Archivi tag: Italiani andalusia

La migliore pizza, prodotti e ristoranti italiani a Siviglia

Per scoprire la migliore pizza, i negozi dove comprare prodotti italiani e i ristoranti italiani a Siviglia cercherò di immaginare una giornata 100% italiana. Svegliandomi a Siviglia, stanco di tapas e avendo un’infrenabile voglia di mangiare italiano, di casa, di pasta, di pizza, di Mulino Bianco, di Aperol, di gelato e di un buon espresso. Come noterete il “tour gastronomico italiano” si concentra principalmente nella zona Calle Feria-Alameda, una piccola Little Italy a Siviglia.

Vedi anche –> Dove mangiare a Siviglia

Vedi anche –> Dove mangiare tapas a Siviglia

mangiare_italiano_siviglia

Colazione “italiana” a Siviglia

È vero che la tipica colazione italiana sarebbe con cappuccino e cornetto, ma a Siviglia c’è un’alternativa gustosissima dove il mix italo-andaluso è perfetto. A Al Solito Posto nell’Alameda de Hércules sarà possibile fare colazione con un buon caffè e una tostada made in italy. Le migliori opzioni sono la “italiana” con pomodoro, rucola e grana e quella con il gorgonzola. Anche la pizza de Al Solito Posto è una delle migliori della città.ristoranti_italiani_siviglia_solito

Fare una spesa italiana a Siviglia

Nonostante il malagueño Banderas pubblicizzi una nota marca italiana, a volte non è facile trovare prodotti italiani a Siviglia (per me è stato impossibile trovare i pizzoccheri a Siviglia). El Corte Inglés, il Carrefour e il Lidl sono i supermercati che hanno la più ampia scelta di prodotti di casa nostra. Nessuno dei tre supermercati però arriva ad avere la specificità che troviamo nel negozietto Piaceri Italiani nella Calle Regina e nel Mercato della Calle Feria. Qui è possibile trovare proprio quello che più ti manca dell’Italia: pecorino, Mulino Bianco, Campari, Pavesini,birre Peroni e Moretti, l’analcolico biondo che fa impazzire il mondo e tanti, tanti altri prodotti tutti tricolore.ristoranti_italiani_siviglia_piaceri

Spritz: un aperitivo italiano a Siviglia

Tantissimi sono i bar che già offrono lo spritz come aperitivo a Siviglia. In questo momento si può dire che è veramente di moda. L’influenza italiana in città si può benissimo misurare grazie alla presenza della bottiglia di Aperol nei bar sivigliani. In pieno centro, a pochi passi dalla Torre del Oro si ubica il bar ristorante Piano Piano. Anche in questo locale italiano l’Aperol è in bella vista e lo spritz è veramente raccomandabile.ristoranti_italiani_siviglia_piano_piano

Un buon piatto di pasta a Siviglia

Ancora gli andalusi si sorprendono come noi italiani, saremmo capaci di pranzare pasta tutti i giorni. Questo perché non hanno ancora provato la pasta e la cucina emiliana della Locanda di Andrea nella Calle Feria. Un locale semplice, con una decorazione davvero italiana che riesce a non cadere negli stereotipi comuni. Oltre alla pasta non perdetevi le tigelle, le piadine e i dessert.ristoranti_italiani_siviglia_locanda

Finalmente un buon caffè a Siviglia

Sempre lungo la Calle Feria potremo trovare dove prendere un buon caffè e un’ottima merenda. Nel locale Bottega Italia, oltre al caffè italiano sarà possibile provare una varietà di torte e dolci fatti in casa, tutti preparati come la tradizione italiana comanda. Appena si entra nel locale l’atmosfera italiana ti avvolge, grazie anche all’accento del centro-italia fortemente marcato dei dipendenti.ristoranti_italiani_siviglia_bottega

Cena con le migliori pizze di Siviglia

Sicuramente scatenerà l’ira di molti locali e molte persone con gusti diversi dai miei. Molte pizzerie anche italiane si sono adeguate ai gusti spagnoli e per questo troveremo pizze con ingredienti che per un italiano sono davvero strani. Una delle migliori pizze che ho trovato in questo momento a Siviglia è quella del ristorante L’Oca Giuliva nella Calle Mateos Gago. La pizza è davvero squisita, unico neo sono i prezzi veramente elevati per una città come Siviglia. D’altro canto qui si pagano i prodotti italiani ed il fatto di essere in una zona 100% turistica, praticamente a due passi dalla Giralda. Per coloro che invece cercano la migliore pizza d’asporto di Siviglia, allora dovranno prenotare ne El Panzerocho che si trova sia in zona Nervión (Calle Camilo José Cela), sia in centro (Calle O’Donnell). Oltre al già menzionato Al Solito Posto, menziono alcune pizzerie un po’ più lontane dal centro dove poter mangiare una buona pizza: Da Pino nella Avenida Auxiliadora, Amici Miei a Nervión e La Bambina a Triana.

Un gelato siciliano a Siviglia

Mancava un po’ di sud in questo percorso gastronomico tricolore. Nella Calle Sierpes sarà possibile ritrovare i sapori siciliani grazie alla gelateria Buongelato. La bontà dei gelati sono solo una parte dell’esperienza nella gelateria dall’atmosfera tipicamente siciliana. C’è da dire che anche in Spagna i gelati sono piuttosto buoni, però contribuire allo sviluppo di un connazionale è sempre gratificante.ristoranti_italiani_siviglia_buongelato

Spuntino di mezzanotte italiano a Siviglia

Dopo essere andati a ballare magari qualche canzone di Raffaella Carrà, viene sempre un po’ di fame. Tre sono i posti dove poter provare una pizza al trancio con qualità italiana: La Tradizionale nell’immancabile Calle Feria e Buoni Forno di Pizze e La Piazza nell’Alameda. Tre pizze al trancio diverse, ma altrettanto buone.ristoranti_italiani_siviglia_la_tradizionale

Ristoranti quasi italiani

Infine sono tanti i locali a Siviglia semi-italiani. Non vuol dire che si mangi male, solo che sono ristoranti nella quale non si percepisce 100% il made in italy. Alcuni sono locali moderni che uniscono la cucina italiana con quella spagnola e internazionale. Altri, invece, sono della catene dove la “cucina fatta in casa” ne risente. Questi ristoranti sono: Burro Canaglia, San Marco, la Casa del Tesorero, La Piemontesa, La Tagliatella, La Mafia, Orsini, Ginos, La Mia Tana, Don Camillo e Peppone.pizza_siviglia_italiana

Quelli elencati non sono gli unici ristoranti e locali italiani presenti a Siviglia, per questo rimango aperto a segnalazioni di nuovi locali che magari non conosco.

Per consigli personalizzati o consigliare locali italiani a Siviglia potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

Turisti italiani in Andalusia: quanti sono e dove vanno?

Il mercato turistico italiano è per la regione d’Andalusia un settore molto importante. Nello specifico, l’Italia rappresenta il settimo paese di provenienza (3,8% del totale) del mercato turistico andaluso, con 427.891 ingressi turistici ed 967.654 pernottamenti (dati 2015).

Cosa vedere andalusia_Siviglia
Vista di Siviglia dalla Giralda.

I dati del 2015 migliorano circa del 14% quelli del 2014 e del 24%  quelli del 2013, il peggior anno degli ultimi dieci per quanto riguarda gli ingressi turistici italiani in Andalusia. Una tendenza che ritorna a migliorare dopo i negativi anni 2012 e 2013, finalmente avvicinandosi all’exploit di turisti italiani del 2011.

L'andamento negli ultimi anni del turismo italiano in Andalusia.
L’andamento negli ultimi anni del turismo italiano in Andalusia.

Il comportamento del turismo italiano in Andalusia

È molto interessante rilevare a che destinazione i turisti italiani siano effettivamente interessati. Se suddividiamo la regione nelle otto province allora noteremo come la provincia di Siviglia è quella che ottiene un maggior numero di turisti italiani. La provincia di Malaga, come di consueto, è quella che si rivela più importante per quanto riguarda il pernottamento medio dei turisti italiani. Ovvero, grazie alle località balneari, la provincia di Malaga riesce ad attrarre per un periodo più lungo il pubblico italiano. In minore scala la stessa cosa succede in provincia di Almeria.

I turisti italiani nelle otto province d'Andalusia.
I turisti italiani nelle otto province d’Andalusia.

Invece, per quanto riguarda le singole città andaluse, quelle che attraggono il maggior numero di turisti italiani sono: Siviglia (130.000 visitatori italiani nel 2015), Granada (64.000), Malaga (55.000), Cordoba (38.000), Torremolinos (15.000) e Marbella (13.000). Con meno di 10.000 visitatori italiani all’anno: Cadice, Jerez de la Frontera, Ronda, Tarifa, Almeria, Fuengirola, Benalmadena, Estepona e Nerja.

Cosa vedere andalusia_Tarifa
Il porto di Tarifa.

Nonostante il ricco patrimonio storico-culturale e naturale, anche l’Andalusia soffre di una certa stagionalità, ovvero la concentrazione turistica in determinati periodi dell’anno. Nello specifico è interessante notare come alcune province (es. Malaga e Cadice) concentrino il maggior numero di turisti italiani nei mesi estivi disponendo di una offerta sol y playa, mentre che altre province (es. Siviglia e Cordoba) contino con due picchi, quello estivo e quello primaverile, quest’ultimo corrispondente con alcune delle più importanti festività (Semana Santa, Feria, Festival de los Patios etc.).

L'andamento turistico del pubblico italiano nelle varie province d'Andalusia durante l'anno 2014.
L’andamento turistico del pubblico italiano nelle varie province d’Andalusia durante l’anno 2015.

Infine è molto interessante considerare come i due principali aeroporti d’Andalusia siano le principali porte d’accesso del turismo italiano nella regione. Nello specifico gli aeroporti di Malaga e Siviglia si dividono quasi equamente gli ingressi italiani in Andalusia.

Cosa vedere andalusia_Semana Santa
La Semana Santa a Cordoba.

Altre considerazioni sul turismo italiano in Andalusia

Cosa vedere andalusia_Mojacar
Uno scorcio di Mojácar.

Dai dati e dalle analisi del turismo in Andalusia è importante sottolineare come le meravigliose province di Jaén, Huelva ed Almeria ricevano pochissimo pubblico italiano. Indubbiamente, località come Úbeda e la Sierra di Cazorla in provincia di Jaén, Islantilla, Aracena ed il Río Tinto in provincia di Huelva e Mojácar ed il Parco di Cabo de Gata-Níjar in provincia di Almeria meriterebbero una maggior considerazione da parte degli italiani data anche la comoda accessibilità offerta dagli efficienti trasporti pubblici.

Cosa vedere andalusia_Cazorla
Il Rio Borosa nel Parco di Cazorla.

Inoltre, città culturali come Cordoba, Cadice e Granada hanno una dato di pernottamento medio abbastanza basso. Questi tre capoluoghi sono sicuramente sottovalutati dai visitatori italiani che individuano come uniche attrazioni la Mezquita, l’Alhambra o la Caleta. Una certa spiegazione è data dal fatto che solo il 2% dei visitatori italiani abbia una conoscenza preesistente dei territori andalusi visitati.

Cosa vedere andalusia_Granada
La Cattedrale di Granada, spesso sottovalutata.

Per ulteriori dati o maggiori informazioni turistiche è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy