Albayzin cuore di Granada

La cosa meno raccomandabile, però che molti fanno, è visitare Granada di fretta, contemplando la magnifica Alhambra con i giardini del Generalife e dimenticando tutto il suo intorno. L’Alhambra è forse il monumento più maestoso di tutta Andalusia ed è un patrimonio mondale riconosciuto dall’Unesco. Non tutti sanno però, che questo bene di inestimabile valore culturale, è strettamente collegato con il quartiere  che si affaccia davanti a sé. Continua la lettura di Albayzin cuore di Granada

andalusia consigliata:

Palacio de Lebrija e Casa Salinas: due case-palazz... Case e palazzi signorili a Siviglia Siviglia è da sempre una città molto importante per l’aristocrazia e la nobiltà spagnola. La Real Alcázar per ese...
Il fantastico mondo decadente delle 11 torri di Éc... Écija è conosciuta come la città delle 11 torri, "la ciudad del sol" o la sartén (padella) d'Andalusia, un riferimento  alla conformazione morfologica...

Il Gazpachuelo, un piatto dei pescatori

Arriviamo alla costa malagueña, magari ben informati sulle spiagge migliori, sui monumenti e sulla storia della città che visiteremo. Ma per vivere una esperienza autentica bisognerà esplorare anche i sapori del territorio.

In una zona costiera, come quella di Malaga, sarà comune consumare pesce, infatti famosissimi sono los espetos (pesce grigliato nei classici chiringuitos della spiaggia). Ma i pescatori non potendo approfittare di tanto pesce,  nella loro dieta, integrano questo prodotto con degli ingredienti economici. Il Gazpachuelo è un piatto povero di costa, ancora turisticamente sconosciuto.

Gazpachuelo malagueño!

La ricetta del Gazpachuelo

Gli ingredienti di un autentico Gazpachuelo sono:

  • Brodo di pesce
  • Maionese a base d’aglio, tuorlo e olio d’oliva (fatta in casa)
  • Chiara d’uovo
  • Pane tostato
  • Patate

Come anticipato, questo piatto caldo non è pubblicizzato e non è facile trovarlo nei vari locali pubblici turistici. Il modo migliore per poter assaggiare questa prelibatezza venuta dal mare, è quella di appoggiarsi ad un abitante locale, chiedendo indicazioni su dove è possibile assaporare un buon Gazpachuelo malagueño.



andalusia consigliata:

L’olio d’oliva d’Andalusia: inim... Ancor più che vinicola, l'Andalusia è una regione olivicola. È circa di un milione e mezzo di ettari, infatti, la superficie coltivata a ulivo. In nes...
Fare merenda a base di “Churros” Se un pomeriggio tipicamente autunnale vi trovate a Siviglia, Malaga, Cordoba o in qualunque altro posto d'Andalusia, è d'obbligo fermarsi in un bar e...

Un punto bianco nella sierra de Grazalema

Grazalema è uno de los Pueblos Blancos (vedi anche Setenil de las Bodegas e Arcos de la Frontera) in provincia di Cadiz. Si ubica sulla strada che collega Ronda ad Arcos de la Frontera. È una piccola cittadina di poco più di 2.000 abitanti che attualmente sta avendo un grande interesse turistico. La sierra de Grazalema, primo parco naturale riconosciuto in Andalusia nel 1984 e Riserva della Biosfera Unesco nel 1997, offre angoli di pace integrando armonicamente la rigogliosa vegetazione con i vari paesini. Il caratteristico colore bianco di questi borghi è dovuto all’usanza di dipingere le case con la calce. Questo servirebbe ad impermeabilizzare le abitazioni ed a riflettere i forti raggi solari d’Andalusia. È curioso però, come Grazalema sia considerata la città spagnola nel quale cadono più millimetri di pioggia durante l’anno.

Vedi anche –> Tour dei Paesi Bianchi più belli

grazalema_andalusia_consigli_vacanze_tour_guida_viaggio_pueblos
Panoramica di Grazalema.

Paesi bianchi in Andalusia: Grazalema

Come la maggior parte dei paesi bianchi, Grazalema ha un’origine araba. Il XVII secolo però, è stato il periodo in cui la cittadina ha avuto una maggior fioritura economica, grazie ai lanifici ed alla produzione delle famose coperte. Un altro prodotto tipico della zona è il queso Payoyo, un gustosissimo formaggio derivato dal latte di capra e fabbricato nel limitrofo paese di Villaluenga del Rosario. Il turismo di Grazalema si incentra principalmente sull’escursionismo, sul trekking e sul relax. Numerosi sono i percorsi attraverso la sierra de Grazalema che collegano i vari paesi bianchi. La vicinanza del parco Los Alcornocales fa sì che, anche in questa zona, sia più che comune incontrarsi con piantagioni di alcornoques, dalla quale si ottiene il prezioso sughero (vedi Parchi Naturali d’Andalusia).

andalusia_consigli_grazalema_tour_guida_viaggio_pueblos
Grazalema nel bel mezzo della omonima sierra.

Tra il XVI e XVII sorgono le più famose testimonianza culturali di Grazalema. La Iglesia de Nuesta Señora de la Aurora, la Iglesia de San Juan e la Iglesia de San José sono gli unici monumenti religiosi rilevanti del paese. La loro architettura è semplice e rurale, ma risulta in coerenza con la sobrietà della cittadina gaditana.

grazalema_andalusia_consigli_vacanze_tour_guida_viaggio
Da sinistra a destra: la Iglesia de San José, la Iglesia de San Juan e la Iglesia de Nuestra Señora de la Aurora.

Dove dormire a Grazalema

Sorprende l’attività turistica di Grazalema. Nonostante le piccole dimensioni, qui è possibile trovare molta disponibilità d’alloggio. Qui potrete consultare la disponibilità di tutte le strutture ricettive. Di sotto, invece, tutti gli hotel in provincia di Cadice in offerta.



Booking.com

Cosa vedere a Grazalema (Cadice):

  • La Chiesa della Nuesta Señora de la Aurora
  • La Chiesa de San Juan
  • La Chiesa de San José
  • Il belvedere

Date le ridotte dimensioni di tutte le cittadine di questa parte della provincia di Cadiz, è molto comune visitare più comuni in una stessa giornata. I tour de los pueblos blancos partono da tutte le maggiori città d’Andalusia Occidentale (Cadiz, Jerez, Malaga, Ronda, Sevilla). Per maggiori informazioni su Grazalema è possibile visitare la pagina web comunale. Per consigli personalizzati o per organizzare un tour non dubitate a scrivere ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Un deserto in provincia di Granada: Gorafe e la Ca... In provincia di Granada a 80 Km dal capoluogo troviamo un deserto, quello di Gorafe. Questo territorio a poca distanza da Baza e Guadix è conosciuto c...
Novo Resort Sancti Petri: lusso a 5 stelle in prov... Portandomi a casa un ricordo (grazie Jaime). L'Andalusia spesso è vista come un destino economico, ma in questa regione ci sono chiari esempi di l...

Frigiliana, tre culture…e in lontananza il Mediterraneo

Nel fantastico ufficio di informazione turistica di Frigiliana, immediatamente, si scopre che questo paese dell’Axarquia ha ospitato tre culture nell’arco della sua storia. Questo non è del tutto sorprendente, dato che, in Andalusia, ebrei, mussulmani e cristiani hanno frequentemente abitato le stesse città.

–>  Prenota la visita a Nerja e Frigiliana partendo da Malaga.

andalusia_consigli_tour_viaggio_frigiliana_malaga
Un panorama dalla città, in lontananza si apprezza il Mediterraneo.

Cosa vedere a Frigiliana

Però, Frigiliana è una cittadina speciale. Con i suoi 3.400 abitanti è un paese, della provincia di Malaga, tradizionalmente votato all’agricoltura (in tutta la Axarquia ha molta importanza l’avocado), alla produzione di miele e da qualche tempo al turismo. Lo sviluppo di quest’ultima attività ha fatto sì che vi sia nel comune uno speciale riguardo verso il decoro urbano e che i negozi si specializzino nella vendita di artigianato e gastronomia del luogo.

frigiliana_malaga_andalusia_consigli_vacanze_tour_guida_viaggio
Un’abitazione del centro storico di Frigiliana.

Le tre culture di Frigiliana sono ricordate dai vari monumenti del paese e dai molteplici cartelli informativi piastrellati e decorati, che si possono trovare per tutto il centro storico. La stessa maglia urbana del centro abitato è una chiara testimonianza dell’origine araba del paese. Vi sono dati certi che a Frigiliana durante gli ultimi decenni del XV secolo convissero in armonia mussulmani, cristiani ed ebrei.

andalusia_consigli_tour_viaggio_frigiliana_malaga_andalucia
Particolare de El Ingenio di Frigiliana.

Il bene culturale che predomina nella cittadina è sicuramente El Ingenio. Quello che fu edificato come palazzo del conte Manrique de Lara nel XVI secolo, oggi è una autentica fabbrica di miele di canna da zucchero, unica produttrice in tutta Europa. Ci sono testimonianze di come la produzione di miele di canna nel Ingenio di Frigiliana fosse già operativa nel ‘700. Alcuni macchinari del primo ‘900, ancora oggi, vengono utilizzati in questo antico edificio civile convertito, per necessità, in produttore economico locale.

frigiliana_malaga_andalusia_consigli_vacanze_tour_guida_viaggio
El Ingenio, la unica fabbrica di miele di canna in Europa.

Oltre ad un insieme di beni notevole, Frigiliana vanta di un patrimonio paesaggistico incredibile. Ubicata al limite della Sierra de Tejeda, Almijara y Alhamadista meno di 10 chilometri dal mare Mediterraneo e dalla città costiera più vicina, che è Nerja (vedi Parchi Naturali d’Andalusia).  Per questo motivo, il panorama che si osserva dalla città è meraviglioso, un tipico ambiente serrano in primo piano ed in lontananza i colori del Mediterraneo.

mare_frigiliana_malaga_andalusia_consigli_vacanze_tour_guida_viaggio
Frigiliana, la sierra e il Mediterraneo.

Se intraprendiamo qualche sentiero che si addentra nella campagna, possiamo trovare paesaggi incluso migliori. Contemplare la bianca cittadina, su di un fondo verdone e con le tonalità azzurre del mare e del tipico cielo sereno d’Andalusia è un’esperienza che fa di Frigiliana un paese speciale.

andalusia_consigli_tour_viaggio_frigiliana_andalucia
Una simpatica capretta lungo uno dei sentieri rurali che iniziano da Frigiliana.

Dove dormire a Frigiliana

Frigiliana è un’ottima località dove poter soggiornare. Qui potrete trovare tutte le strutture disponibili in questa bellissima cittadina dell’Axarquia. Sotto, invece, tutti gli hotel in offerta in provincia di Malaga.



Booking.com

Cosa vedere a Frigiliana (Malaga):

  • El Ingenio
  • La Fuente (fontana) Vieja
  • La Casa del Apero
  • Il Torreón
  • La Chiesa di Sant’Antonio da Padova
  • Il belvedere
  • Il Parco della Sierra de Tejeda, Almijara y Alhama

–>  Prenota la visita a Nerja e Frigiliana partendo da Malaga.

Per maggiori informazioni sul paese è possibile visitare la pagina turistica del comune. Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

I cortili di Córdoba: molto più che una festa di f... La festa dei cortili di Córdoba (Fiesta de los Patios de Córdoba)  è un evento riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio Immateriale dell'Umanità. ...
Mezza giornata ad Almodóvar del Río. Cultura e div... A soli 22 km da Córdoba e non molto lontano a Medina Azahara, nella regione geografica della Valle del Medio Guadalquivir si situa Almodóvar del Río. ...

Le contrapposte spiagge di Carboneras

Carboneras è una cittadina della costa levantina della provincia di Almeria di poco più di 8.000 abitanti. Questo comune a nord di Níjar, oltre a essere un paese di pescatori, è famoso per essere quasi totalmente inserito nel Parco Naturale de Cabo de Gata-Nijar. Ciò significa che i paesaggi terrestri e marittimi, in questo spazio protetto, sono unici in tutta la regione. Le montagne di origine vulcanica formano dei terreni aridi e semi-aridi, che sboccano nel mar Mediterraneo.

Vedi anche –> Le migliori spiagge d’Almeria

andalusia_consigli_viaggio_tour_almeria_cabo-de-gata
La “periferia” di Carboneras, immersa nel Parco Naturale Cabo de Gata-Nijar.

Le spiagge di Carboneras

La frangia costiera con le sue spiagge e le saline sono un notevole patrimonio naturale, così come il gran tratto di mare adiacente ed il suo fondale. Un esempio della ottima conservazione e del rispetto del parco naturale è la Playa de Los Muertos. Questa è una spiaggia lunga poco più di un chilometro, cui deve il peculiare nome ad una leggenda che racconta come in questa parte del litorale si ritrovarono diversi cadaveri di naufraghi sospinti dalla corrente.

cabo-de-gata_-almeria_andalusia_tour_consigli_viaggi_turismo_cosa-vedere_andalucia_muertos
Lo scoglio che caratterizza la Playa de los Muertos.

La spiaggia è di ghiaietta fine, grigiastra, con pietre nere di origine vulcanica che spuntano occasionalmente. La sua bellezza e conservazione viene garantita dal difficile accesso (bisogna scendere da un ripido sentiero abbastanza sconnesso) e dal forte vento “levante” che spazza costantemente la cala. Questi fattori garantiscono un’acqua dal colore blu marino ed una alta frequentazione turistica solamente durante i mesi estivi.

Una fantastica vista della spiaggia de Los Muertos a Carboneras.
Una fantastica vista della spiaggia de Los Muertos a Carboneras.

A differenza della spiaggia de Los Muertos, il paesaggio della playa del Algarrobico è stato deturpato dalla costruzione di un Hotel. Questo edificio è divenuto simbolo della lotta all’abusivismo nel territorio costiero d’Andalusia (anche se in Almeria gli esempi sono piuttosto rari). Questa spiaggia, di 3 chilometri di lunghezza, fu lo spettacolare scenario delle riprese del film “Lawrence d’Arabia” (vedi Cinema in Andalusia). Purtroppo, però, dal 2003, con la costruzione del Hotel Algarrobico, il paesaggio è cambiato notevolmente. La spiaggia continua ad essere di notevolissima qualità, ma la vista del Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar è guastata dall’edificio illegale.

carboneras_almeria_andalusia_consigli_vacanze_tour_guida_viaggio_spiaggia
La playa urbana di Carboneras.

Nonostante questo spiacevole esempio, è da sottolineare come le spiagge di Carboneras, ma in generale di tutta la provincia di Almeria, siano di altissima qualità. Diversamente dalla costa malagueña, questa zona andalusa non è sottoposta alle pressioni del turismo di massa ed è per questo che risulta molto piacevole e rigenerante trascorrere una tranquilla giornata in una delle playas di Carboneras.

Dove dormire a Carboneras

Carboneras è un’ottima soluzione per dormire nel Parco di Cabo de Gata. In questa località vi sono alcuni alloggi proprio utili ad esplorare tutte le spiagge della zona. Qui potrete consultare tutti gli stabilimenti e appartamenti e b&b presenti a Carboneras. Di seguito, invece, tutti gli hotel in offerta nel Parco di Cabo de Gata.



Booking.com

Cosa vedere a Carboneras (Almeria):

  • Il Parco Naturale Cabo de Gata-Níjar
  • La spiaggia de los Muertos
  • La spiaggia del Algarrobico

Per maggiori informazioni sul turismo sol y playa a Carboneras è possibile visitare la pagina web dell’agenzia turistica d’Almeria. Per consigli personalizzati o per organizzare una visita non dubitate a scrivere ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Le spiagge di Huelva: dove andare in vacanza in Sp... Nelle spiagge di Huelva anche se non sono molto conosciute, troveremo forse il miglior mare d'Andalusia. Huelva comprende la parte nord della Costa de...
A Conil con “levante” o senza L'infinita spiaggia del Palmar. Chi fosse già stato sulla Costa de la Luz o la costa atlantica andalusa, sa benissimo che nei giorni che tira vent...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: