Archivi tag: Barbate

15 panorami assolutamente da vedere in Andalusia

Dalla provincia di Huelva a quella d’Almería, la conformazione morfologica dell’Andalusia è estremamente varia. Questo sali e scendi, sommato al patrimonio storico e alle nuove infrastrutture turistiche offrono ai visitatori un ampio catalogo di panorami.

Punti panoramici o belvederi (in spagnolo miradores) in Andalusia li incontriamo in ogni dove: scalando le torri storiche cittadine, sulle cime dei colli, sui “balconi” lanciati verso il mare o semplicemente lungo le strade che percorriamo. Per l’enorme quantità e qualità delle viste offerte dal territorio andaluso è difficile fare una selezione.

15 panorami imperdibili in Andalusia:

1.Mirador de las Ermitas a Córdoba: l’unica vista di Córdoba dall’alto, da un luogo di riflessione nel bel mezzo della Sierra Morena. È molto suggestivo comprendere dove inizia la Sierra e dove finisce l’infinita pianura. cordoba_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

2.Mirador de la Plata di Atlanterra a Barbatedalla vista sul massiccio di Atlanterra è possibile ammirare tutta la costa di Barbate, con in primo piano Zahara de los Atunes, i suoi moderni mulini, la lineare spiaggia e l’Oceano Atlantico. barbate_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

3.Mirador del Cañon del Río Bailón a Zuherosda questo punto panoramico è possibile scrutare il pesino di Zuheros (con il suo castello) incastonato tra le rocce della Sierra Subbética e gli ulivi. zuheros_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

4.Balcón de Los Alcores a Carmona: da questo “balcone” è possibile contemplare tutto l’orizzonte della fertile e coltivata valle del Guadalquivir. Un vista orientata verso est, fotografando l’infinita distesa di campi agricoli (sopratutto di grano e girasoli) in direzione di Córdobacarmona_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare1

 

5.Mirador del Puente Nuevo a Ronda: chiamato volgarmente Mirador del Coño, questo è un punto privilegiato dove poter apprezzare uno dei più famosi panorami di tutta Andalusia, il Ponte Nuovo di Ronda.ronda_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

6.Mirador del Metropol Parasol (Setas) a Siviglia: è la terrazza per eccellenza di Siviglia, dall’alto di questa nuova infrastruttura è possibile veder spuntare la torre della Giralda tra una miriade di altri campanili.siviglia_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

7.Mirador Puerto de las Palomas a La Iruelasulla strada che da La Iruela porta alla frazione di Arroyo Frio, si ubica questa punto d’osservazione dalla quale è possibile ammirare tutta la magnificenza della vallata e qualche sorprendente esemplare d’aquila o d’avvoltoio.cazorla_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

8.Mirador dello Stretto di Gibilterra a Tarifauna vista privilegiata sul Parco Naturale dello Stretto, un panorama che si perde sino al Marocco (visibile la città di Tangeri). tarifa_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

9.Mirador della Punta de los Muertos a Carbonerasprobabilmente è la fotografia più scattata nel Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar. Una fantastica panoramica della Playa de los Muertos. carboneras_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

10.Mirador de San Nicolás a Granadaè possibile mettere in discussione se questo “mirador” nel cuore dell’Albaicín sia il più bello d’Andalusia o meno, ma senza ombra di dubbio è il più romantico.granada_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

11.Balcón de Europa a Nerja: è il belvedere più famoso sul Mediterraneo in Andalusia. Una piazzetta imprescindibile per il gran flusso di turisti che visitano il centro di Nerja. nerja_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

12.Mirador della Torre del Pirulico a Mojácar: recentemente riformata, questa torre fu utilizzata per l’avvistamento di navi nemiche, oggi mantiene la stessa utilità ma per fini turistici.mojacar_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare 

 

13.Mirador del Guadiana ad Ayamonteda questo colle si apprezza il confine naturale che divide la Spagna dal Portogallo, il fiume Guadiana.ayamonte_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

14.Mirador de Cantarranas a Fuente de Piedra: la Laguna de Fuente de Piedra è attorniata da vari osservatori per il bird watching. Quello di Cantarranas, essendo raggiungibile solo in auto, offre la possibilità di adorare il volo dei numerosi fenicotteri in tutta tranquillità. fuente-piedra_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

15.Mirador Las Ventanillas al Torcal di Antequera: dall’alto delle pietre carsiche del Torcal, è possibile rimanere affascinati dalla vista della vallata e del paese di Antequeratorcal_tour-andalusia_cosa-vedere_consigli_andalucia_visitare

 

Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivere ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy



andalusia consigliata:

Cosa vedere in Andalusia nel 2016? Le migliori pro... La Feria Internazionale del Turismo di Madrid (FITUR) è una della più importanti a livello mondiale. Quella del 2016 è stata una manifestazione record...
I mercatini di Siviglia più famosi! I mercatini di Siviglia sono una parte molto importante della dinamica sociale della propria città. Come i mercati, sono luoghi di scambio, d'incontro...
Noleggio bicicletta a Siviglia: visita e tour dell... È molto raccomandabile visitare Siviglia in bicicletta. Una città ideale per noleggiare una bici, fare un tour su due ruote e vedere i monumenti pedal...

24 Parchi Naturali in Andalusia che ti faranno dimenticare la Giralda, la Mezquita e l’Alhambra

La regione dell’Andalusia è conosciuta nel mondo sopratutto per il proprio patrimonio culturale e per il bellissimo litorale che si affaccia sull’Oceano Atlantico e sul Mediterraneo. L’Andalusia però, oltre ad essere quella più popolosa, è la seconda regione più estesa della Spagna. Un territorio grande circa tre-quattro volte la Lombardia e che comprende ampi spazi dove l’ambiente naturale è spesso conservato e valorizzato.

Un camaleonte nel Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar (grazie per la foto Cristina – @misspeluca).
Un camaleonte nel Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar (grazie per la foto Cristina – @misspeluca).

Infatti, sono ben 24 i Parchi Naturali in Andalusia: 2 di questi sono Parchi Nazionali (+ un altro Parco in via di definizione), di cui uno è addirittura riconosciuto come Patrimonio Unesco. I 24 spazi protetti si ubicano indistintamente nelle 8 Province, da est a ovest e da nord a sud, raccogliendo una diversità incredibile di paesaggi, di caratteristiche geomorfologiche, di animali, di vegetazione e di forme di sfruttamento turistico.

la-brena_cadice_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Scorcio del Parco Naturale La Breña e Marismas del Barbate.

I 24 Parchi naturali in Andalusia:

1. Parque Natural Cabo de Gata-NíjarPrimo spazio protetto marittimo-terrestre d’Andalusia. Un mondo di contrasti tra l’ambiente marino, il litorale e l’arido entroterra. Compreso tra i comuni di: Almería, Carboneras e Níjar in Provincia di Almería.

2. Parque Natural Sierra María-Los Vélez: Nonostante l’aridità della Provincia d’Almeria, le cime di questa Sierras si coprono di neve ogni anno. Compreso tra i comuni di: María, Vélez Blanco, Vélez Rubio e Chirivel in Provincia di Almería.

3. Parque Natural Bahía de Cádiz: La Bahía de Cádiz è composta da un mosaico di paesaggi tra cui spiagge, pianure fangose e paludi. Compreso tra i comuni di: San Fernando, Chiclana de la Frontera, Puerto Real, Puerto de Santa María e Cadice in Provincia di Cadice.

4. Parque Natural la Breña e Marisma del Barbate: Parco marittimo-terrestre che costituisce un punto d’appoggio per gli uccelli migratori nella palude del Barbate. Compreso tra i comuni di: Vejer de la Frontera e Barbate in Provincia di Cadice.

el-estrecho_cadice_cadiz_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
El Estrecho (lo stretto) tra Tarifa e il Marocco, in lontananza è possibile ammirare Tangeri.
alcornocales_cadice_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Paesaggio del Parco los Alcornocales.
grazalema_cadice_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Il massiccio calcareo di Grazalema.

5. Parque Natural del Estrecho: Uno spazio situato tra due continenti, Africa ed Europa, nel quale lo Stretto si converte in un’area di estrema importanza per i processi migratori. Compreso tra i comuni di: Algeciras e Tarifa in Provincia di Cadice.

6. Parque Natural Los Alcornocales: Un insieme di diverse Sierra dove si sviluppa, in perfetta stato, il più grande bosco di sughero (alcornoque) della penisola Iberica. Compreso tra i comuni di: Alcalá de los Gazules, Algar, Algeciras, Arcos de la Frontera, Benalup-Casar Viejas, Benaocaz, Castellar de la Frontera, El Bosque, Jerez de la Frontera, Jimena de la Frontera, Los Barrios, Medina Sidonia, Prado del Rey, San José del Valle, Tarifa, Ubrique in Provincia di Cadice e Cortes de la Frontera in Provincia di Malaga.

7. Parque Natural Sierra de Grazalema: Il massiccio di Grazalema offre un paesaggio di contrapposti rilievi su di una roccia calcarea, frutto della propria storia geologica. Compreso tra i comuni di: Zahara de la Sierra, Villaluenga del Rosario, Benaocaz, Grazalema, Ubrique, El Bosque, Prado del Rey, El Gastor, Algodonales in Provincia di Cadice e Benaoján, Montejaque, Cortes de la Frontera, Jimera de Líbar e Ronda in Provincia di Malaga.

8. Parque Natural de Cardeña y Montoro: La tranquillità dell’habitat (qui è possibile vedere la rara lince iberica) si riflette nel suo paesaggio, dal profilo rotondo di morbide colline, risultato dall’erosione del granito. Compreso tra i comuni di: Cardeña e Montoro in Provincia di Córdoba.

hornachuelo_cordoba_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour.
Colori autunnali nel Parco Naturale Hornachuelos.
sierra-subbetica_cordoba_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Il carsico pendio del Parco Naturale della Sierra Subbetica.

9. Parque Natural Sierra de Hornachuelos: Le sue montagne di limitata altezza sono colonizzate da boschi di lecci e di sughero. La ricca fauna vede come protagonista l’avvoltoio nero.  Compreso tra i comuni di: Almodóvar del Río, Hornachuelos, Posadas, Villaviciosa de Córdoba e Córdoba in Provincia di Córdoba.

10. Parque Natural Sierras Subbéticas: La composizione calcare dei suoi materiali è una delle maggiori attrazioni del parco, potendo osservare formazioni tipicamente carsiche. Compreso tra i comuni di: Cabra, Carcabuey, Doña Mencía, Iznajar, Priego de Córdoba, Rute, Luque e Zuheros in Provincia di Córdoba.

11. Parque Natural Sierra de Baza: Gli scientifici qualificano questo parco naturale come una isola bioclomatico,  poiché i paesaggi ed il clima variano rispetto alla steppa che lo circonda. Compreso tra i comuni di: Baza, Caniles, Dólar, Gor e Valle de Zalabí in Provincia di Granada.

12. Parque Natural Sierra de Castril: Viene attraversato da nord a sud dall’omonimo fiume, che origina la peculiare e spettacolare fisionomia del parco montagnoso. Compreso nel comune di Castril in Provincia di Granada.

donana_huelva_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
La biodiversità del Parco Nazionale Doñana.
aracena_huelva_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Maiali e lecci sono i protagonisti del Parco della Sierra de Aracena.
donana_cadice_cadiz_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Doñana è una delle zone umide più importanti d’Europa.

13. Parque Natural Sierra de Huétor: Si ubica vicino alla città di Granada e si estende come un’insieme di Sierras di densi boschi dall’altezza media. Compreso tra i comuni di: Cogollos Vega, Beas de Granada, Huétor Santillán, Víznar, Alfacar, Nívar e Diezma.

14. Parque Nacional Sierra Nevada: Ospita, probabilmente, la flora più importante del continente europeo e possiede un ricco patrimonio storico e culturale. Compreso tra i comuni di: Abla, Abrucena, Alboloduy, Alhabia, Almócita, Alsodux, Bayárcal, Beires, Bentarique, Canjáyar, Fiñana, Fondón, Illar, Instinción, Láujar de Andarax, Nacimiento, Ohanes, Padules, Paterna del Río, Rágol, Santa Cruz, Terque e Las Tres Villas in Provincia di Almería e Aldeire, Alpujarra de la Sierra, Bérchules, Bubión, Busquístar, Cádiar, La Calahorra, Cáñar, Capileira, Carataunas, Cástaras, Cogollos de Guadix, Dílar, Dólar, Dúrcal, Ferreira, Gójar, Güejar-Sierra, Huéneja, Jerez del Marquesado, Juviles, Lanjarón, Lanteira, Lecrín, Lugros, Monachil, Nevada, Nigüelas, Órgiva, Padul, Pampaneira, Pórtugos, Soportújar, La Taha, Trevélez, Válor e La Zubia in Provincia di Granada.

15. Parque Natural Sierra de Aracena y Picos de Aroche: Insieme di catene montuose di media altezza dove dominano l’ardesia e i quarzi conferendo al suolo n caratteristico colore scuro. Compreso tra i comuni di: Alájar, Almonaster la Real, Aracena, Aroche, Arroyomolinos de León, Cala, Cañaveral de León, Castaño del Robledo, Corteconcepción, Cortegana, Cortelazor, Cumbres de Enmedio, Cumbres Mayores, Cumbres de San Bartolomé, Encinasola, Fuenteheridos, Galaroza, Higuera de la Sierra, Hinojales, Jabugo, La Nava, Linares de La Sierra, Los Marines, Puerto Moral, Santa Ana La Real, Santa Olalla del Cala, Valdelarco e Zufre in Provincia di Huelva.

16. Parque Nacional Doñana: Questo parco è sicuramente una delle zone umide più importanti d’Europa. Riconosciuto patrimonio Unesco è una delle zone predilette per gli amanti del birdwatching. Compreso tra i comuni di: Almonte, Hinojos, Lucena del Puerto, Moguer, Palos de la Frontera in Provincia di Huelva, Aznalcázar, Isla Mayor, Pilas, Puebla del Río, Villamanrique de la Condesa in Provincia di Siviglia e Sanlúcar de Barrameda in Provincia di Cadice.

cazorla-jaen_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Il Parco Naturale della Sierras di Cazorla, Segura e Las Villas, il più grande della Spagna.

17. Parque Natural de Despeñaperros: Impressionante gola, opera dell’omonimo fiume Despeñaperros. Compreso nel comune di Santa Elena in Provincia di Jaén.

18. Parque Natural Sierra de Andújar: Rappresenta un ecosistema tipico andaluso ed è habitat di specie della macchia mediterranea molto interessanti. Compreso tra i comuni di: Andújar, Baños de la Encina, Villanueva de la Reina e Marmolejo in Provincia di Jaén.

19: Parque Natural Sierra Mágina: Massiccio isolato, rifugio di una preziosa flora mediterranea, in alcuni casi unica in tutta Europa. Compreso tra i comuni di: Albanchez de Mágina, Bédmar y Garcíez, Bélmez de la Moraleda, Cambil, Huelma, Jimena, Jódar, Pegalajar e Torres in Provincia di Jaén.

20. Parque Natural Sierras de Cazorla, Segura y Las Villas: È il più grande spazio protetto di tutta la penisola Iberica e uno dei principali nodi idrografici della geografia spagnola (qui nasce il Guadalquivir). Compreso tra i comuni di: Beas de Segura, Benatae, Cazorla, Chilluévar, Génave, Hinojares, Hornos de Segura, Huesa, La Iruela, Iznatoraf, Orcera, Peal de Becerro, Pozo Alcón, Puerta de Segura, Quesada, Santiago-Pontones, Santo Tomé, Segura de la Sierra, Siles, Sorihuela del Guadalimar, Torres de Albanchez, Villacarrillo e Villanueva del Arzobispo in Provincia di Jaén.

malaga_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Il Parco Naturale dei Monti di Malaga. In primo piano una pianta di sughero.
sierra-tejera_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
La Sierra Tejeda, Almijara e Alhama, entrando da Frigiliana.

21: Parque Natural Montes de Málaga: Ha origine dalla ripopolazione della pineta lungo il fiume Guadalmedina per evitare le inondazioni del capoluogo di provincia. Compreso tra i comuni di: Malaga, Casabermeja e Colmenar in Provincia di Malaga.

22. Parque Natural Sierra de las Nieves: Questo territorio montagnoso è tagliato da profondi burroni e gole, spettacolari come quelle dalla Caina. È in attesa di approvazione a diventare Parco Nazionale. Compreso tra i comuni di: El Burgo, Istán, Monda, Parauta, Ronda, Tolox e Yunquera in Provincia di Malaga.

23. Parque Natural Sierras de Tejeda, Almijara y Alhama: Massiccio montagnoso formato dalle tre Sierras a cavallo tra le province di Malaga e Granada. Integrano magnifici paesaggi con un ricco patrimonio culturale. Compreso tra i comuni di: Alcaucín, Canillas de Aceituno, Canillas de Albaida, Cómpeta, Frigiliana, Nerja, Salares e Sedella in provincia di Malaga e  Alhama de Granada, Arenas del Rey, Jayena e Otívar in provincia di Granada.

24. Parque Natural Sierra Norte de SevillaIl paesaggio dominante lo compongono estesi boschi di lecci e sugheri dove nidificano varie specie minacciate. Compreso tra i comuni di:El Real de la Jara, Almadén de la Plata, Cazalla de la Sierra, Constantina, El Pedroso, Las Navas de la Concepción, San Nicolás del Puerto, La Puebla de los Infantes, Alanís e Guadalcanal in Provincia di Siviglia.

alcornocales_cadice_cadiz_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consigli_tour
Magnifici contrasti nel Parco Naturale Alcornocales.

Per maggiori informazioni su queste località è possibile visitare la Ventana del Visitante o la pagina web della Junta de Andalucía fonte principale di quest’articolo. Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Un punto bianco nella sierra de Grazalema Grazalema è uno de los Pueblos Blancos (vedi anche Setenil de las Bodegas e Arcos de la Frontera) in provincia di Cadiz. Si ubica sulla strada che col...
Prodotti tipici e persone tipiche delle strade di ... A Siviglia le strade non sono solo una via di comunicazione, bensì anche uno spazio pubblico dove commerciare. Qui è ancora possibile comprare alcuni ...
Le migliori spiagge vicino Siviglia Molti sostengono che ci sia una spiaggia a Siviglia. Il capoluogo d'Andalusia, però, non è affacciato sul mare ma è piuttosto vicino. Percorrendo il c...

Barbate, un porto di pescatori tra la pineta e il mare

Barbate è un comune nel sud della Provincia di Cádiz (Cadice), confinante a nord-est con Vejer de la Frontera, a meridione con Tarifa e ad ovest con l’Oceano Atlantico. È il secondo comune (dopo Tarifa) con più chilometri di spiaggia della provincia. Questo indica la vocazione marina di questo paese di 22.000 abitanti. Barbate include nella sua superficie comunale anche le frazioni di Zahara de los Atunes e Los Caños de Meca, oltre ad altri importanti luoghi d’interesse culturale-paesaggistico come il Cabo de Trafalgar.

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice
Uno scorcio caratteristico di Barbate, la pineta che raggiunge la spiaggia.

Barbate: cosa vedere e le spiagge

A nord il Cabo (capo) de Trafalgar costituisce il confine naturale con Vejer. Questo tombolo (cordone di spiaggia che congiunge uno scoglio) è considerato l’estremo nord-occidentale dello stretto di Gibilterra. Nell’Atlantico, nei pressi di questo lembo di terra, avvenne la celebre battaglia di Trafalgar, dove nel 1805 il plotone navale franco-spagnolo fu abbattuto da quello inglese sotto la guida del generale Nelson. Oggi qui, un faro e una torre del secolo XVII, vigilano l’Oceano e la spiaggia de Los Caños de Meca.

Vedi anche –> Le migliori spiagge di Cadice

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice_trafalgar
In lontananza il faro di Trafalgar sul proprio tombolo.

Los Caños de Meca è una delle più famose località playeras della provincia di Cadice e di tutta la Costa de la Luz. È spesso considerata impropriamente una località “hippy” o alternativa. Alcune aree della spiaggia sono prettamente nudiste, ma la rimanente superficie offre la possibilità di usufruire tranquillamente di questo angolo paradisiaco. Una spiaggia composta da dune di sabbia fine e protetta dalla vegetazione interiore del Parco de La Breña y Marismas de Barbate (vedi Parchi d’Andalusia). Dove il “verde” del parco lascia spazio alla sabbia, si formano i famosi caños, dei flussi d’acqua marina (in questo caso oceanica) che si immettono nelle paludi (marismas) d’acqua dolce di Barbate.

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice_spiaggia
Le dune di sabbia, caratteristica delle spiagge di Barbate.

Il Parco Naturale de la Breña y Marismas de Barbate è uno spazio di grandissima importanza ecologica e paesaggistica, caratterizzato dalla sua morfologia collinare-montagnosa. Infatti, i rilievi sboccano spesso al mare con una altezza superiore ai 100 metri, creando nascoste calette. Il parco è composto da una distesa di pini domestici che man mano si diradano lasciando spazio alla palude e successivamente al mare.

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice_cadiz
La pineta del Parco Naturale de la Breña y Marismas de Barbate.

Barbate è un porto di pescatori pieno di barchette e colori. È una delle cittadine portuarie più importanti d’Andalusia e sicuramente, grazie al suo paesaggio, anche una delle più deliziose. La popolazione di Barbate si dedica per lo più alla pesca del tonno, come si può notare dalla presenza di numerose attività relazionate con questo tipo di economia.

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice_porto1
Uno scorcio del porto di Barbate. In questo punto offre ancora un paesaggio romantico.

Più a sud del nucleo urbano di Barbate si situa la frazione di Zahara de los Atunes, protetta dal massiccio di Atlanterra. Questa località, diversamente dal centro di Barbate che è un insediamento abbastanza recente, si è sviluppata attorno al proprio castello.

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice_zahara
La frazione Zahara de los Atunes vista da Atlanterra.

La costruzione del XV secolo fu usata originalmente come punto di vigilanza contro i pirati, successivamente come magazzino per le attrezzature della pesca e finì per ospitare la Chiesa della Nostra Señora del Carmen. Sfortunatamente,  questo edificio non è molto valorizzato perché, anche a Zahara de los Atunes, i principali interessi turistici sono il sol y playa  e la gastronomia.

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice_zahara_cadiz1
La fantastica spiaggia de Los Alemanes di Zahara de los Atunes.

Una visita a Barbate o Zahara de los Atunes non è completa senza la degustazione del tonno locale in uno dei chiringuitos in riva all’Atlantico. La pesca del tonno attraverso la Almadraba (tonnara) è, infatti, un patrimonio immateriale che sopravvive nella cultura, nelle tradizioni e nella gastronomia di Barbate.

barbate_andalusia_viaggio_italiano_consigli_cadice_zahara_cadiz_playa
Il panorama apprezzabile da uno dei chiringuitos di Zahara de lo Atunes.

Dove dormire a Barbate

Della zona Barbate, forse, è la cittadina turisticamente meno preparata. Qui potrete trovare comunque tutti gli hotel, camping e pensioni presenti in questa favolosa località. Di sotto, invece, tutte le offerte presenti in provincia di Cadice.



Booking.com

Cosa vedere a Barbate (Cadice):

  • Il tombolo del Cabo (capo) de Trafalgar
  • La spiaggia Caños de Meca
  • Il Parco de La Breña y Marismas de Barbate
  • La località di Zahara de los Atunes
  • La spiaggia di Zahara de los Atunes
  • Il massiccio di Atlanterra
  • La Chiesa della Nostra Señora del Carmen

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina web dedicata all’attività turistica del comune. Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Punta Umbria: mare a un’ora da Siviglia Se cerchi mare vicino a Siviglia, Punta Umbria è una delle spiagge più vicine al capoluogo d'Andalusia. Poco più di una ora separa questa fantastica l...
Cosa vedere a Jerez in un giorno? Dal patrimonio s... Jerez de la Frontera è la città più grande della provincia di Cadice, ospita più abitanti dello stesso capoluogo di provincia ed è sicuramente una del...
Olvera: scorci nell’entroterra della provinc... Olvera è uno dei paesini più suggestivi d'Andalusia, si ubica in provincia di Cadice, ma traccia il confine con la provincia di Siviglia. Questo picco...