Categorie
Marocco Poco oltre il confine

Cosa vedere a Marrakech in un weekend

Marocco e Andalusia sono due territori separati alla nascita. Ad un’ora di volo dall’Andalusia si trova una destinazione così esotica, ma anche così famigliare. Un paese che si ama o si odia. Io personalmente adoro la sua gastronomia, i suoi souk, le moschee e le madrase, gli innumerevoli gatti che vagano per le sue labirintiche medine e le esperienze nei suoi hammam. Per inoltrarci in Marocco di seguito verranno descritte le cose essenziali da vedere a Marrakech, una città vibrante, affascinante e caotica.

cosa_vedere_marrakech_bar
Un panorama di Marrakech.

–> Prenota un taxi dall’aeroporto al tuo hotel di Marrakech

Vedi anche –> La migliore assicurazione viaggi per il Marocco

Vedi anche –> Dove mangiare a Marrakech

Cosa visitare a Marrakech per innamorarti del Marocco

Soprannominata la Città Rossa, Marrakech è la destinazione perfetta per iniziare a scoprire un paese come il Marocco. È tanto autentico e caotico quanto paradossalmente facile da padroneggiare per gli stranieri e questa è una virtù quando si viaggia. Qui troveremo molta purezza, ma anche eccellenti servizi turistici che renderanno il viaggio molto più spensierato.

Marrakech è sicura?

Non è una città insicura, così come molti affermano. Vive del turismo e difficilmente la popolazione si comporterà male con uno di questi visitatori, mettendo a repentaglio l’economia di tutta la città. La medina anche se sempre di difficile interpretazione per un Europeo non è tra le più complicate da passeggiare del Marocco. Con Google Maps sarà fattibile girovagare tra le viuzze senza perdersi (cosa impossibile per esempio nella medina di Meknes). Come in qualunque grande città bisognerà solo stare attenti ai piccoli furti ed è vero che i prezzi per un turista saranno sempre in partenza più elevati. È anche questo però il fascino del Marocco, nella quale bisogna sempre negoziare e contrattare.

–> Prenota questa visita guidata a Marrakech in italiano economica

cosa-vedere-marrakech-piazza-spezie
Un tè con vista a Marrakech.

Dove dormire a Marrakech

Per dormire a Marrakech è meglio farlo in un riad, l’alloggio tradizionale in Marocco. Questo è uno che ho provato e che ho adorato, situato a due passi dalla piazza Jemaa el Fna, con personale gentilissimo e colazioni incredibili.

cosa-vedere-marrakech-riad
Il riad dove ho dormito a Marrakech.

Piazza Jemaa el Fna, dove batte il cuore di Marrakech

La spianata che costituisce piazza Jemaa el Fna è il vero cuore della medina di Marrakech. Il punto nevralgico e, ovviamente, un luogo di passaggio obbligato. Il contrasto di visitarla di mattina, con solo i più mattinieri che iniziano la giornata, e al tramonto, con una folla assordante, è impagabile. Guardarla e riguardarla, schivando le persone in strada o seduti comodi dall’alto delle terrazze che la circondano, è una delle cose più essenziali da fare a Marrakech. È impossibile stancarsi di questo romantico caos, ricco di colori, rumori e stimoli.

cosa-vedere-marrakech-piazza
La magica piazza Jemaa el Fna di Marrakech.

La vista migliore sulla piazza si gode dal Café Glacier, ma un’altra bella vista panoramica è anche da Chez Chegrouni o dal Café de France. Man mano che avanzava il calare della notte, la piazza si trasforma da pochi venditori di succhi e coperte per terra a centinaia di artisti in cerca di attrazione per i visitatori: portatori d’acqua, musicisti, tatuatori all’henné. La cosa migliore, però, sono le bancarelle di cibo dove turisti e gente del posto condividono un tavolo per gustare pesce fritto, spiedini moreschi e altre prelibatezze. Sarà possibile acquistare anche un vassoio di pasticcini dai venditori ambulanti, curiosare tra i negozi ancora aperti che costeggiano la piazza o salire su un tetto per prendere un tipico tè con menta.

cosa-vedere-marrakech-plaza-notte
Scende la notte nella piazza Jemaa el Fna.

La Koutoubia, la sorella gemella della Giralda di Siviglia

Sebbene l’ingresso alla moschea sia consentito solo ai musulmani, la Koutoubia è una delle principali cose da vedere a Marrakech. Questo minareto è la torre più alta della città e se ci avviciniamo un po’ al parco che lo circonda (Lalla Hasna) vedremo le sue somiglianze con la Giralda di Siviglia. Non è un caso che la città di Siviglia (1195) abbia preso come riferimento per la sua costruzione la marocchina Kutubia (1158). Infatti la versione originale della Sevillana era praticamente identica.

cosa_vedere_marrakech_koutoubia
La Koutoubia, gemella della Giralda.

Le Tombe Saadiane, una visita imperdibile a Marrakech

Queste tombe appartenenti alla dinastia Saadi risalgono al XVI secolo e furono scoperte solo nel 1917. È uno dei luoghi più impressionanti da visitare a Marrakech. Si trovano accanto alla Moschea Moulay El Yazid, vicino alla porta Bab Agnaou. All’interno del complesso funerario, la Sala delle Dodici Colonne e le sue tombe sono le più impressionanti, con la dozzina di pilastri di marmo che sostengono una bellissima cupola in legno di cedro fatta a mano (si forma coda per entrare nello spazio, quindi è meglio andare presto). Altre stanze rilevanti sono la Sala delle Tre Nicchie e la Sala Mirhab. Il prezzo d’ingresso è di 70 Dhs.

cosa-vedere-marrakech-tombe
Le tombe Saadiane.

Palazzo El Badi

Non lontano dalle Tombe Saadiane, dirigendosi verso il Mellah, l’antico quartiere ebraico di Marrakech dove si trovano anche alcune sinagoghe come Al Azama e il cimitero ebraico, troviamo il Palazzo El Badi. Questo monumento ospita diverse mostre con fotografie e pezzi da museo, anche se senza dubbio la cosa più interessante è passeggiare tra i suoi muri in pietra con il pavimento riccamente decorato di piastrelle. Il prezzo d’ingresso è di 70 Dhs.

cosa-vedere-marrakech-el-badi
Stupendo palazzo El Badi.

Palazzo El Bahia

Uno dei capolavori della città è il Palazzo El Bahia, chiamato anche Palazzo Bello (che è la sua traduzione letterale dall’arabo). Fu costruito nel XIX secolo e conta otto ettari e 150 stanze. Mica male, vero? Il biglietto d’ingresso è anche qui di 70 Dhs.

cosa-vedere-marrakech-palazzo-bahia
Affascinante palazzo El Bahia.

Giardino Segreto

Non tutte le guide consigliano questa visita, ma questo rifugio verde tra le strade tortuose della medina risulta essere una necessaria boccata d’aria fresca. Questo giardino in stile arabo-andaluso è un inno a tutte le gamme verdastre, e non solo per la varietà delle sue piante, ma anche per le sue tegole, i suoi tetti e i suoi chioschi. È del XVI secolo, della dinastia Saadi. Il prezzo è un po’ caro, 100 Dhs.

cosa-vedere-marrakech-giardino-segreto
Vista dall’alto del giardino segreto.

Cupola Almoravide

Prima di raggiungere la madrasa di Ben Youssef, ci si imbatte nel Qubba Barudiyne, il monumento più antico di Marrakech. Questa cupola è l’unica vestigia Almoravide che si conserva in perfette condizioni. Risale al XII secolo e rimase sepolto fino a 70 anni fa.

cosa_vedere_marrakech_cupola
L’antichissima cupola Almoravide.

La Madrasa Ben Youssef, una scuola islamica

Le madrase sono scuole dove veniva insegnato il Corano. Quella di Ben Youssef è la più importante di Marrakech, risale al XIV secolo e il suo cortile centrale è una delizia, con i suoi caratteristici archi e piastrelle. Al suo apice contava fino a 800 studenti, che vivevano nelle sue 130 stanze. Ora è uno dei monumenti essenziali da visitare a Marrakech. Dicono che somiglia all’Alhambra o all’Alcázar di Siviglia e hanno ragione. Il prezzo del biglietto è di 50 Dhs.

cosa_vedere_marrakech_madrasa
L’importantissima Madrasa di Marrakech.

Giardino Majorelle, il sogno di Yves Saint Laurent

Passeggiare nei giardini creati da Majorelle è una delle migliori attività nelle calde giornate marocchine. Il frutteto, di straordinaria bellezza, fu acquistato alla fine del XX secolo dallo stilista Yves Saint Laurent, che lo conservò sempre come la sua oasi nel mondo (ci sono infatti stanze con alcune sue creazioni e schizzi e hanno ha addirittura aperto un museo in suo onore). È un po’ lontano dal centro ma ci si arriva a piedi in circa mezz’ora. Vale la pena visitare i suoi edifici di colore blu intenso (tono blu majorelle) tra palme da cocco, bambù e cactus. È una delle cose da vedere a Marrakech, quindi si riempie perché la capacità è limitata. È meglio prenotare il biglietto in anticipo (150 Dhs) con un orario fisso sul loro sito altrimenti si dovrà aspettare molto tempo in loco.

cosa-vedere-marrakech-majorelle
Il giardino Majorelle.

I grandi souk di Marrakech

La medina di Marrakech è piena di souk, mercati con tutti i tipi di prodotti, dalle pantofole all’olio di argan, da lampade a pellame e come no una grande quantità di spezie.

cosa-vedere-marrakech-souk
Il caos del souk.

Non importa quale lingua parli, i venditori impiegheranno mezzo secondo per decifrarla semplicemente guardandoti e ti offriranno il loro prodotto nella tua lingua. Perdersi letteralmente tra le sue bancarelle è una delle cose più belle da fare a Marrakech, ed è il luogo ideale per praticare l’arte della contrattazione. Uno dei più belli è il mercato delle spezie (ottima vista dal Café des Épices) e il Souk dell’argeneria con il suo rumore assordante dei martelli che danno forma al metallo.

cosa-vedere-marrakech-souk-mercato
Souk in tutto il suo splendore.

Giardini Menara

Con i suoi 90 ettari, questi giardini con un grande stagno come protagonista sono i più grandi della città. Data la distanza dalla città non ci sono quasi turisti. Si trovano vicino all’aeroporto, a cui danno il nome, ed è un posto molto fotogenico con la villa che emerge dalle acque con palme e montagne sullo sfondo.

cosa-vedere-marrakech-menara
I giardini di Menara.

Fare il bagno in un hammam tradizionale

Diversamente da quello che si pensa normalmente, un hammam in Marocco non è precisamente qualcosa di rilassante, non è una SPA o un bagno arabo dove rimanere ammollo in acqua calda per intenderci. Immergersi nell’esperienza hammam a Marrakech significa farsi lavare da professionisti che ti danno una bella strofinata con i guanti kessa e ti sciacquano con secchiate d’acqua. Ci sono vari tipi di hammma, economici e autentici o quelli più turistici che ammettono anche esperienze di coppia.

–> Prenota il tuo hammam a Marrakech qui

cosa-vedere-marrakech-hammam
Un hammam a Marrakech.

Escursioni da Marrakech

Marrakech è un ottimo punto di partenza per varie escursioni. In città, infatti, ti verranno continuamente proposte varie visite fuori dalla città come la classica escursione al deserto di Agafay, la visita alle cascate di Ouzoud o infine una passeggiata nel paese di Essaouira sull’Atlantico.

cosa-vedere-marrakech-essaouira
Immagine di Essaouira.

Cosa vedere a Marrakech?

Se ancora ti sono rimasti dubbi, ecco un video-riassunto. con tutto quello che c’è da fare a Marrakech.

Per maggiori informazioni su cosa fare a Marrakech è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com

Lascia un commento pubblico