Archivi categoria: Feste e tradizioni

Feste e tradizioni in Andalusia: dalla Settimana Santa alla Feria de Abril, ricordando anche Natale e Capodanno.

La festa del Carmen in Andalusia: un omaggio a tutta la gente di mare

Il 16 luglio di ogni anno le coste e spiagge d’Andalusia celebrano la ricorrenza della Virgen del Carmen, o Nuestra Señora del Carmen, patrona del mare, dei marinai e dei pescatori. Continua la lettura di La festa del Carmen in Andalusia: un omaggio a tutta la gente di mare

andalusia consigliata:

Feste, tradizioni ed eventi in Andalusia da non pe... Quali sono le feste, tradizioni ed eventi più rilevanti in Andalusia? La feria, la Settimana Santa (Semana Santa), El Rocio e il carnevale sono solo p...
I cortili di Córdoba: molto più che una festa di f... La festa dei cortili di Córdoba (Fiesta de los Patios de Córdoba)  è un evento riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio Immateriale dell'Umanità. ...
Glossario della Settimana Santa in Andalusia La Settimana Santa (Semana Santa) in Andalusia più che un evento religioso è una tonalità della cultura. In tutta la regione la Semana Santa vien...

La Velá di Santa Ana a Triana, una festa estiva a Siviglia

La Velada di Sant’Anna o Velá de Santiago y Santa Ana è una manifestazione religiosa che avviene ogni anno dal 21 al 26 luglio, ovvero giorno di Sant’Anna. Quest’evento si celebra a Siviglia ed in particolar modo nel quartiere di Triana, una zona della città con un’identità propria molto forte.

Vela_Santa_Ana_triana_Siviglia_betis
Tantissima gente tra le casetas della Calle Betis.

La Velá di Santa Ana a Triana

L’origine della Velá dovrebbe essere nel XIII secolo, ovvero subito dopo la riconquista cristiana, quando nella parrocchia di Sant’Anna a Triana si omaggiò per la prima volta il santo patrono di questa chiesa. Diversamente da tante altre feste patronali della città di Siviglia, quella di Sant’Anna si è mantenuta nel tempo grazie al fatto che sempre coinvolge tantissima gente del quartiere e non. Inoltre, la Velá riflette l’identità del barrio esprimendo lo spirito popolare, semplice e tradizionale di Triana.

Vela_Santa_Ana_triana_Siviglia_velada
La Velá durante il pomeriggio.
Vela_Santa_Ana_triana_Siviglia_mangiare
Chicharrones e Salmorejo.

La festa si vive in quasi tutta la zona ad est del Guadalquivir, ma in particolar modo nel ponte Isabel II (o de Triana), nella Plaza del Altozano e nella Calle Betis: l’aveniristico ponte viene adornato con luminarie, nella piazza si installa un palcoscenico e nella via montano le classiche “casetas” come nella Feria. In quest’ultime è possibile soffermarsi e degustare i tipici piatti veloci sivigliani (serranito, pescaito frito, chicharrones, etc.).

Vela_Santa_Ana_triana_Siviglia_casetas
Le “casetas” nella Calle Betis.

Le gare della Velada di Sant’Anna a Siviglia

Vela_Santa_Ana_triana_Siviglia_regata
La regata notturna nel Guadalquivir.

Un altro luogo che viene coinvolto da questi giorni di festa è la darsena del fiume Guadalquivir. Oltre alle funzioni religiose, infatti, la Velá di Triana comprende gare tra i propri abitanti del quartiere. Oltre alla competizione di pesca ed alla regata notturna, un gioco dalla grande tradizione è la cuccagna. Per quest’esercizio viene posto da una barca un palo orizzontalmente sull’acqua del fiume. Per vincere il concorrente dovrà percorrere il  scivoloso palo ingrassato ed afferrare la bandiera posta alla fine dell’ostacolo.

Vela_Santa_Ana_triana_Siviglia_cuccagna
La cuccagna durante la Velada di Triana.

Come anticipato, la Velá di Santa Ana mantiene la propria importanza nel calendario eventi della città di Siviglia data la grande partecipazione della popolazione. Nonostante il grande caldo che colpisce Siviglia alla fine di luglio, la risposta dei cittadini verso la Velada di Triana è sempre molto più che positiva. La gente incide a ricreare un ambiente gioviale, apparentemente una vera e propria “festa di paese” nel bel mezzo del centro urbano della capitale d’Andalusia.

Vela_Santa_Ana_triana_Siviglia_ponte
Un vista delle celebrazioni dall’argine opposto del fiume.

Dormire a Triana

Per godere della Velá di Santa Ana è consigliabile dormire nel quartiere di Triana. In questa zona di Siviglia ci sono diverse soluzioni di alloggio interessanti, consultabili qui. Tutti gli hotel in offerta nella città di Siviglia, invece, sono di seguito.

 

Booking.com

Per maggiori informazioni su Siviglia e la Velá di Santa Ana potete contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Dove vedere uno spettacolo flamenco a Siviglia Non è facile consigliare in quali locali vedere il migliore spettacolo flamenco a Siviglia. Tanti sono i fattori da considerare, così come i gusti da ...
Dove non andare a mangiare a Siviglia, perché qui ... Bar Casa Eme in Puerta Osario. Dove non manderei mai un turista a mangiare a Siviglia? Un turista, normalmente, ricerca autenticità, prezzi eco...
Tour di Siviglia: itinerario per visitare i monume... L'itinerario di un tour di Siviglia deve includere alcune tappe fondamentali che sono imprescindibili da vedere. Monumenti come la Cattedrale, la Gir...

10 cose che un turista italiano non sa della Settimana Santa in Andalusia

Semana santa andalusia Cordoba
Una processione a Cordoba.

La Settimana Santa o Pasqua in Andalusia è una manifestazione cultural-regliosa che racchiude tantissime particolarità, tradizioni e curiosità. In seguito, cercherò di rendere quest’evento più “leggibile” per un turista italiano. Prima di visualizzare quest’articolo, però, è assolutamente necessario fare un ripasso con il glossario della Semana Santa in Andalusia.

Semana santa andalusia Sevilla
Nazarenos a Siviglia.

10 cose sulla Settimana Santa in Andalusia

1. L’origine delle processioni della Settimana Santa. Le confraternite e le processioni della Semana Santa nascono verso il XV secolo. In principio furono persone laiche che si raggrupparono per assolvere due funzioni specifiche: quella di appoggio mutuo in caso di malattie e carestie e quella di sperimentare sulla propria pelle la “Passione di Cristo”.

Semana santa andalusia cristo
Uno dei momenti della “Passione di Cristo”.

2. Non tutte le persone in Andalusia amano la Semana Santa. Come ogni usanza, anche la Settimana Santa, vede contrapporsi le persone che la adorano a quelle che non la sopportano. Tanta è la popolazione che assiste alle processioni, ma altrettanta è quella che approfitta dei giorni di vacanza per riposarsi o per “scappare” dalla confusione che provoca la Semana Santa in città (chiusura del traffico, gente ovunque, etc.).

Semana santa andalusia ressa
Moltitudine di gente aspettando che esca il Paso.

3. Gran parte dei “visitatori” della Semana Santa non sono devoti. La Settimana Santa in Andalusia, oltre che una manifestazione religiosa è un evento sociale, nella quale partecipare per definire o confermare il proprio ruolo nella comunità. Come la Feria, la Semana Santa evidenzia tutte le differenze di “ceto” nella popolazione.

Semana santa andalusia Mantilla
La Mantilla (scialle) delle donne è un vero e proprio segno identificativo.

4. La Carrera Oficial, il percorso ufficiale delle processioni. In gran parte delle città d’Andalusia esiste un percorso ufficiale per il quale tutte le processioni dovranno sfilare obbligatoriamente. La Carrera Oficial viene allestita con dei palchi che accoglieranno solamente i possessori del carissimo biglietto. I posti riservati in Semana Santa sono una eclatante dimostrazione del punto precedente.

Semana santa andalusia carrera oficial
La Carrera Oficial di Siviglia nella Plaza San Francisco.

5. Le processioni di Settimana Santa avvengono in tutta la regione. Spesso, erroneamente, si considera come Settimana Santa solo le processioni di Siviglia. I cortei di confratelli, in verità, avvengono in tutti i paesi della regione, grandi o piccoli essi siano. Come spesso succede, l’autenticità dell’evento persiste in maniera maggiore nei piccoli centri meno turistici.

Semana santa andalusia carmona
Semana Santa a Carmona, provincia di Siviglia.

6. La Madrugà è l’epicentro della Semana Santa. La notte tra il giovedì santo ed il venerdì santo è il momento culmine del periodo di Pasqua in Andalusia. In questa lunghissima notte che ha inizio verso mezzanotte e perdura sino anche alle 14:00 del giorno successivo, è quando marciano le processioni e le immagini religiose più significative e più amate dalla popolazione locale.

Semana santa andalusia Madruga
Gente dal pomeriggio in attesa della Madrugà, precisamente dell’uscita della Macarena di Siviglia.

7. Differenza tra Paso e Trono. Ci sono due metodi per rendere gloria all’immagine religiosa durante la Pasqua in Andalusia. La prima e più comune nella regione, è quella di portare il peso del Paso sulla schiena, gli incaricati di ciò si chiamano Costaleros. La seconda e tipica di Malaga, è quella di scaricare il peso del Trono sulla spalla, gli incaricati di ciò si chiamano Cargadores.

 Semana-santa-andalusia-Cargadores
I “Cargadores” di Malaga.

8. La concorrenza per essere Costalero. Tutti i confratelli pagano una quota associativa (es. Hermandad de la Macarena 35€/anno). Se pensiamo che ci sono “Hermandad” con più di 2.000 Nazarenos, possiamo capire quanti soldi abbiano a disposizione queste Associazioni. Inoltre, essere Costalero per le confraternite più importanti è un vero privilegio. Oggigiorno, c’è una vera e propria concorrenza (economica e di favoritismi) per essere Costalero. Una situazione molto diversa dal passato, quando venivano ingaggiati e pagati gli scaricatori di porto per  portare los Pasos della Settimana Santa.

Semana santa andalusia costaleros cordoba
Costaleros di Cordoba.

9. Perchè i Nazarenos hanno un cono in testa? Alcuni confratelli che sfilano durante la processione sono vestiti con una tunica che copre interamente il corpo ed il volto e con un cono in testa. Ricordiamo come i Nazarenos stiano compiendo una penitenza, per questo il “capirote” servirebbe per deformare la sagoma umana delle persone. Alcuni di questi, per aumentare la difficoltà della penitenza, marciano scalzi.

Semana santa andalusia Nazarenos
Nazarenos in fila a Siviglia.

10. Cosa succede in caso di pioggia? Se piove le processioni non avvengono. In caso di tempo incerto sarà il capo della confraternita a decidere se mettere a rischio le antiche e delicate statue religiose. Infatti, il problema principale è quello di salvaguardare, prima di tutto, le pregiate immagini in legno. A volte, quando si è presa una decisione sbagliata e la processione viene colpita da un acquazzone, è possibile vedere los Pasos (o Tronos) andare di tutta fretta a proteggersi nella chiesa (o rifugio) più vicina.

Semana santa andalusia pioggia Settimana Santa
Con la pioggia, le processioni di Semana Santa si interrompono.

Per maggiori informazioni sulla Settimana Santa in Andalusia è possibile contattarmi scrivendo ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilando il seguente form:

Accetto la Privacy Policy

 



andalusia consigliata:

Paesi da vedere vicino a Granada: 6 borghi da visi... Sono tanti i paesi vicino a Granada che meritano la pena essere visti. La provincia di Granada offre sia dei bei borghi dal ricco patrimonio culturale...
Andare dall’aeroporto di Siviglia al centro:... Come raggiungere il centro dall'aeroporto di Siviglia? Meglio l'autobus o il taxi? L'aeroporto San Pablo di Siviglia è veramente piccolo e difficilmen...
10 sensazioni (per 5 sensi) da provare a Siviglia La vista di Siviglia: A Siviglia c'è molto da vedere, molta bellezza da contemplare e moltissimo patrimonio culturale da scoprire. Sicuramente la vist...

Cosa fare a Natale e a Capodanno in Andalusia: tradizioni ed iniziative 2019

La primavera e l’estate sono sicuramente le stagioni con il maggior flusso turistico in Andalusia. La bella stagione, approfittando del Carnevale di Cadice, della Settimana Santa e delle Ferias, costituisce l’immagine più conosciuta della regione.  Il periodo natalizio in Andalusia, però, anche se non così rinomato offre molte belle tradizioni, suggestive fotografie ed un ricco calendario di eventi e spettacoli.

Continua la lettura di Cosa fare a Natale e a Capodanno in Andalusia: tradizioni ed iniziative 2019

andalusia consigliata:

Feria de Abril di Siviglia 2020: quando, dove e co... Con l'arrivo della primavera Siviglia si sveglia. Prima la Settimana Santa, poi arriva l'immancabile Feria de Abril o Feria de Sevilla. Nel giro di po...
La festa del Carmen in Andalusia: un omaggio a tut... Il 16 luglio di ogni anno le coste e spiagge d'Andalusia celebrano la ricorrenza della Virgen del Carmen, o Nuestra Señora del Carmen, patrona del mar...
L’anima ironica d’Andalusia: il Carnev... Assieme alla Settimana Santa, la Feria e la Romeria del Rocio, l'altro grande evento della tradizione andalusa è sicuramente il Carnevale di Cádiz o C...

I cortili di Córdoba: molto più che una festa di fiori

La festa dei cortili di Córdoba (Fiesta de los Patios de Córdoba)  è un evento riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

I cortili (patios) di Cordoba - unesco
Insegna commemorativa del riconoscimento Unesco: Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

Un concorso che per un paio di settimane nel mese di maggio (vedi Maggio a Cordoba: un mese alla grande) richiama migliaia e migliaia di turisti da tutto il mondo. Tutti i visitatori rimangono affascinati dai fantastici adorni floreali, dai colori e dalla cura di questi luoghi. Pochi però, si domandano il significato reale e l’origine di questo concorso. Continua la lettura di I cortili di Córdoba: molto più che una festa di fiori

andalusia consigliata:

Natale a Siviglia: mercatini e luci natalizie 2019 Le temperature durante il mese di dicembre, compresi i giorni di Natale a Siviglia sono clementi. È per questo che la destinazione spagnola ben si pre...
Cosa vedere a Cordoba e dintorni Cosa vedere a Cordoba (Spagna) in un giorno? È possibile ma non raccomandabile: la moschea o mezquita, il ponte romano e l'alcazar sono solo il princi...
Lucena: città e perla ebraica in provincia di Cord... Lucena è un'importantissima città con influenza ebraica in Spagna. Chi conosce bene l'Andalusia avrà sentito parlare della Lucena industriale, centro ...