Archivi categoria: Piatti Tipici

Dove mangiare a Siviglia: ristoranti economici e tipici

A Siviglia si possono provare tapas economiche e tipiche. Per questo bisogna sapere le zone dove mangiare e quali sono i migliori ristoranti di Siviglia.  Oggi in quest’articolo consiglio locali e bar tradizionali che assolutamente non bisogna perdersi nel capoluogo andaluso.

Vedi anche –> Cosa mangiare in ogni città d’Andalusia

Vedi Anche –> Cosa sono e come funzionano le Tapas

dove_mangiare_siviglia_papirusa
Preparazione delle crocchette nel Papirusa.

Migliori zone dove mangiare a Siviglia

La gastronomia a Siviglia è uno degli aspetti che maggiormente convince i visitatori. Quasi in ogni ristorante o bar è possibile mangiare bene e trovare le famosissime tapas che i turisti cercano in questa parte della Spagna. In alcuni casi sarà possibile trovare anche a Siviglia la Paella. Sono soprattutto quattro le zone dove un visitatore può mangiare a Siviglia: il Barrio Santa Cruz, l’Arenal, Triana e l’Alameda de Hércules.

Vedi anche –> Dove mangiare tapas a Siviglia

Vedi anche –> Dove dormire a Siviglia

Azzurro: Ristoranti e bar moderniRosso: Bar tradizionaliGiallo: Ristoranti di lusso

Dove mangiare nel Barrio Santa Cruz di Siviglia

Il Barrio Santa Cruz come più volte detto è il quartiere maggiormente turistico di Siviglia. Questo però non vuol dire che qui si mangi male. I prezzi, come normale, saranno un po’ più alti rispetto ad altre zone della città, ma è anche possibile trovare ancora bar e ristoranti popolari nella quale si riunisce gente del posto. Per quanto riguarda i ristoranti del primo caso, spesso i soldi spesi sono veramente ben invertiti. Nel Barrio Santa Cruz ci sono angoli molto caratteristici nella quale merita la pena concedersi un pranzo o una cena di lusso.

Dove_mangiare_siviglia_columnas
Tapas nella Bodega Santa Cruz Las Columnas.

Per quanto riguarda, invece, i ristoranti tipici bisogna capire che la comodità appena esiste. Bisognerà battagliare per ordinare e molto probabilmente bisognerà mangiare in piedi e in generale la qualità del servizio è scarsa. Alcuni bar tradizionali che troviamo nel Barrio Santa Cruz sono: Bodega Santa Cruz – Las Columnas e Taberna Alvaro Peregil. Comodità, invece, troveremo ne El Pasaje e nel Mamá Bistro, ristoranti dai sapori tradizionali rielaborati in chiave moderna.

dove_mangiare_siviglia_pasaje
Nel Pasaje si usano ingredienti locali come las tartas Inés Rosales.

Dove mangiare nell’Arenal di Siviglia

L’Arenal è paragonabile un po’ al Barrio Santa Cruz anche se il volume turistico è minore e di conseguenza anche i ristoranti frequentati da turisti. Nell’Arenal sopravvive lo spirito più sivigliano, quello più classico e ciò si respira anche nei propri ristoranti. Tra questi tappe obbligate saranno il Bar Baratillo, la Bodeguita Antonio Romero, il Bar Pepe Hillo e il Bar Postiguillo. Tra i ristoranti non tradizionali però che offrono prodotti di primissima qualità ci sono il Papirusa, il Mechela e l’Entrepuertas. Con le stesse caratteristiche, ma vicino a Plaza Nueva invece troviamo i raccomandabili Lobo Lopez e Arte y Solera.

dove_mangiare_siviglia_arenal
L’entrata al Postiguillo.

Dove mangiare a Triana a Siviglia

Triana è una vera fucina di locali classici. Passeggiando lungo la via pedonale Calle San Jacinto troveremo tantissimi bar, alcuni più tradizionali altri più turistici. Ma è soprattutto tra le viuzze che si nascondono i migliori locali del quartiere. Un quartiere che, essendo un po’ fuori mano, non accoglie tantissimo turismo. Per questo sopravvivono ristoranti che a prima vista sembrano d’altri tempi. Alcuni di questi sono: Las Golondrinas, Sol y Sombra, Salomón e Bar Altozano.

dove_mangiare_siviglia_triana
L’animata Calle San Jacinto.

Un discorso a parte bisogna farlo per la Calle Betis, tempestata da ristoranti “turistici” dove oltre al cibo si paga la fantastica vista. Tra questi però ci sono due eccezioni: il bar La Albariza che rispetta i canoni sopra descritti con piatti tradizionali e tapas che rappresentano al meglio Siviglia e il ristorante Abades, probabilmente il più caro della città. In quest’ultimo però si paga, oltre all’elaborazione del cibo, una vista mozzafiato verso la Torre del Oro, una regalo perfetto per celebrare un’occasione speciale.

Dove_mangiare_siviglia_solysombra
Solomillo al ajo a Triana nel Sol y Sombra.

Dove mangiare nell’Alameda de Hércules di Siviglia

L’Alameda de Hércules con la Calle Feria rappresentano la zona più alternativa di Siviglia. Qui troveremo anche tantissimi ristoranti italiani. Nonostante i tanti locali squisiti e alla moda, sopravvivono in questa zona dei locali classici super raccomandabili come Casa Ricardo, dove si mangiano le migliore crocchette di Siviglia, Las Columnas che offre un grandissimo assortimento di tapas classiche, il bar Santa Marta che anche se un poco più lontano offre senza dubbio il flamenquín più grande di Siviglia e la Tabernas Gonzalo Molina, uno dei pochi posti di Siviglia dove poter mangiare quaglie fritte in un locale che non vi lascerà indifferenti. Tra i più moderni nella zona sono sicuramente da consigliare Casaplata, El Gallinero de Sandra ed El Aljibe.

Vedi anche –> Dove non mangiare a Siviglia perché qui mangio io

mangiare_siviglia_taberna_gonzalo_molina
La Taberna Gonzalo Molina.

Mangiare nel mercato di Siviglia

Un’opzione che può essere utile al turista è quello di mangiare in uno dei mercati di Siviglia. Quello di Triana, quello della Calle Feria e quello della Lonja del Barranco offrono tre stili, ambienti e menu totalmente diversi: classico, alternativo e gourmet. Tutti e tre sono comunque raccomandabili per le offerte che propongono e per la diversità di tapas che potremo trovare in un piccolo spazio.

dove_mangiare_siviglia_mercato_triana
Salumi e formaggi pronti per essere consumati nel Mercato di Triana.

Luoghi e ristoranti turistici

Come annunciato precedentemente, nelle vie più turistiche di Siviglia non è che si mangi male, anzi ci sono esempi di ottima cucina che anche un sivigliano apprezzerebbe. L’unico inconveniente come può essere evidente è il prezzo. Se un ristorante o una via ha tantissima domanda allora naturalmente potrà alzare il prezzo. Tra le zone turistiche da citare ci sono sicuramente: la Calle Argote de Molina, la Calle Alemanes, la Calle Mateos Gago, la Plaza Doña Elvira e la citata Calle Betis.

dove_mangiare_siviglia_argote
La via Argote de Molina.

Tra i ristoranti più turistici ce ne sono alcuni che, anche non essendo in queste vie, per qualche motivo sono presi d’assalto dai visitatori stranieri. Ripeto che, anche in questo caso, in alcuni di questi ristoranti si mangia molto bene: Los Coloniales, Mesón del Serranito, Patio San Eloy, Espacio Eslava, El Rinconcillo, La Bartola e La Brunilda. Questi ristoranti non sono comunque comparabili con le grandi catene, tra cui 100 montaditos, che non raccomando accudire per nessun motivo, data la grande cultura gastronomica di Siviglia.

Dove_mangiare_siviglia_coloniales
Classico solomillo al whisky e solomillo al roquefort ne Los Coloniales.

Ristoranti dove mangiare bene a Siviglia

Tantissimi sono oggi i ristoranti nella quale si mangia bene a Siviglia. Negli ultimi anni sono sorti una miriade di locali moderni che ripropongono con successo i sapori tradizionali della città, arricchendoli però con nuove tecniche, sperimentazioni e cura per l’immagine. È arrivato il momento però di elencare i ristoranti o bar tradizionali di Siviglia dove mangiare bene e ritrovare quell’atmosfera d’altri tempi che piano piano si sta perdendo nei quartieri più turistici.

El Rinconcillo

Calle Gerona, 40

Potrebbe sembrare un controsenso con quello affermato precedentemente, ma ne El Rinconcillo si mangia bene, economicamente ed è un locale tra i più storici di Siviglia. Tutto questo però ha alimentato una fama incredibile. Ciò fa sì che in questo locale ci siano sempre più turisti e sempre meno persone del posto. L’ambiente non è cambiato, la qualità del cibo neppure e l’esperienza è sempre 100% raccomandabile. L’unica pecca è che di fianco a voi troverete probabilmente un inglese o un francese e non più un andaluso.

dove_mangiare_siviglia_rinconcillo
El Rinconcillo, forse il bar più famoso di Siviglia.

Bar Casa Eme

Calle Puerta Osario, 3

Questo bar, da non confondere con la terrazza EME nella Calle Alemanes, è uno dei più autentici di Siviglia. Il Bar Eme è decorato con uno stile d’altri tempi, la qualità del servizio è scarso (dato che fa tutto un’unica persona) e il menu è veramente limitato. In questo bar, anche se un po’ fuori mano, bisogna andare per provare il miglior solomillo al whisky della città e per vivere un’esperienza che difficilmente si potrà riprovare in altri ristoranti di Siviglia. N.B. Se pensate visitare questo locale munitevi di grande pazienza e non abbiate pregiudizi.

Vedi anche –> Dove non mangiare a Siviglia perché qui mangio io

mangiare_siviglia_solomillo_whisky
Il solomillo al whisky del Bar Eme.

Blanco Cerillo

Calle José de Velilla, 1

Passeggiando lungo Calle Tatuán, una delle vie dello shopping di Siviglia, a un certo punto saremo inebriati da un profumo che ci farà venire l’acquolina in bocca. Proprio in una viuzza che si affaccia alla lussureggiante Calle Tetuán si situa, infatti, uno dei bar più celebri e tradizionali di Siviglia. Nel Bar Blanco Cerillo si deve andare per assaggiare una squisita tapa di adobo, ovvero sardine fritte dopo essere state messe a riposare in una salsa molto speziata. Il sapore e il profumo, dopo questa esperienza, vi saranno inconfondibili.

dove_mangiare_siviglia
L’Adobo,specialità della casa a Blanco Cerillo.

Bodeguita Antonio Romero

Calle Antonia Díaz, 5

È sicuramente uno dei più rinomati ristoranti di Siviglia. Questo locale storico è sempre pieno di gente del posto che ora si confonde con qualche turista. Il menu in questo bar-ristorante è veramente molto ampio. Tavoli, sgabelli e sedie, invece non sono numericamente proporzionati al flusso di persone che visitano ogni pranzo o cena questo ristorante. Tra le tante tapas, la Bodeguita Antonio Romero è sicuramente famosa per i piatti sivigliani come gli spinaci con i ceci, il panino di pringá o il panino piripi.

Dove_mangiare_siviglia_romero
Il panino Piripi.

La Albariza

Calle Betis, 6

Se tutti i ristoranti sin qui nominati sono piuttosto economici, La Albariza non lo è. In questo locale caratteristico, oltre alla bellissima vista verso la città che è possibile vedere dalla Calle Betis, si paga la qualità del prodotto. In questo luogo è raccomandabile anche solo bere del vino andaluso (fino o manzanilla) e ordinare semplicemente un piatto di Jamón Serrano. Vino, prosciutto e vista verso il Guadalquivir: una combinazione semplice, ma assolutamente 100% sivigliana.

dove_mangiare_siviglia_albariza
Nell’Albariza semplicemente Jamón e vino.

Las Golondrinas

Calle Pages del Corro, 76

Rimanendo a Triana, però più vicino alla zona più frequentate dai turisti si situa Las Golondrinas. Come quelli nominati sino ad ora, anche questo è un locale tipico della città di Siviglia. Il ristorante è bello e le tapas sono quelle che un turista spera di trovare in un bar sivigliano, ci sono tutte le più importanti. Inoltre, è uno dei pochi bar nella quale è possibile trovare il Caballito de Jamón, una tapa di Siviglia che si sta perdendo tra i menu del capoluogo andaluso.

Mangiare_Siviglia_jamon
Il caballito de Jamón.

Casa Morales

Calle García de Vinuesa, 11

In pieno centro, a pochi passi dalla Cattedrale è quasi immaginabile che ci sia un locale che ancora sia frequentato più da persone di Siviglia che da turisti. Questo avviene nella Casa Morales, un bar che, come gli altri citati, è estremamente confusionario dove è quasi impossibile sedersi. Nel bar-ristorante ci accoglieranno simpatici camerieri e grandi otri dove un tempo si conservava il buon vino d’Andalusia. Qui perciò non bisognerà ordinare un vino de naranja per esempio e una tapa di salmorejo con ventresca di tonno.

dove_mangiare_siviglia_morales
La caotica Casa Morales.

Bar Salomón

Calle Lopez de Gomara, 11

Il Bar Salomón è anche raccomandato dal proprietario del Bar Eme, perciò è una garanzia. In questo locale dall’aspetto insignificante alla fine del quartiere di Triana si possono mangiare i migliori spiedini di tutta Siviglia. Questo e è un bar veramente semplice, il servizio è scadente, però gli spiedini e le patatas bravas sono sicuramente un ottimo motivo per spingersi sino a questa zona di Triana.

Antigua Abaceria de San Lorenzo

Calle Teodosio, 53

Non lontano dalla Plaza de San Lorenzo si ubica questo ristorante tradizionale. In questo luogo di classe troveremo un arredamento antico ma ben conservato e fantastica stoviglie decorata e di enorme valore. Piatti provenienti dalla stessa fabbrica di ceramica della Cartuja di Siviglia. Anche il mangiare ripercorre i sapori di Siviglia nel tempo ed è consigliabile ordinare la degustazione dello chef. La degustazione non è molto economica ma per una volta merita davvero la pena.

Dove_mangiare_siviglia_abaceria_lorenzo
La Abaceria de San Lorenzo.

Bar Sol y Sombra

Calle Castilla, 147

Ormai quando quasi finisce Triana, troviamo uno dei bar più autentici di tutta Siviglia, il Sol y Sombra. Nel locale, sempre pieno di sivigliani, si respira la tradizione della città. I cartelli delle corride, i prosciutti appesi, il disordine e la polvere non fanno altro che dare anima a questo bar. L’atmosfera che si respira però non è la cosa migliore, dato che qui si mangia divinamente. Le tapas sono quelle tipiche della cultura culinaria di Sivilgia, ma una è assolutamente da raccomandare: il Solomillo al Ajo.

Sol_sombra_triana_dove_mangiare
Il locale Sol y Sombra.

Per consigli personalizzati su dove mangiare a Siviglia o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy



andalusia consigliata:

Cosa fare a Siviglia con la pioggia Cosa possiamo visitare a Siviglia quando piove o in caso di brutto tempo? La capitale andalusa non è abituata ad affrontare giornate piovose e alcune ...
Cosa vedere a Siviglia in pochi giorni? Cosa vedere a Siviglia in pochi giorni? Il capoluogo dell'Andalusia e meraviglia della Spagna propone monumenti assolutamente da visitare come l'Alcaz...
Cosa mangiare in Andalusia: tapas e piatti tipici I piatti tipici di Siviglia, Malaga o Granada, le tapas e in generale cosa mangiare in Andalusia sono uno dei quesiti più comuni del turista italiano ...

Dove mangiare paella a Siviglia e Malaga

Prima di sapere dove mangiare paella e sangria a Siviglia e Malaga, bisogna capire che questa combinazione non è tipica d’Andalusia. La paella ha origini valenciane. A Valencia la paella è il piatto principale e quella originale è fatta con carne di pollo e coniglio e verdure. Successivamente sono nate quella di pesce (marisco) e quella mista. Continua la lettura di Dove mangiare paella a Siviglia e Malaga

andalusia consigliata:

Il Gazpachuelo, un piatto dei pescatori Arriviamo alla costa malagueña, magari ben informati sulle spiagge migliori, sui monumenti e sulla storia della città che visiteremo. Ma per vivere un...
Arriva l’estate, è ora di salmorejo, gazpach... In Andalusia d'estate fa caldo, a volte caldissimo. Di conseguenza, con queste elevate temperature, è consigliabile e desiderabile una dieta che inclu...
Chicharrones: cosa sono e differenze tra quelli si... I chicharrones sono una tipica “tapa” d’Andalusia occidentale. Soprattutto vengono consumati in provincia di Cadice ed in provincia di Siviglia. Sono ...

Cosa mangiare in Andalusia: tapas e piatti tipici

I piatti tipici di Siviglia, Malaga o Granada, le tapas e in generale cosa mangiare in Andalusia sono uno dei quesiti più comuni del turista italiano in partenza per questa regione della Spagna. Abbiamo già parlato delle tapas, detto cosa sono, come ordinare e quelle più famose.

Vedi anche –> Dove andare in Andalusia

Tortilla_andalusia
L’immancabile tortilla de patatas.

Con quest’articolo, invece, entreremo nel dettaglio spiegando le tapas, le ricette tradizionali di ogni provincia e i prodotti tipici che assolutamente dovrete provare in ogni territorio d’Andalusia. Alcuni ottimi prodotti come l’olio d’oliva e il vino e alcuni piatti come il gazpacho, la tortilla de patatas (frittata di patate), l’ensaladilla (insalata russa), il pisto (caponata), le croquetas (crocchette), le anchoas en vinagre (acciughe sott’aceto), i huevos rotos (uovo strapazzato) e il rabo de toro (coda del toro) sono presenti indistintamente in ogni parte della regione.

Cosa mangiare a Siviglia

Anche se Siviglia è una città d’entroterra, la poca distanza dalla Costa de la Luz permette trovare in questa città piatti sia di carne che di pesce. Immancabile protagonista, come in tutta la regione, il maiale: jamón, chicharrones, serranito e il caballito de jamón sono tapas che non potete perdervi a Siviglia. Il pesce è presente soprattutto grazie al tradizionale pescaito frito, ovvero la frittura mista. Più salutale, ma altrettanto squisito e tipico sivigliano è il piatto di spinaci con i ceci (espinacas con garbanzos). Importante è anche la selezione pasticcera sivigliana: torrijas, pestiños, tocino de cielo, mostachones e mantecados sono solo alcuni dei dolci che sarà possibile godere in questa provincia.

Vedi anche –> Dove mangiare a Siviglia

Vedi anche –> Dove mangiare tapas a Siviglia

–> Prenota una degustazione di tapas e vini a Siviglia

Mangiare_Siviglia_jamon
Il caballito de Jamón, tipico di Siviglia.

Cosa mangiare a Malaga

A Malaga, città di costa domina senza dubbio il pesce. Il simbolo gastronomico della città, infatti, sono gli espetos, spiedi di sardine. Il fritto misto e il gazpachuelo sono altre pietanze che facilmente troveremo lungo la Costa del Sol. Se ci spingiamo nell’entroterra della provincia, invece, la gastronomia cambia. Tra le altre cose, nella sierra troveremo il denominato plato de los montes, mentre che ad Antequera la gustosissima porra antequerana. In questa zona sono molto apprezzati anche alcuni vini dolci e rossi.

–> Prenota una degustazione di tapas e vini a Malaga

espetos_malaga_andalusia_andalucia_cosa-vedere_consgili_tour
Gli spiedi (o espetos) di sardine.

Cosa mangiare a Granada

A Granada, lungo la costa la dieta assomiglia a quella della Costa del Sol a base di pesce. Nell’entroterra, invece, compreso il capoluogo ritornano protagonisti la carne, i legumi e i vegetali. Tra i piatti da tenere in considerazione, bisogna nominare le habas con jamón (fagiolini con prosciutto), la tortilla del Sacromonte (frittata con interiora), il remojón granaino (insalata di arance), le lumache, il plato alpujarreño (simile a los plato de los montes di Malaga) e il cocido de hinojo (zuppa di finocchio). Una particolare menzione va alla prelibata trota del Riofrio. Per terminare, invece, un dolce molto tipico di Granada è senza dubbio il pionono.

–> Prenota una degustazione di tapas e vini a Granada

Cosa vedere alpujarra_ granada_Cocido
Un cocido de hinojo (finocchio).

Cosa mangiare a Cordoba

Il piatto tradizionale di Cordoba è sicuramente il salmorejo. Anche la variante con le mandorle, chiamata mazamorra è originaria di questa provincia. Essendo una provincia dell’entroterra un ruolo importante la ha la carne con pietanze tipiche come il rabo de toro e il flamenquín cordobés. Le lumache o caracoles, sono una tapa molto presente nella città di Cordoba e in tutta la provincia. Particolare menzione, inoltre, deve essere concessa al vino DOP di Montilla-Moriles.

Vedi anche –> Dove mangiare a Cordoba

–> Prenota una degustazione di tapas e vini a Cordoba

salmorejo_cordoba
Il salomorejo cordobés, un classico.

Cosa mangiare a Cadice

Cadice è una provincia di costa e non può che essere influenzata da questo fattore. Tapas e piatti tipici di Cadice contengo per gran parte pesce. Esempi sono i ricci di mare, il cazón en adobo (squalo impanato), la tortillita de camarones (frittatina di gamberetti), il tonno di Barbate e Zahara de los Atunes e la papas con cocho (patate con seppie) tipico di Jerez de la Frontera. Nella sierra, invece, spiccano i formaggi di capra payoya. Nominando Jerez, non si può non ricordare il famosissimo vino sherry proveniente proprio da quella zona.

–> Prenota una degustazione di tapas e vini a Cadice

cosa mangiare andalusia pesce Camarones
Dettaglio di una tortillita de Camarones.

Cosa mangiare a Huelva

Molto similare alla dieta di Cadice, in provincia di Huelva si consuma molto pesce come ad esempio la mojama (tonno essicato) di Isla Cristina, le gambas blancas (gamberi bianchi), le coquinas (telline) ed il choco (la seppia). La provincia di Huelva però include anche una stupenda Sierra dove si produce uno dei migliori prosciutti iberici di tutta la Spagna, il jamón di Jabugo. Anche il vino del Condado e le fragole hanno un ruolo importantissimo nella provincia più occidentale d’Andalusia.

Mangiare_huelva_gambas_blancas
Gambas blancas di Huelva.

Cosa mangiare a Jaén

La provincia di Jaén è quella che maggiormente viene influenzata dalla gastronomia de La Mancia. In questo territorio dell’entroterra due sono i prodotti assolutamente di riferimento: l’oliva e la cacciagione. Olio d’oliva e carne in varie forme faranno parte dei menu dei ristoranti di questa zona. Alcuni dei piatti più tradizionali della provincia di Jaén sono i patè di olive e di carne (squisito quello di pernice), la pipirrana (insalata di pomodori, peperoni e tonno), l’agnello segureño e tutti i tipi di stufati con cervo, daino o cinghiale.

despenaperros_dove_dormire_jaen_mangiare_pate
Lo squisito e rinomato paté di pernice fatto in casa.

Cosa mangiare ad Almeria

A differenza di Jaén, quella d’Almeria è una gastronomia rivolta al mare. I principali prodotti sono i classici pesci presenti nel Mediterraneo ed alcuni in particolare della zona come la brotola (musdea), il calamaro, la triglia e il gambero rosso di Garrucha. Anche un piatto tipico d’Andalusia come la migas, in provincia d’Almeria, ha la sua variante con le sarde sostituendo la carne.

cosa mangiare andalusia pesce calamar
Calamar en aceite a Mojácar (Almeria).

Per consigli personalizzati e per avere uteriori informazioni su cosa mangiare in Andalusia non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 


andalusia consigliata:

Che birra bere in Andalusia? Non solo Cruzcampo La birra Cruzcampo di Siviglia Quando pensiamo al caldo andaluso la nostra mente ci gioca un brutto scherzo e involontariamente lo associamo con un b...
Dove mangiare a Cordoba I migliori ristoranti dove mangiare a Cordoba e nella quale provare piatti tradizionali ed economici e i bar tipici dove prendere da bere non turistic...
Il Gazpachuelo, un piatto dei pescatori Arriviamo alla costa malagueña, magari ben informati sulle spiagge migliori, sui monumenti e sulla storia della città che visiteremo. Ma per vivere un...

Che birra bere in Andalusia? Non solo Cruzcampo

La birra Cruzcampo di Siviglia

Quando pensiamo al caldo andaluso la nostra mente ci gioca un brutto scherzo e involontariamente lo associamo con un bicchiere o una caña di birra Cruzcampo ghiacciata.

birre_andalusia_cruzcampo_alhambra_cruzcampo
Una Cruzcampo durante una calda notte di Siviglia.

La Cruzcampo è oggi molto più che una semplice birra, è un simbolo di Siviglia, della stessa Andalusia e della Spagna meridionale (guarda anche 5 curiosità su Siviglia). Realmente però, la Cruzcampo non è una birra 100% andalusa. Questa cerveza, anche mantenendo la propria fabbrica a Siviglia, è stata acquistata non molto tempo fa da Heineken ed è per questo che buona parte dei benefici volano in Olanda.

birre_andalusia_cruzcampo_alhambra_artigianali
Una Cruzcampo in spiaggia.

Che birra bere in Andalusia: Alhambra, Victoria, San Miguel, Estrella del sur

birre_andalusia_cruzcampo_alhambra_artigianali_alhambra
Una Alhambra.

La Cruzcampo rimane sicuramente la birra più diffusa in Andalusia e soprattutto nella parte occidentale (provincia di Siviglia, Cadice e Huelva). In provincia di Granada, infatti, la birra Alhambra contrasta l’egemonia della cerveza di origine sivigliana. Analogamente alla Cruzcampo, anche la cerveza Alhambra è stata acquistata da una famosa azienda di Madrid (Mahou San Miguel).

birre_andalusia_cruzcampo_san_miguel
Una San Miguel in spiaggia.

Nello stesso modo, in provincia di Malaga la birra originariamente locale Victoria (oggi con sede legale in Catalogna) contrasta il marchio rosso sivigliano. Molto rilevante nella capitale della Costa de Sol è anche la San Miguel, dato che produce parte della propria bevanda al malto in territorio malagueño. Malaga, forse, è il territorio dove la Cruzcampo ha meno appeal considerando il forte campanilismo con Siviglia.

Nella stessa capitale d’Andalusia, un’altra birra originalmente sivigliana cerca di contrastare il monopolio Cruzcampo. Neanche Estrella del Sur, però, è 100% andalusa, infatti come Victoria fa parte del gruppo catalano Damm.

birre_andalusia_cruzcampo_alhambra_artigianali_cerveza
Una cerveza in Andalusia.

Le birre artigianali 100% andaluse

birre_andalusia_cruzcampo_alhambra_artigianali_cordoba
Due birre artigianali di Cordoba.

Leggendo questa rassegna sembrerebbe che non ci sia modo di bere una caña totalmente d’Andalusia. Invece, come in Italia, anche nel sud della Spagna le birre artigianali stanno poco a poco conquistando parte del mercato. Questi esempi oggi sono numerosissimi. Sfortunatamente non sono a conoscenza di tutte le birre artigianali d’Andalusia. Nonostante ciò, di seguito, vi elenco tutte le cervezas artigianali andaluse che ho potuto provare:

  • Albero (Siviglia)
  • Alpujarra (Granada)
  • Arcana (Linares, Jaén)
  • Avanzadilla (Campillo de Arenas, Jaén)
  • Bandolera (Cordoba)
  • Cabbeer (Montilla, Cordoba)
  • Califa (Cordoba)
  • Cordobeer (Los Pedroches, Cordoba)
  • Debla (Utrera, Siviglia)
  • Desiderata (Mairena del Aljarafe, Siviglia)
  • Destraperlo (Jerez de la Frontera, Cadice)
  • El Cabo (Cabo de Gata, Almeria)
  • Gaitanejo (Ardales, Malaga)
  • Gran de Select (Manilva. Malaga)
  • La Aceitunera (Torreperogil, Jaén)
  • La Axarca (Frigiliana, Malaga)
  • La Jeronima (Siviglia)
  • Lanchar (Lanjarón, Granada)
  • Luz de Almeria (Almeria)
  • Libre (Siviglia)
  • Maier (Cadice)
  • Malaqa (Malaga)
  • Mammooth (El Padul, Granada)
  • Mond (Siviglia)
  • Murex (Torre del Mar, Malaga)
  • Nazarí (Laroles, Granada)
  • Odiel (Valverde del Camino, Huelva)
  • Origen 1905 (Almeria)
  • Rebeldía (Malaga)
  • Rondeña (Ronda, Malaga)
  • Ruben’s Beer (Isla Cristina, Huelva)
  • Sacromonte (Granada)
  • Taifa (Siviglia)
  • Tartessos (Huelva)
  • Tierra de Frontera (Alcalá la Real, Jaén)
  • Vega (Motril, Granada)
  • Volaera (El Puerto de Santa María, Cadice)
birre_andalusia_cruzcampo_alhambra_artigianali_meier
La cerveza gaditana Maier.

Per maggiori informazioni su che birra bere in Andalusia è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Il Gazpachuelo, un piatto dei pescatori Arriviamo alla costa malagueña, magari ben informati sulle spiagge migliori, sui monumenti e sulla storia della città che visiteremo. Ma per vivere un...
Paella? No gracias, Migas Ok, la paella è il piatto spagnolo più conosciuto, ma certamente in Andalusia non è il più tradizionale. In questa pagina conoscerete las migas andalu...
TAPAS in Andalusia: cosa sono, come funzionano e q... Cosa sono le tapas Tutti sappiamo come l'Andalusia sia la patria de las tapas. Una forma di alimentarsi che sta prendendo piede anche in Europa e neg...

TAPAS in Andalusia: cosa sono, come funzionano e quanto ordinare

Cosa sono le tapas

Tutti sappiamo come l’Andalusia sia la patria de las tapas. Una forma di alimentarsi che sta prendendo piede anche in Europa e negli Stati Uniti. Questo modo di mangiare nasce nella provincia di Granada, quando i livelli d’igiene non erano equiparabili a quelli dei giorni d’oggi. In un bar o ristorante, le bevande venivano “tappate” contro gli insetti da un piattino sulla quale si depositava un piccolo spuntino.

Vedi anche –> Cosa mangiare in Andalusia

cosa_mangiare_andalusia_tapas_tapeo
Un “tapeo”, ovvero ordinare tante tapas.

Oggi non esiste più la necessità di tappare il bicchiere, però la tradizione delle tapas sussiste. In Andalusia ancora sopravvive la tradizione di porre una tapa gratuita con la bevanda. In generale i baristi pongono gratuitamente al cliente delle olive, dei lupini o dei frutti secchi. Nella parte orientale d’Andalusia, invece, ancora si usa porre qualcosa di più sostanzioso come un piccolo chorizo, una sardina alla brace, etc.  La normalità però, è che oggi le tapas si devono pagare e con queste possiamo pranzare o cenare.

Vedi anche –> Dove mangiare a Siviglia

Vedi anche –> Dove mangiare a Cordoba

Vedi anche –> Dove mangiare a Ronda

cosa_mangiare_andalusia_tapas_olive
Olive e lupini gratis.

Tapas e razioni, quanto ordinare?

Le tapas possiamo trovarle soprattutto nei bar. Nei ristoranti invece, sarà, più facile trovare ración o media ración. Questo è uno dei dubbi maggiori per il turista italiano in Andalusia. Che differenza c’è tra tapa, media ración e ración?

La tapa normalmente (esistono casi speciali) è uno spuntino o un aperitivo, con solo questo non ci si alimenta. Per fare un esempio classico, una tapa di crocchette corrisponde a 2-3 unità per il valore di circa 2-3€. Per questo per pranzare o cenare bisognerà ordinare più di una tapas, almeno due per persona.

Vedi anche –> Dove mangiare tapas a Siviglia

cosa_mangiare_andalusia_tapas_crocchette
Una tapa di crocchette.

La media ración, invece, è come dice il nome, la metà di una razione. Seguendo l’esempio anteriore avremo a disposizione 6-8 crocchette al prezzo di 5-8€. Una media ración solitamente si condivide per non assuefarsi di un unico prodotto. Due persone, che non vogliano mangiar troppo, possono tranquillamente ordinare una media ración da condividere ed almeno una tapa a testa.

cosa_mangiare_andalusia_tapas_seppioline
Una media ración di “puntillitas”, seppioline.

La ración è una razione intera dalle grandi quantità, assolutamente da condividere. Solitamente si ordina quando si è in compagnia, un piatto di un prodotto che piace a tutti (es. Jamón o formaggio) e che si mette al centro della tavola, cosicché ognuno possa “picar“. Per mantenere l’esempio delle crocchette, con una ración ci serviranno un piatto pieno (12-15 unità) al prezzo di circa 10-12€.

cosa_mangiare_andalusia_tapas_formaggio
Una ración di formaggi da condividere.

Il Jamón, gli altri insaccati ed il pesce difficilmente verranno offerti ai clienti sotto forma della piccola tapa. Nei bar e ristoranti d’Andalusia sarà molto più facile, invece, trovare ración e media ración di questi prodotti.

Tapas fredde o calde?

Un’altra distinzione che è possibile fare riguardo las tapas è tra i piatti freddi (frios) o caldi (calientes). Le tapas fredde sono praticamente sempre a disposizione del cliente e possono essere consumate velocemente al bancone. Tra le più classiche possiamo citare: ensaladilla (insalata russa), tortilla de patatas, formaggio, gazpacho, salmorejo, anchoas (acciughe sott’olio), boquerones en vinagre (alici sott’aceto), salpicón de marisco (insalata di frutti di mare), etc.

cosa_mangiare_andalusia_tapas_ensaladilla
Una “tapa fría” di insalata russa.

Tra le tapas calde, invece, bisogna differenziare quelli che sono panini come i montaditos o il serranito dai veri e propri piatti. Tra quest’ultimi alcuni dei più celebri sono: crocchette, chicharrones, pesce fritto, pesce alla piastra, carne, rabo de toros (coda di toro), migas, huevos rotos (uova strapazzate con patate), patatas bravas, ceci con spinaci, flamenquín (rotolo di carne fritto), lumachearroz (riso), etc.

Per maggiori informazioni su cosa mangiare in Andalusia è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Zuppa fredda di mandorle? Meglio dire Mazamorra co... La Mazamorra cordobesa è una zuppa fredda di origine andalusa e successivamente espatriata verso le Americhe. A differenza del Salmorejo, del Gazpacho...
Dove mangiare a Cordoba I migliori ristoranti dove mangiare a Cordoba e nella quale provare piatti tradizionali ed economici e i bar tipici dove prendere da bere non turistic...
Dal Cocido Andaluz alla Pringá Il Cocido Andaluz è sicuramente uno dei piatti casalinghi più tipici d'Andalusia, soprattutto durante la stagione invernale. Un "cuchareo", ovvero una...