggio
Una lunghissima e poco frequentata spiaggia nell’Algarve orientale.

In quest’ambiente naturale non abbondano hotel, ristoranti e resort, a favore di un ricco patrimonio paesaggistico incontaminato. La flora e la piccola fauna (granchi, uccelli, pesci e molluschi), infatti, trovano qui la tranquillità necessaria per svilupparsi.

cosa vedere algarve_spiaggia_andalusia_granchi
Con la bassa merea una miriade di granchi e molluschi abitano il bagnasciuga dell’Algarve.

Cosa vedere nell’Algarve orientale:

Dal Guadiana a Tavira l’escursionista potrà apprezzare soprattutto zone rurali e spiagge isolate, interrotte solamente da qualche campo da golf, da piccoli approdi e da alcuni paesi di pescatori. I paesini bianchi e semplici ospitano ormai poca popolazione, gli edifici per lo più sono affittati a turisti portoghesi, spagnoli e nordeuropei. Solo qualche pescatore o coltivatore di uva resiste al richiamo della grande città, così come solo pochi negozi locali resistono alla tentazione del turismo. La popolazione è situata per lo più lungo la costa, ma alcuni bei paesini come Castro Marim, Odeleite e Alcoutim arricchiscono di opportunità turistiche anche l’entroterra.

cosa vedere algarve _spiaggia_alcoutim
In primo piano Alcoutim, al fondo Sanlúcar de Guadiana (Spagna).

Da Tavira a Faro la serie di paesini affacciati all’Atlantico vengono interrotti da tre grandi città: Tavira, Olhao e Faro. Soprattutto la prima e l’ultima città sono turisticamente molto sviluppate (a Faro c’è l’aeroporto internazionale). Queste destinazioni offrono tante proposte riuscendo a mantenere, però, la qualità ambientale che caratterizza la regione. Olhao, invece, è la capitale della pesca di sardine, uno dei prodotti più tipici dell’Algarve.

cosa vedere algarve_spiaggia_andalusia_faro
Una vista di Faro dall’alto.

In tutta la regione è raccomandabile consumare pietanze a base di pesce: riso con longueirones, cataplana, baccalà e soprattutto sardine e i suoi elaborati sono sicuramente le specialità più apprezzate.

cosa_mangiare_cataplana_algarve_portogallo
Una cataplana in riva al mare a Fabrica.

Dove dormire nell’Algarve Orientale

Come spiegato, il territorio dell’Algarve presenta zone turistiche e zone di assoluta pace. Per questo gli alloggi sono concentrati in particolare in due zona Faro e Tavira. Io consiglio soprattutto la seconda meta e qui potete trovare tutte le soluzioni che più vi si addicono. Di seguito, invece, tutti gli hotel in offerta nell’Algarve.



Booking.com

Cosa vedere nell’Algarve Orientale (Portogallo):

  • La città e l’isola di Tavira
  • Il capoluogo di Faro
  • La capitale delle sardine Olhao
  • Il Parco Naturale Ria Formosa
  • Il paesino di Cacela Velha
  • L’entroterra e il Río Guadiana
  • Il paese di Alcoutim

Per maggiori informazioni su cosa vedere nell’Algarve orientale è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Cosa vedere a Segovia in un giorno: l’acqued... Visitare Segovia è una delle cose da fare se si vuole conoscere i dintorni di Madrid. L'acquedotto romano più importante della Spagna e la gastronomia...
Vila Real de Santo Antonio: cittadina illuminista Di fronte ad Ayamonte, lungo la sponda portoghese del fiume Guadiana, si situa la cittadina di Vila Real de Santo Antonio. Questo paese di frontiera è...
Cosa vedere e come arrivare a Gibilterra: l’... Come arrivare e cosa visitare a Gibilterra, un po' di Gran Bretagna nel sud della Spagna. A livello amministrativo Gibilterra non è territorio spagnol...

Risalendo l’estuario del Guadiana tra Portogallo e Andalusia

Il Guadiana è il quarto fiume più lungo della penisola iberica, ancor più lungo del Guadalquivir che in questa classifica si posizione quinto. Un Río che per larghi tratti marca il confine tra la Spagna e il Portogallo, tra l’Andalusia e l’Algarve ed in particolare tra la Provincia di Huelva e quella di Faro.

Vedi anche –> Tour dell’Andalusia in auto: i più bei paesi on the road

Tour Guadiana - alcoutim_guadiana_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Un fantastico scorcio del Guadiana.

Due territori che vivono di agricoltura e di turismo. Nella quale il turismo rurale, o comunque sostenibile sta avendo un rilevante impatto.  In questa particolare zona lungo l’estuario del Guadiana ancora non si è sviluppato un nocivo turismo di massa, forse per l’inadeguata accessibilità, non sicuramente per i magnifici paesaggi tra l’Oceano Atlantico e l’entroterra. In questo luogo, è più che comune trovarsi  a condividere lo spazio solamente con cicloturisti di svariata nazionalità.

Tour Guadiana - fiume
Un punto panoramico lungo il Guadiana.

Il percorso risalirà il fiume Guadiana scoprendo alcuni monumenti storico-culturali, ma sopratutto fantastiche vedute e zone di pace dove potersi rilassare e godere della semplicità della vita, dei tramonti e della mista gastronomia andalusa-portoghese. L’itinerario proposto partirà proprio dall’Atlantico, a Isla Canela, percorrerà parte della riva portoghese del fiume e terminerà a Mértola.

Le tappe del tour del Guadiana:

La meravigliosa località di Isla Canela (limitrofa a Isla Cristina) è l’ultimo lembo di costa d’Andalusia prima del Portogallo e dell’Algarve. Si posiziona proprio tra l’estuario del Guadiana, l’Atlantico e il fiume Carreras formando come una isola nel quale l’ampia spiaggia rivolta leggermente verso ovest regala fantastici tramonti.

Tour Guadiana - Favoloso tramonto a Isla Canela, forse uno dei migliori d’Andalusia.
Favoloso tramonto a Isla Canela, forse uno dei migliori d’Andalusia.

Risalendo il fiume, ci imbatteremo in Ayamonte, una cittadina affacciata sull’estuario e dunque alla riva portoghese che dalla cima offre incredibili sensazioni. Sorpassato Ayamonte si attraverserà per la prima volta il Guadiana sull’avveniristico “Puente Internacional del Guadiana” entrando così in Portogallo. In territorio lusitano, costeggeremo per lunghissimi e bellissimi tratti il fiume su di una umile strada panoramica sino a giungere ad Alcoutim.

Tour Guadiana - ayamonte
Guardando la riva portoghese del Guadiana da Ayamonte.
Tour Guadiana - ayamonte_andalusia
Una panoramica del paese di Ayamonte, in terra andalusa.

Questo paesello portoghese  dall’interessante patrimonio culturale offre la possibilità di riattraversare il fiume, questa volta in barca. Ad Alcoutim, infatti si contrappone Sanlúcar de Guadiana in territorio spagnolo. La relazione tra questi due paesi di frontiera è stata nell’arco della storia strettissima, a volte positiva e di prolifera cooperazione, a volte negativa e violenta.

Tour Guadiana - sanlucar-guadiana_andalusia
La città di Sanlúcar de Guadiana vista da Alcoutim.

Mértola è l’ultima tappa dell’itinerario. Una città-monumento anch’essa posta sul fiume Guadiana nella quale risaltano i rilevanti beni d’interesse culturale ubicati tra i fiabeschi saliscendi del nucleo storico.

Tour Guadiana - mertola
Il passaggio del Guadiana a Mértola.
Tour Guadiana - mertola_castello_guadiana_andalusia_andalucia_cosa
Il castello di Mertola.

Ulteriori Consigli attorno al Guadiana:

  • Come detto, il percorso è fattibile in giornata, ma per godere a pieno delle semplici atmosfere offerte dal Guadiana e di una rilassante esperienza, consiglierei di pernottare almeno una notte.
  • Non aspettatevi monumenti impressionanti, ma lasciatevi ammaliare e emozionare dalla semplicità dei luoghi.
  • La costa dell’Algarve, così come le spiagge di Huelva, sono proprio a pochi chilometri, approfittatene!
  • Godetevi la gastronomia locale. Passando dall’Andalusia al Portogallo e viceversa noterete delle piacevoli differenze nell’interpretazione della cucina del territorio.
  • Fate varie soste lungo il fiume e siate curiosi. La gentilezza della popolazione vi ripagherà del tempo impiegato.
  • Per fare questo tour è senza dubbio consigliabile noleggiare un veicolo.
Tour Guadiana - gastronomia_andalusia_andalucia_cosa
Gastronomia locale nell’entroterra del Guadiana.

Dove dormire lungo il Guadiana

Lungo il Guadiana sicuramente è raccomandabile alloggiare a Mértola, il paese con maggior capacità turistica. Qui potrete trovare tutti gli hotel, appartamenti e b&b presenti in questa splendida località della riva portoghese del Guadiana.

Per maggiori informazioni, consigli personalizzati o per organizzare il tour non dubitate a scrivere ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Cosa vedere ad Aracena: gastronomia, cultura e mar... Aracena è un paese ad una ora da Siviglia in provincia di Huelva, capoluogo dell'omonima Sierra. Un territorio che raccomando visitare per scoprire un...
A La Rábida contemplando un connazionale: Cristofo... L'Andalusia è universalmente riconosciuta per la ricchezza culturale che la caratterizza. Il patrimonio islamico presente nella regione rende questo t...
Le spiagge di Huelva: dove andare in vacanza in Sp... Nelle spiagge di Huelva anche se non sono molto conosciute, troveremo forse il miglior mare d'Andalusia. Huelva comprende la parte nord della Costa de...