Archivi tag: Alpujarra granadina

Da Busquístar saliamo sino a Trevélez, il paese più alto della Spagna

La Valle del fiume Trevélez si raggiunge partendo da Granada dopo 80 Km e solo dopo aver sorpassato la Valle del Poqueira e la Taha di Pitres in piena Alpujarra granadina. Due sono i paesi che si affacciano alla valle e che hanno ambizioni turistiche: Busquístar e Trevélez. Il primo più a valle ed il secondo, a 1.600m , considerato il nucleo storico abitato permanentemente più alto della penisola iberica.

Cosa vedere trevelez_Alpujarra_granada_tinao
Un classico tinao (struttura architettonica tradizionale dell’Alpujarra) a Trevélez.

Cosa vedere a Busquístar:

Per capire la bellezza di Busquístar basta dire come questo paesello viene citato nella letteratura araba come “paradiso nascosto“. L’etimologia del toponimo probabilmente deriverebbe dalla parola “bosco”, in onore ai frondosi alberi di rovere che circondavano il nucleo abitato e che venivano considerati come i migliori di tutta l’Alpujarra.

Cosa vedere Busquistar_Alpujarra_granada_vista
Una vista del paese di Busquístar, “paradiso nascosto”.
Cosa vedere Busquistar_Alpujarra_granada_Tinao
Un tinao, tipica struttura architettonica dell’Alpujarra.

Come tanti altri paesi della zona, anche Busquístar viene identificato in due parte: il quartiere alto e quello basso. Il quartiere alto è conosciuto anche come Albaicín, proprio come il famoso Albaicín di Granada. È il “barrio” basso, però, quello che include la maggior parte dei beni d’interesse del paese e di autenticità. Le viuzze e le case accatastate in maniera apparentemente disordinata ci ricordano l’anima islamica della cittadina. La chiesa del XVIII secolo, invece, domina l’ampia piazza del paese, unico spazio dedito alle attività commerciali. I lavatoi, i mulini e la toponomastica descrivono il paesaggio segnalando la ricca presenza d’acqua.

Cosa vedere Busquistar_Alpujarra_granada_casas
Le abitazioni del quartiere basso di Busquístar.

Cosa vedere a Trevélez:

Il primo insediamento umano a Treveléz fu di origine romana. L’apparizione, nel 1867, di una stele di pietra dimostra il mantenimento della religione cristiana nelle zone più elevate di questo territorio, durante il IX secolo convivendo con l’Islam. Inoltre, data l’angustia ubicazione, questo paese non fu interessato dalle schermaglie per la conquista del Regno di Granada.

Cosa vedere trevelez_Alpujarra_granada
Una vista di Trevélez dalla piazzetta panoramica.
Cosa vedere trevelez_Alpujarra_granada_chimenea
I tipici camini dell’Alpujarra granadina.

Il nome Trevélez deriverebbe dal latino “paese tra le valli”. Già sotto il dominio arabo la cittadina fu suddivisa in tre quartieri: “il più alto”, “quello di mezzo” ed “il più basso”. La leggenda vuole che furono tre pastori, i fratelli Vélez, a dividersi la città in altrettanti terrazzamenti. A questi tre quartieri storici, si è aggiunto un quarto “barrio”, quello bassissimo. Questa zona della cittadina si è sviluppato contemporaneamente all’espansione turistica e alla crescita della produzione del famoso Jamón bianco di Travélez (riconosciuto IGP).

Cosa vedere trevelez_Alpujarra_granada_barrio alto
Il quartiere “atabuey” il più alto di Trevélez.

Tutta la bianca cittadina è un susseguirsi di tianos, lavatoi, seccatoi di prosciutti e ripide stradine contorte. Il quartiere alto è sicuramente quello con maggior personalità. Nettamente separato dal resto del complesso urbano, l’abitato culmina in una magnifica piazzetta panoramica dalla quale è possibile ammirare la maestosità della Sierra Nevada. Per questo, non è pensabile voler conoscere realmente l’identità di Trevélez senza affrontare questa irta ascesa.

Cosa vedere trevelez_Alpujarra_granada_jamon blanco
Un piatto di Jamón Blanco de Trevélez.

Dove dormire nella Velle del Trevélez

Anche se piuttosto rurale, anche nella Valle del Trevélez ci sono diverse soluzioni di alloggio. Qui è possibile consultare tutti i B&B e agriturismi disponibili nell’Alpujarra Granadina. Di sotto, invece, gli hotel in offerta in provincia di Granada e Granada città.



Booking.com

Cosa vedere nella Valle del Trevélez (Granada):

      • Il paesaggio collinare-montagnoso
      • Il borgo di Trevélez
      • Il paese di Busqístar
      • I seccatoi del Jamón blanco

Per maggiori informazioni turistiche su cosa vedere a Treveléz e Busquístar, per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivere ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

5 cose che (forse) non sapevate di Siviglia! 1. Sapete perché nel 2010 la Giralda ha seriamente rischiato di perdere l'onorificenza dell'Unesco? Il grattacielo Cajasol o meglio conosciuto com...
Cosa vedere a Faro, capoluogo dell’Algarve Visitando l'Algarve sarà importantissimo sapere cosa vedere a Faro, capoluogo politico ed economico di questa regione. La città di 30.000 abitanti di ...
I migliori castelli e fortezze in Andalusia Le civiltà passate in Andalusia hanno lasciato in eredità in questo territorio un'enormità di luoghi d'interesse, tra cui tantissimi castelli e fortez...

L’Alpujarra più turistica: Pampaneira, Bubión e Capileira

La Valle del Poqueira è senza dubbio la zona dell’Alpujarra granadina turisticamente più rilevante e “sfruttata”. Paesi come Capileira, Bubión e Pampaneira sono molto conosciuti in tutta Andalusia e in tutta la Spagna come delle perfette destinazioni dove intraprendere un turismo rurale di ottima qualità.

Cosa vedere Pampaneira_Alpujarra_granada
I tre paesi della Valle del Poqueira (da vicino a lontano): Pampaneira, Bubión e Capileira.

La Valle del Poqueira si sviluppa da nord a sud, inserendosi nel parco della Sierra Nevada e seguendo l’omonimo fiume. È la prima zona di “vera” Alpujarra che si incontrerà provenendo da Granada dopo soli 67 Km, precedendo la zona de la Taha di Pitres e  la valle di Trevélez.

Cosa vedere a Pampaneira:

Cosa vedere PAMPANEIRA_Alpujarra_granada_calle
Una tipica via di Pampaneira con nel mezzo il canale.

Pampaneira è uno dei paesi più suggestivi d’Andalusia. Il paese è conosciuto anche perché dopo la dominazione mora, fu ripopolato da cristiani provenienti soprattutto dalle regione di León e Galizia. Il nome del comune deriverebbe da “pámpano”, ovvero dalla foglia della vite. Questa etimologia descriverebbe una zona con una rilevante coltivazione della vite. Il clima del territorio si presta a questa coltura, infatti ancora oggi il vino alpujarreño è notevolmente apprezzato.

Cosa vedere Pampaneira_Alpujarra_granada_tinao
Un lunghissimo tinao copre la via di Pampaneira.

Come altri paesi dell’Alpujarra, il paese odierno di Pampaneira è il risultato dell’unione urbanistica del quartiere alto ed il quartiere basso: il primo, anticamente dedicato all’allevamento, mentre che il secondo, dedicato all’agricoltura. Il paese si sviluppa intorno alla piazza della Libertad ed alla chiesa di tradizione mudéjar. Una moltitudine di strette stradine spesso intagliate nel mezzo da un indispensabile canale di scolo, collegano tra loro le semplici abitazioni e los tinaos (strutture architettoniche tradizionali dell’Alpujarra che tramite travi di castagno compongono una copertura).

Cosa vedere Pampaneira _Alpujarra_granada_Plaza
La piazza di Pampaneira. In primo piano las Jarapas, manufatti di cotone tipici dell’Alpujarra.

Cosa vedere a Bubión:

È un paese, probabilmente, di origine romana come testimoniano una serie di ritrovamenti. Il nome avrebbe origine latina e potrebbe essere interpretato come “terreno dei buoi“.  Il mulino dell’Alguastar attesta, invece, l’insediamento di popolazioni mussulmane in quest’area. Anche a Bubión, dopo l’espulsione dei moriscos, il paese fu ripopolato da famiglie procedenti dalla Galizia e dalla Castiglia.

Cosa vedere Bubion_Alpujarra_granada_vista
Il paese di Bubión visto da Capileira.
Cosa vedere Bubion_Alpujarra_granada_calle
Una via di Bubión sormontata da un tinao.

Come Pampaneira, il comune è composto da due quartieri principali, quello alto e quello basso, il secondo, indubbiamente il più tradizionale e il meglio conservato. La chiesa, ristrutturata nel XIX secolo, si ubica lungo il bordo inferiore della zona costruita del paese. Bubión è uno dei paesi dell’Alpujarra granadina che meglio conserva il contesto urbano, compresi gli orti ed i tianos che disegnano un paesaggio di particolare bellezza e serenità. La chiesa, le bianche case, i lavatoi ed il belvedere costituiscono gli elementi che maggiormente caratterizzano il paese.

Cosa vedere Bubion_Alpujarra_granada_calle noche
Uno scorcio di Bubión al tramonto. Notare la sagoma del tradizionale camino.

Cosa vedere a Capileira:

Come paese più elevato della Valle del Poqueira, si considera che la denominazione Capileira derivasse da “caput” (capo, testa), appunto paese più alto. Come le precedenti cittadine, anche Capileira ha avuto una crescita urbanistica interna, che ha unito il quartiere alto ed il quartiere basso, quest’ultima zona anticamente destinata al castello. Attualmente solo alcuni resti degli antichi orti separano il quartiere basso da quello alto, oggi, data l’espansione urbanistica, divenuto quartiere medio.

Cosa vedere Capileira_Alpujarra_granada
Il paese di Capileira visto dalla Sierra Nevada.
Cosa vedere Capileira_Alpujarra_granada_tinao
Un tipico tinao tra le vie di Capileira.

Il “barrio” basso è stato il centro nevralgico del paese in epoca mussulmana, con la moschea ed i centri amministrativi. Conserva la struttura ed architettura originale, con le ripide e strette viuzze, i tinaos ed il canale di scolo. Diversamente, il quartiere alto (oggi medio) ha avuto maggior rilevanza in epoca cristiana, data la costruzione della chiesa nel XVIII secolo. Capileira, come detto, è assieme a Pampaneira il paese più turistico dell’Alpujarra granadina. Un luogo fornito di tutti i principali servizi, dalla quale poter partire alla scoperta della Sierra Nevada e del Mulhacén e dove poter comprare i tipici manufatti artigianali della zona fatti di Jarapas (tessuto molto spesso usato per i tappeti e coperte) e di sparto. Oltre al vino ed al Jamón è molto apprezzato anche il cioccolato alpujarreño.

Cosa vedere Capileira_Alpujarra_granada_Calle
Le bellissime stradine tortuose di Capileira.

 

Dove dormire nella Velle del Poqueira

Come nell’Alpujarra, anche nella Valle del Poqueira, si sono sviluppate attività turistiche. Il mio consiglio è comunque quello di cercare B&B e agriturismi presenti tra le varie vallate della regione. Qui sarà possibile scegliere tra tutti gli alloggi disponibili nell’Alpujarra Granadina. Di seguito, invece, si mostrano gli hotel in offerta in provincia di Granada e Granada città.



Booking.com

Cosa vedere nella Valle del Poqueira (Granada):

    • Il borgo di Pampaneira
    • Il paese di Bubión
    • Le rovine del Castello arabo del Poqueira
    • La cittadina di Capileira
    • L’architettura tradizionale
    • I paesaggi dell’Alpujarra
    • I sentieri verso la Sierra Nevada

Per maggiori informazioni turistiche su cosa vedere a Pampaneira, Capileira e Bubión o per organizzare una visita non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Cosa vedere nell’Alpujarra di Granada: forti... A sud della grande muraglia naturale della Sierra Nevada, ad una sessantina di chilometri dalla città di Granada si estende una zona collinare-montagn...
I paesini più suggestivi d’Andalusia La Spagna è il secondo paese al mondo avente più beni riconosciuti Patrimonio Mondiale dell'Unesco. Questa medaglia d'argento significa comunque esser...
Visitare la Cattedrale e la Giralda di Siviglia: b... La prima cosa che dobbiamo visitare a Siviglia sono la Cattedrale e la Giralda. È consigliabile vedere la Cattedrale e la Giralda comprando un bigliet...

Cosa vedere nell’Alpujarra di Granada: forti emozioni

A sud della grande muraglia naturale della Sierra Nevada, ad una sessantina di chilometri dalla città di Granada si estende una zona collinare-montagnosa chiamata Alpujarra granadina. Dai nevai della Sierra Nevada, l’acqua drena verso il Mediterraneo formando, con il tempo, favolose valli. Le vallate dell’Alpujarra granadina, data l’esposizione a sud, godono di un clima mite nonostante la rilevante altitudine.

–>  Prenota il tour dei paesi dell’Alpujarra partendo da Granada.

Vedi anche: Paesi da vedere nei dintorni di Granada

Vedi anche: Cosa vedere nell’Alpujarra almeriense

Cosa vedere Alpujarra_Granada_Valle Poqueira
Una delle valli dell’Alpujarra granadina, quella creata dal fiume Poqueira.

Il paesaggio varia progressivamente in base alla quota. Gli alberi ad alto fusto (molti castagni e lecci) lasciano posto armoniosamente agli arbusti ed alle erbe (timo, finocchio selvatico, etc.). Sino ai 2.000-2.500 metri d’altitudine l’uomo ha approfittato delle terre coltivando sopratutto patate, orzo e segale e modificando sostenibilmente il paesaggio attraverso l’installazione di cortijos ed alla creazione di piccoli borghi. Infine, meno appariscenti nel contesto, ma non meno importanti sono i campi destinati alla pastorizia caprina.

Cosa vedere alpujarra_ granada_coltivazioni
Campi coltivati a Capilerilla.

Visitare l’Alpujarra granadina:

La maggior parte dei comuni dell’Alpujarra granadina possono essere definiti paesi di montagna. Questi hanno risolto l’incidenza del dislivello grazie a dei terrazzamenti che permettono di lavorare ed irrigare in modo omogeneo la terra. Molto probabilmente i terrazzamenti sono una delle tante conoscenze introdotte dalla popolazione berbera proveniente dalle montagne nordafricane durante il dominio arabo in Andalusia.  Queste terrazze, infatti, sono una replica di quelle esistenti nella catena montuosa dell’Atlas marocchino.

Cosa vedere alpujarra_ granada_terrazzamenti Trevelez
I terrazzamenti berberi lungo il fiume Trevélez.

Dopo la conquista cattolica di Granada, nell’Alpujarra granadina si rifugiarono gran parte dei mori che decisero di non lasciare la penisola iberica, vennero obbligati a battezzarsi ed allontanati con la forza dalle proprie tradizioni . Queste limitazioni furono la causa delle ribellioni e dell’espulsione dal paese degli ultimi mori dell’Alpujarra.

Cosa vedere alpujarra_ granada_terrazzamenti
In questa immagine si apprezzano i terrazzamenti di origine berbera tra Capileira e Bubión.
Cosa vedere alpujarra_ granada_vie pampaneira
Le strette vie del centro storico di Pampaneira.

Per effetto di questi eventi, la Alpujarra granadina soffrì un grande spopolamento e per volere del re cattolico Felipe II, il “deserto” alpujarreño venne ripopolato attraverso coloni di varia origine, come ad esempio i cittadini di Galizia instauratisi a Capileira ed a Pampaneira (uno dei paesini più suggestivi d’Andalusia). I nuovi abitanti introdussero culture, tradizioni ed usi molto differenti da quelli dell’Andalusia mussulmana creando dei piccoli mondi veramente particolari.

Cosa vedere alpujarra_ granada_vie capileira
Abitazioni tipiche con i classici tinaos a Capileira.

Che paesi vedere nell’Alpujarra granadina:

Lanjarón costituisce la porta d’accesso al cuore dell’Alpujarra granadina. Questo importante comune è, probabilmente, la città termale più famosa della Spagna. Il gran numero delle sorgenti e delle risorgive di acque medicinali hanno fatto sì che Lanjarón sia il principale nucleo turistico dell’Alpujarra ed uno dei più importanti della provincia di Granada.

Órgiva si ubica a 450 metri dal livello del mare, tra il Río Chico ed il Guadalfeo. Questa è il paese di riferimento dell’Alpujarra granadina occidentale e di tutta la denominata bassa Alpujarra. Fu dominata dai romani, successivamente dagli arabi ed infine dai Re Cristiani. Il duplice campanile della chiesa della Expiración domina tutta la vallata e da il benvenuto al visitatore nell’autentica Alpujarra granadina.

Cosa vedere alpujarra_ granada_orgiva
Le torri della chiesa della Expiración svettano dal paese di Órgiva.
Cosa vedere alpujarra_ granada_Lanjaron
Veduta al tramonto di Lanjarón, la porta dell’Alpujarra.

Oltre alle prime due città, è possibile dividere questo territorio in tre zone geograficamente coerenti:

  • La valle del Poqueira è una delle principali attrazioni turistiche della provincia di Granada. Nonostante un notevole flusso turistico e la trasformazione urbanistica, i nuclei storici dei borghi di Pampaneira, Bubión e Capileira non hanno perso la proprie radici.
  • La Taha de Pitres si ubica al lato opposto della gola della Sangre. Questa è una organizzazione comunale di origine araba che comprende diverse minuscole frazioni. Il fiume Bermejo separa Pitres da Pórtugos, una cittadina famosa per le sue sorgenti d’acqua ferruginose.
  • La valle del fiume Trevélez comprende i comuni di Busquístar e l’omonimo Trevélez. Il primo è il paesino che meglio conserva le caratteristiche dell’Alpujarra granadina, il secondo è il paese più alto della penisola Iberica ubicato a 1.476 metri d’altezza.
Cosa vedere alpujarra_ granada_Busquistar
Una classica vista della zona. Nella foto uno scorcio di Busquístar.

La forte identità dell’Alpujarra granadina viene trasmessa anche dalla gastronomia locale. Oltre al famoso Jamón Blanco de Trevélez, prodotto con suini bianchi ed avallato dal riconoscimento IGP (indicazione geografica protetta), l’Alpujarra offre una ottima selezione di vini, di zuppe (famosa è quella al finocchio), migas e di dolci.

–>  Prenota il tour dei paesi dell’Alpujarra partendo da Granada.

Cosa vedere trevelez_Alpujarra_granada_prosciutto
Un piatto di Jamón di Trevélez e vino alpujarreño.
Cosa vedere alpujarra_ granada_Cocido
Un cocido de hinojo (finocchio).

Dove dormire nell’Alpujarra granadina

Anche se piuttosto rurale, nell’Alpujarra si sono sviluppate attività turistiche. Diversi sono i B&B o agriturismi presenti nelle varie vallate della regione. Qui è possibile consultare tutti gli alloggi disponibili nell’Alpujarra Granadina. Di seguito, invece, tutti gli hotel in offerta in provincia di Granada e Granada città.



Booking.com

Cosa vedere nell’Alpujarra granadina (Granada):

  • Il paesaggio collinare-montagnoso
  • Il paese termale di Lanjarón
  • L’importante paese di Órgiva
  • La valle del Poqueira (Capileira, Pampaneira, Bubión)
  • La Taha de Pitres (Pitres, Pórtugos)
  • La valle del fiume Trevélez (Trevélez, Busquístar)

Per maggiori informazioni turistiche su questa località è possibile visitare la pagina turistica della comunità turistica dell’Alpujarra granadina. Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivere ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Las minas del Riotinto, un paesaggio marziano in A... Se nominiamo Huelva, la maggior parte del pubblico italiano non conoscerà questa provincia spagnola. Però, guardando la cartina d'Andalusia, noteremo ...
Le 3 U di Jaén: Úbeda, Unesco, Ulivo "Irse/Perderse por los Cerros de Úbeda" è una espressione Andalusa che si utilizza quando qualcuno, spiegando qualche concetto, prolunga troppo il pr...
Paesi da vedere vicino a Granada: 6 borghi da visi... Sono tanti i paesi vicino a Granada che meritano la pena essere visti. La provincia di Granada offre sia dei bei borghi dal ricco patrimonio culturale...