Il serranito: opzione sempre valida a Siviglia

Se qualcuno dovesse chiedermi quale è il piatto tipico di Siviglia, io risponderei senza dubitare il Serranito. È vero che diversamente dagli spinaci con ceci, il pescaito frito o la coda di toro, il serranito non è propriamente una pietanza, bensì uno spuntino.

Vedi anche –> Dove mangiare a Siviglia

mangiare_siviglia_serranito
Un serranito nella Plaza del Altozano a Triana.

Un panino, però, che è possibile trovare nella gran parte dei bar della capitale d’Andalusia e che contiene alcuni dei prodotti più comuni nella cucina andalusa come il Jamón, il peperone fritto e la lonza di maiale.

Gli ingredienti di un classico Serranito sono:

  • Pane
  • Lonza di Maiale
  • Jamón Serrano
  • Peperone fritto
  • Pomodoro
  • Patatine fritte d’accompagnamento
Serranito in provincia di Siviglia.
Serranito in provincia di Siviglia.

Una prelibatezza che la popolazione locale assapora indifferentemente a pranzo e a cena. Un’alternativa semplice, spesso disponibile e nella maggior parte dei casi di ottima fattura. Una certezza dei bar di Siviglia.

Per maggiori informazioni su cosa mangiare a Siviglia è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Se non c’è l’uovo di Pasqua…3 do... Sino ad alcuni anni fa l'uovo di Pasqua in Andalusia era pressoché introvabile. Da qualche anno, grazie alle influenze dal nord, anche nei supermercat...
Far colazione in Andalusia Cosa ordinare per colazione se ci troviamo in un bar andaluso? Non è facile decidere in un'usanza così diversa da quella italiana. Per prima cosa biso...

10 miti da sfatare sull’Andalusia

Con quest’articolo vorrei sfatare alcuni miti molto diffusi sull’Andalusia. Idee in parte non del tutto corrette che capto dalle e-mail che ricevo da parte dei lettori.

Miti da sfatare in Andalusia

1.Tutti gli andalusi sanno ballare Flamenco:

miti_andalusia_flamenco
Memento Flamenco in un evento a Las Setas di Siviglia.

È vero, il Flamenco è un ballo sorto in Andalusia, ma non è assolutamente vero che tutta la popolazione di questa regione sappia ballarlo. Non è neanche un genere che piaccia proprio a tutti, infatti in Andalusia è possibile apprezzare bravissimi artisti di altro genere musicale (vedi Musica in Andalusia). Anche i tablao, ormai, sono tutte attività prettamente turistiche. La popolazione andalusa normalmente non assiste agli spettacoli di Flamenco proposti nei tabalo turistici. Solo occasioni speciali come la Bienal de Flamenco di Siviglia riesce ad interessare parte della popolazione locale.

 

2.L’Andalusia è tutta secca:

miti_andalusia_vegetazione
Il verde parco naturale di Cazorla, Segura y las Villas.

In Andalusia si ubica l’unico deserto presente in Europa, quello di Tabernas. Questa regione, però, nonostante il gran caldo estivo presenta ben 24 parchi naturali distribuiti uniformemente nel territorio andaluso. Queste aree sono spazi protetti ricchi di verde e (alcune) sono indispensabili riserve d’acqua.

 

3.Cordoba e Granada si possono visitare in giornata:

miti_andalusia_cordoba
Una vista del ricchissimo centro storico di Cordoba.

Cordoba e Granada sono città dalle medie dimensioni, ma dal grandissimo patrimonio culturale. A Cordoba, oltre alla Mezquita, il centro storico ospita monumenti importantissimi come l’Alcazar de los Reyes Cristianos, la Sinagoga o il Palacio de Viana (cosa vedere a Cordoba). Granada non è solo l’Alhambra. Oltre al fantastico palazzo reale nasride sarà indispensabile visitare almeno il quartiere dell’Albaicín, la Cattedrale e la Cartuja (cosa vedere a Granada).

 

4.Il cibo andaluso è tutto fritto:

miti_andalusia_pescaito frito
Un piatto di “pescaito frito”.

Alcuni dei piatti più celebri andalusi sono fritti, come per esempio il “pescaito frito”, i “chicharrones” o le “croquetas”. Ma la dieta d’Andalusia si caratterizza soprattutto per il “cuchareo”, ovvero per le pietanze che si consumano con il cucchiaio. Queste possono essere ricette di piatti freddi come il salmorejo e la mazamorra o di piatti caldi come le lenticchie, gli spinaci con i ceci e il cocido andaluso.

 

5.Non c’è niente da vedere a Malaga:

miti_andalusia_Malaga
Il Teatro Romano e l’Alcazaba di Malaga.

Malaga non avrà un monumento del calibro della Giralda, della Mezquita o dell’Alhambra, ma ha tanti beni (Cattedrale, Teatro Romano, Alcazaba, etc.) e musei (Picasso, Pompidou, Thyssen, etc.) da poter contemplare (cosa vedere a Malaga). Se a tutto ciò sommiamo che Malaga è culturalmente la città più dinamica d’Andalusia, allora otterremo una meta turistica tra le più interessanti d’Europa.

 

6.In Andalusia tutti adorano la corrida…

miti_andalusia_corrida
La Plaza de Toros Maestranza di Siviglia.

Gli amanti de “los toros”, ormai, rappresentano la minoranza della popolazione andalusa. La gran parte degli andalusi non ha mai assistito ad una corrida e non ha alcun interesse verso questa manifestazione. Inoltre, anche qui, come in buona parte del mondo occidentale, il rispetto verso la vita animale è sempre più incisivo e diffuso.

 

7….e la Semana Santa:

miti_andalusia_semana santa
Un momento della Settimana Santa di Cordoba.

A molta gente piace la Semana Santa o Settimana Santa, ma non a tutti. Un’importante fetta di popolazione non sopporta le processioni di Pasqua e per questo cerca di allontanarsi il più possibile dalla confusione che causa questa festa religiosa divenuta di particolare interesse turistico.

 

8.Siviglia ha il centro storico più grande…

miti_andalusia_siviglia
La Plaza Doña Elvira nel Barrio Santa Cruz di Siviglia.

Del mondo? No! D’Europa? No! D’Andalusia? Nemmeno! Si è diffusa l’idea che il centro storico di Siviglia sia il più grande d’Andalusia, ma ciò è discutibile. Alcuni, per campanilismo, affermano che quello di Cordoba sia maggiore, la verità è che non vi è una risposta certa. Per stilare una graduatoria del genere, infatti, risulta quasi impossibile delimitare il centro storico di una città e ancor più difficile risulterebbe definire che epoca storica considerare.

 

9.Le uniche spiagge belle in Andalusia sono in provincia di Cadice:

miti_andalusia_spiagge
Una spiaggia della provincia di Huelva.

Certamente le spiagge di Cadice sono tra le più celebri della regione (Bolonia, Valdevaqueros, El Palmar, etc.). La verità è che spiagge meno famose ma altrettanto affascinanti, come quelle di Cadice, le troviamo lungo tutto il litorale d’Andalusia. Mi piacerebbe sottolineare, però, le meno rinomate spiagge della provincia di Huelva ed Almeria, zone che ospitano ogni anno pochissimi turisti italiani (vedi le più belle spiagge in Andalusia).

 

10.Andalusia è un paradiso in cui vivere:

miti_andalusia
Nell’entroterra d’Andalusia si superano facilmente i 40 gradi d’estate.

Per studiare o per una vacanza, l’Andalusia è senza dubbio una destinazione tra le migliori d’Europa. Vivere però non è così paradisiaco. Vorrei sottoporvi soprattutto due numeri: 30 e 40. 30% è la disoccupazione che oggi troviamo (2016) in Andalusia (oltre 50% disoccupazione giovanile). 40 sono i gradi che si raggiungono e si superano durante l’estate andalusa. Una situazione che rende davvero infernale la sopravvivenza nelle ore diurne.

 

Se conoscete altri miti da sfatare sull’Andalusia, aspetto le vostre segnalazioni ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o non dubitate a compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy



andalusia consigliata:

10 motivi per vivere in Andalusia! Vivere in Andalusia è una scelta effettuata da un sempre più alto numero di stranieri. La tendenza crescente è data soprattutto da persone del nord Eu...
Un matrimonio in Andalusia: M&F sposi lungo l... C’è chi pensa che sposarsi all’estero sía una pazzia, “cose moderne” come direbbero i nostri nonni. A me, che da ben 9 anni vivo in un paese che non è...

Le migliori foto degli italiani alla Feria di Malaga

Come per la Feria de Abril di Siviglia, anche per quella di Malaga raccolgo le migliori foto in Instagram degli italiani che hanno partecipato a questa fantastica manifestazione.

Tipiche decorazioni della Feria di Malaga. Dominano i colori della marca Cartojal.
Tipiche decorazioni della Feria di Malaga. Dominano i colori della marca Cartojal.

Le migliori foto degli italiani alla Feria di Malaga

La particolarità della feria di Malaga è che, diversamente dalle altra ferias della regione, quella della capitale della Costa del Sol, si compone di due momenti differenti della giornata: quella diurna e quella notturna.

Feria di Malaga di giorno

La feria di Malaga durante il giorno si svolge nel centro storico, con la Plaza de la Constitución e la Calle Larios come zona centrale della festa. Concerti ed eventi di ogni tipo animano e fanno ballare la popolazione locale che si mischia senza problemi con i turisti.

#groupies#nonne#granny#malaga#respect#senzapaura#andalusia#2k16

Una foto publicada por Stefano Bencivenga (@benci88) el

Tra la #feria di #malaga #andalucia #andalusia #spagna #españa #festa #trip #viaggiare #viaggio #andaluciatrip

Una foto publicada por Fabio (@johnny99_) el

Feria di notte

Di notte, invece, la Feria di Malaga si svolge nel modo tradizionale andaluso, ovvero nel “recinto ferial” con la “portada” illuminata e le casetas dove ballare e poter cenare. Il centro storico con il calar del sole poco a poco si svuota, lasciando spazio alle grandi pulizie.

La feria de Malaga. #mirandalusia #andalusiaviaggioitaliano #flamenco #andalusia #day9

Un vídeo publicado por Chiara (@lachi_chi) el

Il Cartojal

Il protagonista della Feria di Malaga, non è il rebujito come a Siviglia o il vino fino come a Cordoba, bensì è il vino Cartojal. Un vino malagueño che assaporato molto fresco combatte la grande afa della località costiera.

#malaga #Andalusia #feria #cartojal #costadelsol

Una foto publicada por Alice Ines Maiorino (@aliceines) el

#andalucia #andalusiatravel #andalusiaviaggioitaliano #malaga #feriademalaga #picoftheday #istamoment #istamood #bestmoments #cartojal Una sola parola: NO WORDS

Una foto publicada por Valentina Bonavolonta’ (@valina_healthy_life) el

#feriademalaga#cartojal #malaga#fiesta#andalusia#espana

Una foto publicada por Antonio Baccaro (@bifuel) el

 

Per maggiori informazioni sulla Feria di Malaga o per organizzare una visita non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 


andalusia consigliata:

Prodotti tipici e persone tipiche delle strade di ... A Siviglia le strade non sono solo una via di comunicazione, bensì anche uno spazio pubblico dove commerciare. Qui è ancora possibile comprare alcuni ...
15 panorami assolutamente da vedere in Andalusia Dalla provincia di Huelva a quella d'Almería, la conformazione morfologica dell'Andalusia è estremamente varia. Questo sali e scendi, sommato al patri...

…Come in un labirinto…

Per la rassegna “Andalusia con i tuoi occhi” questo emozionante articolo di Daniela, una fotografa che si è lasciata trasportare dalla bellezza dell’Andalusia.

Perdersi in Andalusia

Artigiano_sculture_di_legno_CordobaUn viaggio che per me è arrivato per caso, la voglia di partire, la Spagna che chiama e il biglietto che costa meno, pochi giorni purtroppo in questa terra, solo 5 giorni nella quale però i miei sensi sono stati tutti ampiamente appagati. Ho avuto modo di visitare Siviglia, Ronda e Cordoba, ma non sono qua per darvi suggerimenti turistici, per quello esistono le guide di viaggio. Io, in qualità di fotografa ho un consiglio da darvi, che è quello di perdervi per le strade. Non fermatevi solo ai monumenti o alle vie principali o ai locali più conosciuti, buttatevi nella prima strada che incrociate ed iniziate a camminare come se foste in un labirinto. Dettaglio_Barrio_Santa_Cruz

Non seguite la cartina, cercate di orientarvi, avrete modo di vedere scorci e dettagli caratteristici, particolari, artigiani al lavoro ecc. Il bello di questo angolo di Spagna è che non c’è criminalità e se c’è, bhe, io e la mia attrezzatura fotografica non l’abbiamo minimamente percepita nè di giorno nè di notte. Quindi perdetevi, non abbiate paura di farlo, fatelo con la consapevolezza che se sarete in difficoltà, ci sarà sempre nelle vicinanze un andaluso gentile e disponibile ad indicarvi la strada giusta per raggiungere la vostra destinazione.Plaza_de_toros_Siviglia

In questi 5 giorni ho avuto modo di fermarmi più volte a scambiare qualche parola con qualcuno del posto e mai ho trovato qualcuno indisposto o poco cordiale, persone simpatiche ed ospitali, sempre con un sorriso da dedicarti e con la mano rivolta verso di te pronta ad indicare la strada se ti perdi.

Hasta luego Andalusia!

Potete trovare altre bellissime foto di Daniela nel suo account Instagram o nella sua pagina Facebook. Non perdetevele!

Potete partecipare anche voi ad #Andalusiaconituoiocchi, inviando il vostro contributo (foto e testi) ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Córdoba con gli occhi di Diego Questa è la settima tappa di un tour on the road in Andalusia. Il resto del viaggio si trova nel Blog Esplorazioni Minime. Cosa vedere a Cordoba i...
“Una storia d’amore con Siviglia”... Quest'oggi per la rassegna "Andalusia con i tuoi occhi" raccolgo l'invito di Teresa. Questa ragazza della provincia di Varese (come me!) ha vissuto a ...

5 errori/orrori sull’Andalusia trovati nel web

In internet si trova davvero di tutto, è una grande piazza dove ognuno dice o urla ciò che vuole. Io però non posso accettare errori sull’Andalusia. Non evidenzierò le errate del pubblico, però sì quelle di aziende pubbliche o private e pagine di divulgazione riguardo a viaggi e Andalusia.

Errori ed orrori sull’Andalusia

Il primo errore che evidenzio è quello di questa pagina facebook che mostra contenuti sull’Andalusia. La foto, pur essendo bella, non è stata scattata di certo nella Costa del Sol, bensì a 120 Km di distanza, precisamente il paese che ritrae è Olvera in provincia di Cadice. Riportandolo all’Italia è come mostrare una foto di Torino per promuovere la costa ligure. Quando si usa una foto presa da internet è meglio controllare, grazie.errore costa del sol

 

Anche Iberia sembra aver perso la rotta, almeno per quanto riguarda la geografia. In questo tweet propone al pubblico un indovinello, peccato che non abbiano le idee molto chiare. Nella foto compare il Mulhacén (Sierra Nevada) la cima più alta della penisola iberica e non della Spagna, dato che risulta essere il Teide nelle Canarie. Un errore così si può giustificare? Da Iberia, no! Dovrebbero ripassare la geografia elementare.

errore iberia

 

Una cosa che il pubblico di internet adora è il toro di Osborne. Come per esempio la bellissima sagoma nera durante il tramonto di Alicante…a 180 Km dal confine con l’Andalusia. Ai reporter di viaggi deve avergli fatto male il caldo alicantino. Consiglio: darsi una rinfrescata prima di twittare.errore alicante

 

Il quarto errore è meraviglioso! La foto è bellissima e l’orrore esagerato. Una bella foto della Ciudad de las Artes y las Ciencias di Valencia ed un accattivante annuncio che ci invita a visitare la “città più magica d’Andalusia”. Così magica che si è trasferite nella Comunidad Valenciana. Un errore grande come gli oltre 300 Km che separano Valencia dall’Andalusia. Un’agenzia di viaggi…no comment.errore valencia

 

L’ultimo errore è anche il più recente e l’unico dei 5 che dopo la mia segnalazione si è scusato ed ha corretto. Anche io nello spazio “Oltre il confine” ho parlato dei mulini di Consuegra che hanno ispirato Cervantes nel suo Don Chisciotte. Tutte le meraviglie, però, non possono essere in Andalusia, infatti questi “giganti dalle lunghe braccia” si ubicano in provincia di Toledo (Castiglia-La Mancia). Si può sbagliare e come in questo caso correggere, bravi!Errore consuegra

 

Se volete cercarli, tutti gli errori sono ancora in rete. Aspetto anche le vostre segnalazioni a alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o non dubitate a compilare il seguente form:

Accetto la Privacy Policy



andalusia consigliata:

Cosa fare un weekend a Malaga? La mia esperienza c... Malaga è una città sorprendente, quando pensi di conoscerla è proprio allora che si rinnova ed innova. Forse per questo, la capitale della Costa del S...
Siviglia ha un colore speciale…anche di nott... C'è una famosa canzone (ormai diventata noiosa) che dice: "Sevilla tiene un color especial", ovvero Siviglia ha un colore speciale. Effettivamente la ...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: