Tutti gli articoli di andalusia viaggio italiano

Cosa vedere a Huelva: da Colombo agli inglesi

C’è una città in Andalusia che unisce Colombo con gli inglesi. Di seguito scopriamo cosa vedere a Huelva, il capoluogo più a ovest d’Andalusia. Huelva spesso viene definita come una città poco attraente. Se il termine di paragone sono le città più belle d’Andalusia questo è quasi del tutto giustificato, ma per essere un capoluogo di provincia di medie dimensioni non mi è parsa affatto una brutta città.

cosa_vedere_huelva_muelle_alberto
Fotografando il Muelle del Riotinto.

Cosa vedere a Huelva

Huelva ha diversi monumenti da poter mostrare al turista, soprattutto relativi a Cristoforo Colombo e agli inglesi dell’ottocento che si insediarono in questa parte d’Andalusia. Non manca anche un patrimonio religioso piuttosto rilevante in questa località, così come è bene ricordare come Huelva sia la capitale gastronomica della Spagna nel 2017.

cosa_vedere_huelva_muelle_mangiare
Un piatto di carne di maiale iberica tipica di Huelva.

La presenza di Colombo a Huelva

Huelva e l’omonima provincia possono vantare di essere luoghi “colombini”, ovvero posti dove l’esploratore italiano si è mosso prima della partenza. La Rabida e Moguer sono solo due delle località nella quale possiamo trovare testimonianze di Colombo. Nella città di Huelva la presenza di Colombo si manifesta attraverso vari monumenti tra i quali troviamo l’imponente Statua a la Fe de Descubridora. Questo colosso di 37 metri d’altezza ubicato tra l’incrocio del fiume Tinto e il fiume Odiel fu costruito nel 1929 proprio in memoria dei marinai che riuscirono a compiere la scoperta dell’America. Nel centro città, invece, troviamo un altra statua molto più piccola dedicata alla scoperta del nuovo mondo. Questa volta è una raffigurazione in bronzo di Cristoforo Colombo in una posa che ci indica la direzione del mare. Se dalla Plaza de las Monjas, dove è ubicata il monumento, seguiamo la direzione indicata dall’italiano, arriveremo proprio al mare.

cosa_vedere_huelva_colombo
Cristoforo Colombo indica la via verso il mare.

Oltre a questi due monumenti, l’opera di Colombo si riflette nella città di Huelva attraverso il Santuario de la Cinta e l’Humilladero de la Cinta.

Gli inglesi a Huelva

La città di Huelva è punteggiata dall’eredità lasciata dagli inglesi nell’ottocento. La popolazione inglese trovò in questo territorio delle miniere la cui estrazione apportava rilevanti benefici economici: erano le Minas del Riotinto. Per questo motivo, fecero della città di Huelva il porto principale dalla quale esportare i prodotti minerari. In questa città gli inglesi si stanziarono, costruirono le infrastrutture di cui avevano bisogno e trasmisero le proprie abitudini. Un esempio chiaro è la nascita, grazie ai britannici, della prima squadra di calcio spagnola: il Recreativo Huelva fondato nel 1889.

cosa_vedere_huelva_muelle_notte
L’eredità inglese del Riotinto.

L’orma lasciata dagli inglesi si può benissimo riconoscere nei due elementi più rappresentativi di Huelva: la Casa Colón e il Muelle del Tinto. Il primo è un hotel del 1881 costruito a causa dell’esigenza della compagnia mineraria inglese. È senza dubbio uno dei primi hotel sorti in Spagna e oggi le proprie stanze sono usate come spazi comunali. Il giardino e la fontana all’interno del palazzo ancora trasmettono un’atmosfera coloniale. Molti sono i dettagli originali ancora apprezzabili dell’hotel inglese.

cosa_vedere_huelva_muelle_casa_colon
Al fondo la Casa Colón.

A mio punto di vista il simbolo di Huelva è il Muelle del Riotinto, solo per questa infrastruttura industriale merita la pena visitare il capoluogo. Il Muelle del Riotinto è un bene di archeologia industriale usato anticamente dagli inglesi come ponte ferroviario che dava accesso al mare. La ferrovia, anticamente, partiva dalle miniere e sboccava a Huelva nel fiume Odiel a pochissima distanza dal mare.

cosa_vedere_huelva_muelle
La fantastica struttura del muelle del Riotinto.

Questo molo fu costruito nel 1874 e utilizzato per scaricare i minerali sino al 1975. Quello che oggi apprezziamo è stato ampiamente ristrutturato con fini turistici e per questo motivo è possibile passeggiare in tutta tranquillità. Uno dei migliori tramonti in Andalusia è sicuramente visibile dal “Paseo de la Ria”, una passeggiata che costeggia il fiume Odiel e che ci permette ammirar il molo di ferro e legna in tutta la sua bellezza. Proprio lungo questa gradevole passeggiata sono sorti vari bar e chiruinguitos che con musica, cerveza e cocktail permettono godere del paesaggio comodamente sino dopo il tramonto.tramonti_huelva

Cos’altro vedere a Huelva

Il centro storico di Huelva nasconde altri beni degni di nota. Alcuni religiosi come la Cattedrale de la Merced o la chiesa di San Pedro. Il centro, inoltre, è tappezzato da palazzi di altissimo valore come il Palazzo Mora Claros, il Gran Teatro e il municipio di Huelva (Ayuntamiento). Percorrendo le vie del capoluogo si scorgeranno tanti edifici appariscenti d’inizi del novecento. Alcuni esempi sono la Casa de las Conchas, la casa degli architetti di Huelva e l’antico Hotel Paris.

cosa_vedere_huelva_muelle_casa_concha
La Casa de las Conchas nel centro di Huelva.

Uno dei pochi edifici, o forse l’unico edificio del XV secolo che si conserva nel centro storico di Huelva è quello che viene chiamato Berdigón. Questo semplicemente perché si ubica nella Calle Berdigón 14. Quello che ora è un bar, nei secoli passati ebbe la funzione di granaio, fienile o magazzino.

cosa_vedere_huelva_muelle_casa_berdigon
Una casa del XV secolo: il Berdigón.

Dove dormire a Huelva

Io personalmente nella città di Huelva ho provato e sono rimasto soddisfatto del centrico Hotel Eurostars Tartessos. In città, però, sono presenti vari stabilimenti di diverso stile e gamma. Qui di seguito potrete trovare l’alloggio nella città di Huelva che più vi convince.

Cosa vedere a Huelva:

  • La Casa Colón
  • Muelle del Tinto
  • Statua a la Fe de Descubridora
  • Santuario de la Cinta
  • Gran Teatro
  • Casa de las Conchas
  • Hotel Paris
  • Cattedrale de la Merced
  • Chiesa di San Pedro

Per consigli personalizzati su cosa vedere a Huelva o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:



andalusia consigliata:

In barca assaporando l’essenza di Huelva Cosa c’è di meglio di un aperitivo al mare? La risposta ve la offro io: durante il tramonto, un aperitivo con prodotti autoctoni in barca. Ad Isla Cri...
Niebla: una piccola roccaforte sulle sponde del Rí... Niebla, in provincia di Huelva, può essere considerata, a scapito de Las Minas del Río Tinto, la capitale storico-culturale del territorio che circond...
A Isla Cristina, dal porto peschereccio alla spiag... Isla Cristina è un paese della Costa de la Luz e della provincia di Huelva di relativa recente fondazione (1755). Un nucleo che ha vissuto da sempre d...

Le 8 città in Andalusia più belle da visitare la prima volta

La prima volta in Andalusia non si scorda mai, soprattutto perché sempre cerchiamo di visitare tutte le città e località più belle. Una delle e-mail più frequenti, infatti, è la classica domanda “quale città mi raccomandi visitare in Andalusia?“. Chi mi porge tale quesito è sicuramente un principiante in questa regione del sud della Spagna.

Città più belle d’Andalusia e più visitate

Tutti coloro che hanno già messo piede in Andalusia sanno che le città più rinomate da visitare sono innanzitutto quattro: Siviglia, Granada, Cordoba e Malaga. In secondo luogo, dipendendo dal tempo a disposizione, verranno Marbella, Cadice, Ronda e Jerez de la Frontera.

Vedi –> Tour classico dell’Andalusia: Siviglia, Granada, Cordoba e Malaga

Secondo i dati statistici queste otto bellezze sono tra le più visitate dai turisti italiani in Andalusia e possiamo dire che riassumono a grandi linee il sapore di questa regione. Mi piace ricordare, però, come la vera essenza risieda nei centri più piccoli (vedi Paesini più belli d’Andalusia) e per questo motivo raccomando si visitare almeno qualche paese nei dintorni.

Visitare Siviglia per la prima volta

Una prima volta a Siviglia deve comprendere assolutamente la visita ai 10 monumenti più importanti. Per vedere l’Alcázar, la Plaza de España, la Cattedrale e la Giralda e tutti gli altri monumenti della capitale ci vogliono almeno due giorni, anche se raccomando sempre tre. Dobbiamo, inoltre, complementare la visita con altre attività come la visione di uno spettacolo flamenco o la gita in battello lungo il fiume Guadalquivir. La gastronomia a Siviglia deve avere una certa importanza durante la vostra visita e per questo non dovrà di certo mancare una tapa (vedi Cosa sono le tapas) in uno dei più antichi bar d’Andalusia: il Rinconcillo.

cittè_andalusia_Siviglia
La Plaza de España di Siviglia.

COSA VEDERE A SIVIGLIA

QUANTI GIORNI: Almeno 3

COSA FARE: Vedere uno spettacolo FlamencoBattello lungo il Guadalquivir

DOVE MANGIARE: Mangiare Tapas nel Bar El Rinconcillo (Calle Gerona)

DOVE DORMIRE: Hotel nel Casco Antiguo

Visitare Granada per la prima volta

Granada la prima volta è sinonimo di Alhambra. La “fortezza rossa” occuperà gran parte della visita in questa città. Per Granada raccomando sempre almeno due giorni della quale uno quasi sarà interamente dedicato all’Alhambra e il secondo si dovrà concedere per l’Albaicín e alla Cattedrale.  È importantissimo prenotare l’entrata Alhambra  con qualche mese d’anticipo. Anche in questo caso si potrà complementare la visita monumentale della città con il famosissimo spettacolo flamenco nelle grotte del Sacromonte. In una prima volta a Granada non può certo mancare una cena romantica con vista all’Alhambra e la visione di un tramonto dalla Plaza de San Nicolás.

cittè_andalusia_Granada
L’Alhambra dalla Plaza San Nicolás.

COSA VEDERE A GRANADA

QUANTI GIORNI: Almeno 2

COSA FARE: Vedere uno spettacolo Flamenco nelle grotte del SacromonteHammam rilassante in uno dei centri più belli d’Andalusia

DOVE MANGIARE: Cena con vista all’Alhambra e tramonto dalla Plaza de San Nicolás

DOVE DORMIRE: Hotel nell’Albaicín

Visitare Cordoba per la prima volta

Cordoba non è solo la fantastica Mezquita. Senza dubbio la moschea è il patrimonio principale della città califfale, ma c’è molto altro da vedere e per questo raccomando visitare Cordoba in una giornata piena (se possibile passando una notte qui). Oltre il patrimonio di uno dei più bei centri storici della Spagna e i tradizionali patios (cortili fioriti), sarebbe bene visitare l’inimitabile parco archeologico di Medina Azahara che si trova a pochi chilometri. Tutto questo deve essere condito da tradizioni e sapori. Immancabile è provare la tortilla de patatas del Bar Santos da mangiare assolutamente sui gradoni della Mezquita.

cittè_andalusia_Cordoba
L’interno della Mezquita di Cordoba.

COSA VEDERE A CORDOBA

QUANTI GIORNI: Almeno 1 pieno (consigliata una notte)

COSA FARE: Visitare il parco archeologico di Medina AzaharaScoprire i cortili fioriti più belli della città

DOVE MANGIARE: Mangiare sui gradoni della Mezquita la tortilla de patatas del Bar Santos (Calle Magistral González Francés)

DOVE DORMIRE: Hotel nel Centro Storico/Judería

Visitare Malaga per la prima volta

Anche Malaga, che spesso viene denigrata, è una città fantastica con tanto da vedere e da fare. Per questo raccomando di restare nella capitale della Costa del Sol almeno due giorni, ovvero una notte. Questa è una città dinamica, moderna e spesso alterativa come può dimostrare il quartiere soho. Durante la prima visita a Malaga bisognerà contemplare il patrimonio monumentale (Alcazaba, Teatro Romano, etc) e i molteplici musei (Picasso, Pompidou, Thyssen, etc.). Infine, non può certo mancare una scappatella al mare, alla Malagueta o al Pedreglaejo per mangiare i famosi espetos di sardine.

cittè_andalusia_Malaga
Teatro Romano e Alcazaba di Malaga.

COSA VEDERE A MALAGA

QUANTI GIORNI: Almeno 2

COSA FARE: Percorrere le vie del centro con un Segway –  Rilassarsi nel favoloso hammam di Malaga

DOVE MANGIARE: Mangiare espetos lungo la spiaggia della Malagueta o del Pedregalejo

DOVE DORMIRE: Hotel ne La Malagueta

Visitare Marbella per la prima volta

Marbella è una delle città più visitate in Andalusia da parte degli italiani. Gli italiani in questa città sono alla ricerca soprattutto di mare, spiaggia, ottima gastronomia e in alcuni casi del lusso che abbonda in questa località. Marbella però nasconde anche un centro storico molto bello, fatto di strade strette e abitazioni bianche. È per questo che una cosa proprio da fare è scoprire pedalando la città e il lungomare. Lungo la Costa del Sol non si può andar via senza aver provato la classica frittura di pesce. La migliore a Marbella, senza dubbio quella de Los Mellizos.

cittè_andalusia_marbella
Il centro storico di Marbella.

COSA VEDERE A MARBELLA

QUANTI GIORNI: Almeno 1

COSA FARE: Percorrere le vie del centro e del lungomare in bicicletta

DOVE MANGIARE: Mangiare una frittura di pesce nel ristorante Los Mellizos (Paseo Marítimo)

DOVE DORMIRE: Hotel nel Centro Storico

Visitare Cadice per la prima volta

Cadice è considerata la città abitata più antica d’Europa. I monumenti però non sono la parte più importante di questo capoluogo di provincia. I paesaggi e la relazione mare-città sono sicuramente le caratteristiche più rilevanti di Cadice. Oltre a visitare la Cattedrale Nueva e l’interessantissima Torre Tavira, a Cadice si deve assolutamente contemplare un tramonto nella spiaggia de La Caleta. In una prima visita a Cadice è più  che raccomandabile mangiare  pesce fresco al mercato municipale e provare qualche ostrica dai vari venditori ambulanti.

cittè_andalusia_cadice
Una vista della città di Cadice.

COSA VEDERE A CADICE

QUANTI GIORNI: Almeno 1 pieno (consigliata una notte)

COSA FARE: Fare una prima lezione si surf sulla spiaggia di Cadice

DOVE MANGIARE: Mangiare pesce fresco al mercato municipale di Cadice (Plaza Libertad)

DOVE DORMIRE: Hotel nel Centro Storico o in riva al mare

Visitare Ronda per la prima volta

È una delle classiche cartoline dell’Andalusia. Il Ponte Nuovo che unisce la profonda gola è un maestoso monumento. Se uniamo ciò con una vista incredibile verso la sierra ed altri beni culturali come i bagni arabi o la plaza de toros, troveremo una località unica al mondo. In questa zona d’Andalusia sono molto apprezzati anche i vini e la gastronomia. Per questo raccomando durante la nostra escursione, che può essere di un giorno, di fare un tour gastronomico o di pranzare nel ristorante Parador. Mangiare con una miglior vista di Ronda sarà impossibile.

Cosa vedere Andalusia_Ronda
Il ponte nuovo di Ronda che collega la parte nuova del paese con il nucleo storico.

COSA VEDERE A RONDA

QUANTI GIORNI: Almeno 1 pieno

COSA FARE: Tour enogastronomico a Ronda per scoprire i vini e le tapas

DOVE MANGIARE: Mangiare nel Parador con una incredibile vista (Plaza de España)

DOVE DORMIRE: Hotel nel Centro città

Visitare Jerez de la Frontera per la prima volta

Jerez de la Frontera è conosciuta dal pubblico italiano per il vino sherry, per la MotoGP e per i cavalli. Jerez, però, è una città molto bella anche a livello di cose da vedere. La cattedrale, per esempio, è impressionante e una degli edifici religiosi più rilevanti in Andalusia. Durante la giornata a Jerez comunque non potrà mancare la visita a una cantina di vino sherry e la visione di uno spettacolo equestre. Per mangiare chicharrones o bere un bicchierino di vino non dovete perdervi il caratteristico bar Las Cuadras nella Plaza de la Asunción.

Cosa vedere Jerez de la frontera Andalusia Vino tio pepe
Il patrimonio storico e vinicolo di Jerez.

COSA VEDERE A JEREZ DE LA FRONTERA

QUANTI GIORNI: Almeno 1 pieno

COSA FARE: Visita a un cantina di vino sherry – Visione di uno spettacolo equestre

DOVE MANGIARE: Assaggiare un bicchiere di vino e chicharrones nel bar Las Cuadras (Plaza de la Asunción)

DOVE DORMIRE: Hotel a Jerez de la Frontera

Per consigli personalizzati sulle maggiori città d’Andalusia o per organizzare una visita potete scriverm ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:



andalusia consigliata:

Un’Andalusia da Film! Film hollywoodiani, sp... L'Andalusia è stata, e continua ad essere, una delle scenografie cinematografiche più rilevanti di tutta Europa. Tanti sono i registi che scelgono i p...
Paesi vicino Siviglia: 6 escursioni in giornata Dopo aver visitato la Giralda, l'Alcazar e tutti i monumenti di Siviglia, è possibile fare un'escursione in giornate nei paesi nei dintorni della capi...
Il mese di Maggio a Cordoba: un mese alla grande! È conosciuto come il "mes grande", ovvero il mese grande. Maggio a Cordoba è un periodo a dir poco speciale, durante il quale si susseguono molteplici...

Tour tra i paesi del prosciutto di Huelva

Nel nord della provincia di Huelva, nell’omonima sierra, si nascondono tra i monti dei bellissimi paesi che si dedicano principalmente alla produzione del jamón serrano, del prosciutto. Un prosciutto riconosciuto di ottima qualità a livello nazionale (con il marchio DOP – Denominazione di Origine Protetta) e internazionale. Un territorio che ospita tutte le fasi della produzione: dall’allevamento dei maiali sino all’elaborazione ed esportazione di questo apprezzatissimo prodotto di Huelva.

Vedi anche –> Tour dell’Andalusia in auto: i più bei paesi on the road

tour_prosciutto_huelva_jamon_linares_sierra
Uno dei paesini nella Sierra de Aracena.

I paesi della Sierra di Huelva, terra di jamón

Aracena è il capoluogo amministrativo e turistico di questa piccola regione, principalmente boschiva, che come detto si dedica all’allevamento e alla produzione del Jamón serrano. Aracena è un paese dalle grandi dimensioni ma accogliente e che ancora oggi offre un’esperienza gastro-turistica piacevole grazie ai sui monumenti, alla grotta de las maravillas e all’eccellente gastronomia. Oltre ai derivati del maiale, infatti, in questa area sono apprezzatissimi anche i funghi, i formaggi e alcuni dolci tipici.

–> Prenota la visita di Aracena e il prosciutto serrano partendo da Siviglia

tour_prosciutto_huelva_jamon_aracena
Aracena dallo specchietto.

Jabugo, invece, è il principale centro di elaborazione del cluster del prosciutto e per questo motivo è il nome che più risuona. Jabugo, però, è un paese che ormai si è dedicato alla produzione intensiva del jamón perdendo di fatto l’incantevole magia di questi paesi bianchi e dal tetto rosso della sierra di Huelva, o meglio sierra di Aracena.

tour_prosciutto_huelva_jamon
Un piatto di Jamón di Huelva.

Quello della sierra di Aracena y Pico de Aroche (vedi parchi naturali in Andalusia) è un parco naturale che fa parte della più estesa Sierra Morena. In questo bosco si distingue la tipica vegetazione della dehesa composta da lecci e querce da sughero. In questo habitat maiali vengono allevati in modo estensivo. Qui gli animali pascolano e si nutrono delle ghiande (bellotas) degli alberi sopra citati. Attraversando il parco in auto sarà possibile apprezzare qualche esemplare di maiale serrano, ovvero di colore scuro, spaparanzato al sole. È però passeggiando tra i percorsi del parco quando ci si renderà conto come questo sia veramente il territorio del prosciutto di Huelva, o meglio del jamón serrano de bellota.

tour_prosciutto_huelva_jamon_linares
Linares de la Sierra nel bel mezzo del bosco.

I paesi nei dintorni di Aracena

Dove si respira l’essenza della tradizione è in paesini come  Linares de la Sierra, Alájar, Almonaster la Real, Cortegana o Fuenteheridos. Località sperdute nella sierra di Aracena, non sempre di facile accesso e che sono rimaste ferme nel tempo. L’architettura tradizionale è stata conservata, così come il patrimonio culturale tangibile e intangibile. I beni, inoltre, sono spesso di altissimo valore monumentale e fortunatamente il turismo qui ancora non ha “contaminato” più di tanto il paesaggio. Il bosco non è solo l’elemento predominante nel panorama, ma si riflette anche nelle tradizione, nelle feste, nei prodotti e piatti locali.

    • Aracena –> 8 Km
    • Linares de la Sierra –> 5 Km
    • Alájar –> 15 Km
    • Almonaster la Real –> 9 Km
    • Cortegana –> 26 Km
    • Fuenteheridos –> 11 Km
    • Aracena

Linares de la Sierra è un paesino situato in una profonda vallata e raggiungibile solo attraverso una strada stretta e tortuosa. Un paese quasi sperduto, tanto che il cellulare qui non riceve segnale. Questa località di poche case bianche e saliscendi di strade, nonostante possa sembrare strano, ospita anche un hammam, un’ottima soluzione per rilassarsi dopo qualche lunga passeggiata tra i sentieri della Sierra Morena.

tour_prosciutto_huelva_jamon_hammam
L’hammam di Linares de la Sierra.

Alájar più che un paese è una borgo. Poche abitazioni bianche con tetti rossi compongono quest’incantevole località che ha il piacere di accogliere tra i confini comunali la “vetta” più alta della provincia di Huelva: la cima Alájar a soli 837 metri d’altezza. Questo nucleo che non arriva ad avere mille abitanti è osservabile da uno dei punti panoramici più romantici di tutta la sierra di Aracena, quello da dall’eremo della Reina de los Angeles.

tour_prosciutto_huelva_jamon_alajar
L’eremo di Alájar.

Almonaster la Real è, dopo Aracena, il paese più rinomato tra quelli citati. Questo non perché Almonaster la Real sia una località di grande importanza, bensì perché questa cittadina ospita una moschea del IX-X secolo. Un edificio religioso di origine islamica che include anche resti romani e che dalla propria cima domina la vallata e il paese.

tour_prosciutto_huelva_jamon_almonster
La moschea di Almonaster la Real.

Come spesso accade in Andalusia, anche la mezquita di Almonaster la Real, dopo la riconquista cristiana, è stata convertita in una chiesa, in concreto in un eremo. Nonostante l’unicità che rappresenta una moschea in un ambiente prettamente rurale, anche Almonaster la Real è rimasta una destinazione con poco flusso turistico.

tour_prosciutto_huelva_jamon_moschea
L’interiore della moschea.

Arrivando a Cortegana ci sorprenderemo. Ancor prima di entrare nell’abitato sarà possibile notare un dominante castello in alto del colle e un bianco paese ai suoi piedi, una cartolina da mandare ai propri famigliari. Cortegana, per la propria conformazione, può essere considerata la sorella minore di Aracena. Il castello fu eretto nel XII secolo per proteggere il regno spagnolo dai possibili attacchi dei portoghesi. Il confine con il paese lusitano, infatti, si trova a meno di 40 Km.

tour_prosciutto_huelva_jamon_cortegana
Il panorama di Cortegana.

Anche Fuenteheridos non arriva ad avere mille abitanti. Poche case che ben descrivono la tipica architettura della zona. Dalla piazza centrale, nella quale troviamo la principale fonte d’acqua, fontane e lavatoi, si diramano strade strette irte e zigzaganti, oltre a scalinate e abitazioni dalla forma irregolare. Come gli altri o forse più degli altri,  Fuenteheridos raccoglie tutta la semplicità che si respira in questa atmosfera e dipinge un incantevole paesaggio che gli sporadici turisti non riescono a rovinare.

tour_prosciutto_huelva_jamon_fuenteheridos
Il semplice ma fantastico paese di Fuenteheridos.

Ulteriori consigli per il tour del prosciutto di Huelva

  • La via consigliata che da Aracena porta a Cortegana passando per i paesini è una strada di curve e non sempre ben messa. Anche se tra i vari paesini i chilometri sono pochi tenete in considerazione questo fattore negativo.
  • La strada che consiglio per il ritorno che collega Cortegana ad Aracena è una nazionale ampia e scorrevole, tutto il contrario di quella appena citata.
  • Non perdetevi le feste locali. Tra le più importanti bisogna citare la Jornadas Medievales di Cortegana a principio d’agosto, la Feria di Aracena a fine agosto e la Feria del Jamón ad Aracena ad ottobre.
  • Non andatevene senza aver provato il prosciutto, jamón serrano de bellota. Oltre a provarlo consiglio la visita didattica ad un allevamento di maiale ed essiccatoio di prosciutti.
  • In queste località è possibile affrontare attività alternative, oltre alle passeggiate in campagna. Provate l’hammam di Linares de la Sierra (che è anche hotel), un’osservazione astronomica nel bel mezzo della Sierra o assistete ad una giornata micologica.
  • Questo tour come descritto è effettuabile solo noleggiando un veicolo.

Dove dormire nella Sierra de Aracena

Come anticipato, Aracena è il capoluogo turistico di questa regione. Per questo motivo è facilmente possibile trovare alloggio in uno degli hotel di questa località. Se però volete ancor più essere isolati, anche tra i paesini citati spesso si nascondono casas rurales dove poter soggiornare. Di seguito, invece, è possibile consultare tutti gli stabilimenti turistici in offerta presenti in provincia di Hueva.



Booking.com

Per ulteriori informazioni o per consigli personalizzati sul tour tra i paesi del prosciutto di Huelva o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:



andalusia consigliata:

Tour de Il Trono di Spade in Andalusia Se siete fan de Il Trono di Spade dovete sapere che in Andalusia, nel sud della Spagna, è possibile fare un tour visitando le scenografie nella quale ...
Il parco Despeñaperros: confine naturale tra Andal... All'estremo nord-est dell'Andalusia, tracciando il confine con La Mancia si trova il Parco Naturale di Despeñaperros (vedi 24 parchi naturali d'Andalu...
El Torcal de Antequera: un paesaggio lunare a 30 m... In Andalusia, oltre a degli ambienti marziani come lungo il Riotinto in provincia di Huelva, possiamo trovare veri e propri paesaggi lunari. El Torcal...

Gli hotel con la migliore vista di Siviglia

In quest’articolo vi svelo gli hotel con terrazza e miglior vista di Siviglia. Hotel romantici nella quale dormire e poter godere di panorami mozzafiato. Vedere Siviglia dall’alto è qualcosa di emozionante con la Giralda che domina la vista, il fitto reticolato urbano del Barrio Santa Cruz e i tanti campanili che spuntano tra le terrazze rosse delle case della città. Bisogna però sapere dove poter usufruire di tale bellezza.

Hotel con terrazza e vista di Siviglia

Oltre ai vari punti panoramici della città come la Giralda o las Setas, è possibile vedere Siviglia dall’alto dalle terrazze di alcuni palazzi e di alcuni hotel. Hotel che spesso sfruttano quest’opportunità e che offrono ai turisti non solo la possibilità di alloggiare, ma anche quella di poter bere qualcosa con viste impressionanti e in un gradevole ambiente.

hote_vista_terrazza_siviglia_vista
VIsta della Cattedrale di Siviglia da Plaza Nueva.

Hotel EME Catedral

È forse la terrazza d’hotel più famosa di Siviglia. La sua ubicazione a due passi dalla Giralda garantisce una vista senza eguali e un’atmosfera sempre viva che comprende una piscina dove gli ospiti possono rinfrescarsi durante le caldissime giornate estive. Questi servizi e la invidiabile ubicazione in Calle Alemanes numero 26 fan si che i prezzi siano in linea con l’incomparabile esperienza. Bello e impossibile, nel senso che per scattare qualche foto avrei dovuto chiedere permesso via mail e ritornare. Per questo motivo ho rinunciato alle foto.

–> Prenota nell’Hotel EME Catedral

Hotel Doña Maria

hote_vista_terrazza_siviglia_doña_maria
Vista dall’hotel Doña Maria.

Quest’hotel si trova nella Calle Don Remondo 19 nei pressi della Plaza del Triunfo e in uno degli angoli più romantici del Barrio Santa Cruz. La distanza dalla Cattedrale di Siviglia è di qualche decina di metri. Dall’alto della terrazza, la Girlada che domina il panorama e la piscina dedicata agli ospiti della struttura sono una gradevole cornice per i visitatori che possono anche godere di una cerveza o di un cocktail nel moderno bar.

–> Prenota nell’Hotel Doña Maria

Hotel Fontecruz Sevilla Seises

hote_vista_terrazza_siviglia_seises
Vista dall’hotel Fontecruz Seises.

Questa struttura si trova sempre nel quartiere Santa Cruz, precisamente nella Calle Segovias 6. È un hotel boutique immerso tra le viuzze tipiche del quartiere che offre una terrazza imperdibile. Dall’alto dell’hotel con vista alla Giralda e alla Cattedrale di Siviglia gli ospiti possono godere di un ambiente veramente piacevole con piscina ed eventi di musica flamenco in diretta.

–> Prenota nell’Hotel Fontecruz Sevilla Seises

Hotel Inglaterra

hotel_vista_terrazza_siviglia_inglaterra
Vista dall’hotel Inglaterra.

Questo è uno degli hotel tradizionali di Siviglia. Un hotel, però, che non è rimasto fermo nel tempo ma che è riuscito a rinnovarsi. In questa struttura situata nella Plaza Nueva, infatti, d’estate è possibile salire all’ampia terrazza per godere della vista verso l’Ayuntamiento e la Cattedrale e ascoltare uno dei molteplici concerti proposti.

–> Prenota nell’Hotel Inglaterra

Hotel Murillo

hote_vista_terrazza_siviglia_murillo
Vista dall’hotel Murillo.

Proprio nel cuore del Barrio Santa Cruz, tra le contorte stradine e non lontano dalla suggestiva calle agua si trova questo hotel. Di giorno, al tramonto o di notte sempre è il momento giusto per sedersi e bere qualcosa nella terrazza dell’hotel di Calle Lope de Rueda. Sorprendentemente, se sei un tipo molto social puoi anche incorniciare la tua esperienza in compagnia degli amici e della Giralda.

–> Prenota nell’Hotel Murillo

Hotel Palacio Alcazar

hote_vista_terrazza_siviglia_alcazar_palacio
Vista dall’hotel Palazio Alcazar.

Il nome preannuncia la sua ubicazione, ad un passo dall’Alcazar e dal Patio de Banderas. Nella bella Plaza de la Alianza si trova questo hotel con una fantastica vista alla Giralda e alla muraglia del palazzo reale. Questo è un romantico sito anche per un aperitivo o una birretta. Anche se non vorreste andartene mai più, ricorda che il bar chiude alle 23:30.

–> Prenota nell’Hotel Palacio Alcazar

La Banda Hostel

hote_vista_terrazza_siviglia_la_banda
Vista da La Banda Hostel.

Se stai pianificando una visita low cost dell’Andalusia ma non vuoi perderti esperienze uniche a Siviglia come quelle sopra descritte, allora La Banda Hostel è quello che fa per te. Quest’ostello internazionale pieno di giovani, musica e vita offre una stupenda vista di Siviglia. Dalla terrazza dello stabilimento nella Calle Dos de Mayo 16, infatti, avremo in primo piano l’arco del Postigo e al fondo la facciata della Cattedrale. Qui il bar è solo per i clienti dell’ostello.

–> Prenota ne La Banda Hostel

Qui potete trovare ulteriori informazioni sugli hotel in Andalusia. Per consigli personalizzati sugli hotel di Siviglia o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:



andalusia consigliata:

I mercatini di Siviglia più famosi! I mercatini di Siviglia sono una parte molto importante della dinamica sociale della propria città. Come i mercati, sono luoghi di scambio, d'incontro...
Itálica: culla romana d’Andalusia A circa 12 km di distanza da Siviglia, precisamente nel paesino di Santiponce, si ubica il parco archeologico di Itálica, un giacimento archeologico i...
Settimana Santa di Siviglia: cosa e dove vedere La Semana Santa, Pasqua o Settimana Santa di Siviglia è qualcosa di davvero unico e sorprendente. In tutta Andalusia si celebra con grande fervore la ...

Feste e tradizioni in Andalusia da non perdere: calendario

Quali sono le feste, tradizioni ed eventi più rilevanti in Andalusia? La feria, la Settimana Santa (Semana Santa), El Rocio e il carnevale sono solo parte del calendario delle feste più rinomate che animano questa regione. In quest’articolo elencherò e descriverò brevemente gran parte degli eventi che si celebrano ogni mese in Andalusia.

–> Cos’è la feria?

–> La Settimana Santa in Andalusia

Feste, eventi e tradizioni in Andalusia

In Andalusia sono tantissime le feste e tradizioni popolari. Di seguito, in questo calendario, elenco quelle che turisticamente sono più rilevanti. Le date sono approssimative dato che la maggior parte delle feste popolari cambiano data in base a fattori astronomici e religiosi. Potete comunque trovare tutte le feste e tradizioni in Andalusia nell’interessante data base della Junta de Andalucía dedicato al patrimonio culturale immateriale della regione.

feste_tradizioni_andalusia_feria
Ragazze con il vestito tradizionale alla feria.

Eventi e feste a Gennaio in Andalusia

31 Dicembre/1 Gennaio – Si può celebrare il capodanno, l’ ultimo dell’anno o nochevieja in piazza in qualunque città capoluogo d’Andalusia, mangiando i classici 12 acini d’uva al ritmo del rintocco delle campane.

5 Gennaio – La Cabalgatas de los reyes magos avviene in qualunque città, località o paese d’Andalusia. Tra le più interessanti ci sono quelle di Almeria e Siviglia.

6 Gennaio – La Cabalgatas de los reyes magos si svolge nel quartiere di Triana di Siviglia. Durante l’Epifania o meglio Día de los Reyes Magos ci si scambiano i doni e si mangia il roscón.

6 Gennaio – È quando avviene l’estrazione della lotteria de El Niño, una delle più importanti.

6 o 7 Gennaio 2018Derby Sevilla – Betis, partita di calcio molto rilevante nel capoluogo d’Andalusia.

Natale_siviglia_cosa_fare_dicembre_reye_magos
La Cabalgatas de los Reyes Magos di Siviglia.

Eventi e feste a Febbraio in Andalusia

2 Febbraio – La Candelaria si festeggia in alcuni paesini rurali della regione come nella zona de Los Pedroches. È un grande falò dedicato alla luce.

3 Febbraio – Come in Italia, San Blas o meglio San Biagio è molto venerato in Andalusia. Processioni avvengono in diversi paesini come Alcalá la Real.

Precedente il Mercoledí delle ceneri – Il Carnevale si festeggia in tutta Andalusia. Di particolare interesse però è il Carnevale di Cadice.

28 Febbraio – Il Día de Andalucía si celebra la firma dell’autonomia della regione. È una festa regionale e in tutte le città si organizzano eventi dedicati a quest’evento.

cosa-vedere-andalusia_cadiz_carnevale_consigli_tour_andalucia_cadice_chirigota
Una performance del carnevale davanti alla Cattedrale di Cadice.

Eventi e feste a Marzo in Andalusia

Tra Marzo e Aprile – La Settimana Santa o Semana Santa si vive in tutt’Andalusia. In ogni paese o città avvengono le classiche processioni d’immagini religiose e penitenti.  Senza dubbio quelle turisticamente più importanti sono:

Anche la Settimana Santa di paesi come Carmona, Estepa, Lucena, Cabra, Antequera, Puente Genil, Écija, Baena, Osuna, Priego de Cordoba e Alcalá la Real è molto interessante.

feste_tradizioni_andalusia_semana_santa
Una classica immagine durante la Settimana Santa.

Eventi e feste ad Aprile in Andalusia

Oltre alla possibile Settimana Santa.

Aprile – La feria de Mairena del Alcor oltre a inaugurare la stagione delle ferias in Andalusia è la più antica.

Aprile – La feria de abril di Siviglia è una della più importanti eventi della regione per numero di visitanti.

Tra Aprile e Maggio – La feria de Jerez de la Frontera è una della più considerate in Andalusia per la propria tradizione e autenticità.

Tra Aprile e Maggio – La Cata del vino Montilla Moriles è una grande degustazione dell’omonimo vino DOP a Cordoba.

Ultima domenica di Aprile – La Romeria de la Virgen de la Cabeza è un pellegrinaggio che avviene nel Parco Naturale di Andújar a una cappella posta sulla cima di un irto colle.

feste_tradizioni_andalusia_feria_abril_siviglia
La feria de Abril di Siviglia.

Eventi e feste a Maggio in Andalusia

Maggio è senza dubbio il mese più importante di Cordoba.

1 Maggio – La Fiesta de los Trabajadores, come in Italia, pretende ricordare i diritti dei lavoratori.

Inizio Maggio – Il Moto GP di Jerez de la Frontera è sicuramente l’evento sportivo internazionale più mediatico in Andalusia.

3 Maggio – La Crujía de los gamones è una ricreazione storica che avviene a Ubrique nella sierra di Cadice nella quale si riproduce il suono degli spari con dei vegetali chiamati “gamones”.

11 – 13 Maggio 2018Derby Betis – Sevilla, partita di calcio molto rilevante nel capoluogo d’Andalusia.

Maggio – Le Cruces de Mayo sono un evento popolare nella quale si allestiscono croci di fiori nelle principali piazze delle città. Questa festa avviene in tutta la regione ma le più importanti sono quelle di Granada e Cordoba.

Maggio – Il Festival de los patios è il celebre concorso dei cortili di Cordoba.

Maggio – La Feria de la Nuestra Señora de la Salud di Cordoba conclude il mese festivo di Cordoba.

30 Maggio – È San Fernando festa locale a Siviglia per il patrono.

Tra Maggio e Giugno – La Romeria de El Rocío è uno dei più importante pellegrinaggi religiosi che avvengono in Spagna.

feste_tradizioni_andalusia_cruces
Cruces de Mayo a Cordoba.

Eventi e feste a Giugno in Andalusia

Giugno – La Noche de velas di Vejer de la Frontera consiste in illuminare il bellissimo paese bianco con le candele.

15 Giugno – Il Corpus Christi è una festa religiosa che si celebra in tante località d’Andalusia. Tra quelle più rilevanti troviamo Siviglia e la località di Villardompardo in provincia di Jaén.

Giugno – La Feria de Granada coincide con il Corpus Christi ed è la festa più importante di Granada.

Notte tra 23-24 Giugno – Si festeggia la notte di San Juan lungo tutto il litorale d’Andalusia, soprattutto a Malaga e dintorni. È tipico fare un falò sulla spiaggia.

Eventi e feste a Luglio in Andalusia

Inizio di Luglio – La Feria del Teatro di Palma del Río è una celebrazione dell’arte teatrale e avviene durante vari spettacoli serali.

16 Luglio – Soprattutto nelle località di mare si celebra la Virgen del Carmen. Una processione celebra la madonna sfilando via terra e via mare. Importanti sono quelle di Malaga e di tutta la Costa del Sol.

26 Luglio – Nei giorni attorno al 26 luglio (Sant’Anna) avviene la Velá de Santa Ana nel quartiere di Triana a Siviglia.

17-22 Luglio – La Batalla de Bailén è la ricreazione storica più rilevante della regione. Avviene a Bailén in provincia di Jaén. Rappresenta la battaglia tra l’impero francese e il regno di Spagna del 1808.

Tra Luglio e Agosto – La Carrera de caballos di Sanlúcar de Barrameda è una gara ippica che avviene nella spiaggia di questo paese della provincia di Cadice.

feste_tradizioni_andalusia_vela
La velá de Santa Ana a Triana.

Eventi e feste ad Agosto in Andalusia

Inizio Agosto – Le Fiestas Colombinas sono una delle celebrazioni più importanti d’Andalusia e avvengono nella città di Huelva e prettamente di notte.

8 Agosto – La Noche de las velas di Mojácar pretende illuminare il paese con le candele durante una notte d’estate.

4 – 7 Agosto – La festa Moro y Cristianos di Benamahoma celebra i continui affronti tra cristiani e arabi che sono avvenuti in Andalusia durante il Medioevo.

15 Agosto – Il giorno della Asunción de la Virgen è festa nazionale e coincide con il nostro ferragosto.

19 Agosto – La Riconquista di Malaga per la Corona spagnola è una festa locale nella capitale della Costa del Sol.

Agosto –  La Feria di Malaga è tra gli eventi più importanti della regione per numero di visitanti. Questa si divide in feria di giorno che avviene in città e feria di notte che si celebra nel recinto ferial.

Agosto – La Feria di Almeria è la festa più importante di questo capoluogo di provincia.

Fine Agosto – Il Festival de las 3 culturas di Frigiliana vuole celebrare la convivenza tra le culture cristiana, ebrea e mussulmana avvenuta in un determinato periodo storico in Andalusia.

Tipiche decorazioni della Feria di Malaga. Dominano i colori della marca Cartojal.

Eventi e feste a Settembre in Andalusia

Inizio di Settembre – Con la Cascamorras de Baza e Guadix, nel mezzo della provincia di Granada, si commemora qualche evento storico (le fonti non concordano sull’origine) con protagonista la popolazione araba. Da questo fatto deriva anche che i partecipanti si dipingano il corpo di nero.

8 Settembre – È la Virgen de la Victoria e Virgen de la Fuensanta festa locale a Malaga e Cordoba per il patrono.

15 Settembre – È la Virgen de las Angustias festa locale a Granada per il patrono.

Tutto mese di Settembre e inizi Ottobre – La Bienal de Flamenco è l’evento più importante in Andalusia dedicato a questo genere musicale. Avviene a Siviglia ogni due anni. È stata nel 2016, la prossima sarà nel 2018, poi 2020.

feste_tradizioni_andalusia_bienal
La Bienal di flamenco, un mese di eventi a Siviglia.

Eventi e feste a Ottobre in Andalusia

Metà Ottobre – La Feria de San Lucas è quella della città di Jaén e si considera l’ultima feria della stagione nella regione.

7 Ottobre – È la Virgen del Rosario festa locale a Cadice per il patrono.

12 Ottobre – Il Día de la Hispanidad è una festa nazionale spagnola durante la quale si consolidano i valori nazionali.

24 Ottobre – È San Raffaele festa locale a Cordoba per il patrono.

31 Ottobre – Anche in Andalusia si celebra come in Italia Halloween, festa importata dagli Stati Uniti d’America.

feste_tradizioni_andalusia_hispanidad
El Día de la Hispanidad è una festa nazionale spagnola.

Eventi e feste a Novembre in Andalusia

1 Novembre –  La Festa di Tutti Santi avviene come in Italia. In Andalusia normalmente si preparano i dolci chiamati Hueso de Santo.

2 Novembre – Durante il Giorno dei morti anche in Andalusia si va a trovare i propri defunti nei vari cimiteri.

Eventi e feste a Dicembre in Andalusia

6 Dicembre – Il Día de la Constitución Española è festa nazionale e durante questa giornata ci sono vari atti in memoria di questo importante evento storico.

7 – 8 Dicembre – Durante la festa dell’Immacolata a Siviglia di riuniscono tutti i tunos della città. I tunos sono menestrelli prettamente universitari.

Dicembre – Durante tutto il mese ci sono concerti di zambomba tra flamenco e canti natalizi a Jerez de la Frontera.

22 Dicembre – È quando avviene l’estrazione della lotteria de El Gordo, una delle più importanti.

24 Dicembre – La notte della vigilia di Natale o nochebuena è quando in Andalusia avviene il classico cenone in famiglia.

25 Dicembre – Il giorno di Natale si può considerare molto simile a quello italiano. Vedi Natale e Capodanno a Siviglia.

28 Dicembre – Il Día de los Santos Inocentes è come il 1 aprile in Italia, una giornata durante la quale ogni scherzo vale.

31 Dicembre/1 Gennaio – Si può celebrare l’ultimo dell’anno o nochevieja in piazza in qualunque città capoluogo d’Andalusia, mangiando i classici 12 acini d’uva al ritmo del rintocco delle campane.

Natale_siviglia_cosa_fare_dicembre
Natale a Siviglia.

Indice delle feste più importanti in Andalusia

Per ulteriori informazioni o per consigli personalizzati sulle feste e tradizioni in Andalusia o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:



andalusia consigliata:

I cortili di Córdoba: molto più che una festa di f... La festa dei cortili di Córdoba (Fiesta de los Patios de Córdoba)  è un evento riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio Immateriale dell'Umanità. ...
Natale e capodanno a Siviglia: cosa fare Le temperature durante il mese di dicembre, compresi Natale e Capodanno, a Siviglia sono clementi. È per questo che la destinazione spagnola ben si pr...
Settimana Santa di Siviglia: cosa e dove vedere La Semana Santa, Pasqua o Settimana Santa di Siviglia è qualcosa di davvero unico e sorprendente. In tutta Andalusia si celebra con grande fervore la ...

Deserto di Tabernas: unico deserto in Andalusia, Spagna ed Europa

Il deserto di Tabernas si trova in provincia d’Almeria ed è l’unico deserto in Spagna, nonché luogo dove si sono girate tanti film western di Sergio Leone. L’unico deserto europeo, inoltre, si ubica non lontano dal bellissimo Parco di Cabo de Gata, il vero attrattivo di questa provincia.

deserto_tabernas_andalusia
Deserto di Tabernas e i suoi film.

Il deserto di Tabernas, unico deserto in Spagna

Per arrivare alla zona protetta di Cabo de Gata, però, sarà possibile passare anteriormente in questa zona molto interessante per la sua unicità. Tabernas, come detto, è l’unico deserto esistente in Spagna e in Europa.  Non bisogna immaginare un deserto africano di sabbia gialla e alte dune mosse dal vento. A Tabernas il paesaggio è grigio, immobile e solo qualche verdastro arbusto rompe la monotonia di queste montagne. Quelle che troviamo a Tabernas sono le denominate badlandsambiente tipico nel continente nordamericano.

Andalusia_juego_de_tronos_tabernas
Il deserto di Tabernas.

Questo particolare ambiente si è formato per effetto del clima presente in questa zona che passa da Mediterraneo ad arido, sino ad arrivare a freddo. Un habitat inospitale dove l’acqua scarseggia e durante la quale in estate si possono raggiungere i 50 gradi centigradi.  Come nei più classici film western, nel deserto di Tabernas è facile incrociare infestanti palle di salicornia rotolando per la strada.

–> Scopri il deserto a bordo di un fuoristrada

deserto_tabernas_badlands
Bedlands di Tabernas.

Deserto di Tabernas e i film western di Sergio Leone

Il deserto di Tabernas è stato, e continua a essere, una delle scenografie predilette per i registi di tutto il mondo. Questo paesaggio arido si addice per accogliere particolarmente i film western. Sergio Leone qui trovò la sua seconda casa e girò tantissimi “spaghetti western”,  spesso accompagnati dalla musica di Ennio Morricone. “C’era una volta il West”, “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più” e  “Il buono, il brutto, il cattivo” sono solo alcune delle pellicole del grande regista italiano.

Cosa vedere Andalusia - Tabernas
Scenografi western nel deserto di Tabernas.

Non solo Sergio Leone, però, ha utilizzato questa naturale scenografia. Nell’unico deserto spagnolo si è filmato anche capolavori come “Lawrance d’Arabia”, “Django”, “Claopatra”, “Conan il barbaro” e “Indiana Jones” e alcuni film di Bud Spuncer e Terence Hill.

Vedi –> Film girati in Andalusia

Mini Hollywood nel deserto di Tabernas

L’esito cinematografico, soprattutto dei film western, ha prodotto un vero parco divertimenti con tema appunto i cowboys e le loro avventura. Questo parco divertimenti o tematico, chiamato Mini Hollywood Oasys Park si trova appunto immerso nel deserto di Tabernas. Andalusia_Andalucia_Cosa vedere_Bambini_Tour_Consigli_tabernas

Nel Mini Hollywood non solo ti potrai sentire come un vero cowboy in una film di Sergio Leone ma potrai godere anche di piscine e di un parco zoologico. Non solo i bambini qui potranno godere di un’intensa animazione e interessanti spiegazioni riguardo la natura del deserto e sulle riprese dei film. Il culmine della giornata è sicuramente quando  avviene la rappresentazione live di un western. Attori vestiti di tutto punto e con spari molto realistici metteranno in scena una rapina alla quale il pubblico sarà spettatore. In questa zona sono presenti altri due parchi focalizzati nel turismo cinematografico: Fort Bravo e Western Leone.

–> Prenota l’esperienza nel Mini Hollywood

deserto_tabernas_minihollywood
Un momento dell’animazione nel parco (Doriana per #Andalusiaconituoiocchi).

Dove dormire nel deserto di Tabernas

Pochi sono gli alloggi presenti nel deserto di Tabernas. Qui potrete trovare tutti gli hotel nei pressi del deserto. Di seguito, invece, tutte le strutture in offerta presenti a Cabo de Gata.



Booking.com

Per ulteriori informazioni o per consigli personalizzati sul deserto di Tabernas o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:



andalusia consigliata:

Un punto bianco nella sierra de Grazalema Grazalema è uno de los Pueblos Blancos (vedi anche Setenil de las Bodegas e Arcos de la Frontera) in provincia di Cadiz. Si ubica sulla strada che col...
Forti emozioni tra le valli dell’ Alpujarra ... A sud della grande muraglia naturale della Sierra Nevada, ad una sessantina di chilometri dalla città di Granada si estende una zona collinare-montagn...
L’essenza della Sierra de Aracena tra natura... La Sierra è uno dei paesaggi tipici dell'Andalusia. Da Est a Ovest della regione si identificano tantissime tipologie di questo peculiare paesaggio. L...

I 15 migliori tramonti d’Andalusia

Se vi affascinano i monumenti e i paesaggi d’Andalusia, allora durante le vostre vacanze dovrete prendervi un momento tutto per voi e godervi gli atardeceres, ovvero i tramonti.

15 luoghi con i migliori tramonti d’Andalusia

Da est a ovest, d’Almeria a Cadice i tramonti in Andalusia sono qualcosa di magico. In riva al mare, in città o in campagna l’ora d’oro in questa regione vi farà rimanere a bocca aperta. Di seguito vi segnalo 15 luoghi nella quale il tramonto mi ha particolarmente colpito e dove sono riuscito a scattare una fotografia decente. Sono un mix di fotografie che ritraggono diverse scene e che toccano tutte le otto province d’Andalusia.

La Caleta di Cadice

Il tramonto in questa spiaggia urbana della città di Cadice è infinito, sembra che il sole non voglia riposare. Le vecchie barche dei pescatori rimangono incagliate con la bassa marea e aspettano l’alba per poter riprendere a galleggiare. Una scena suggestiva ricca di colori e accompagnata sempre da un gran ambiente.tramonti_cadice

Il Muelle del Tinto di Huelva

Il tramonto qui è quello classico arancione della costa di Huelva. In più, però, avremo in primo piano un’impressionante infrastruttura di ferro, patrimonio industriale. Lungo la Ría del Tinto, inoltre, è possibile fermarsi e godersi tutto ciò in uno dei tanti chiringuitos della zona.tramonti_huelva

Il Ponte Romano di Cordoba

Dal Ponte Romano di Cordoba è possibile ammirare come la dorata luce del sole illumini la maestosa ed esotica Mezquita. Lentamente il sole scompare, lasciando posto alla luce artificiale. Noi dal ponte o dalla torre della Calahorra possiamo solo emozionarci ammirando come l’ocra dei monumenti del centro storico si trasformi in oro.tramonti_cordoba

La pianura del Guadalquivir

Lungo il corso del Guadalquivir si susseguono i campi agricoli. Cereali e soprattutto girasoli ci accompagnano durante i nostri trasferimenti tra Siviglia e Cordoba. Se un giorno di primavera vi capita di guidare con il tramonto non indugiate, prendete un’uscita qualunque e perdetevi tra gli infiniti campi di girasoli.Tramonti_guadalquivir

La Sierra di Grazalema a El Gastor

Stai facendo il tour dei paesi bianchi e tra le curve delle stradine di montagna in mezzo alla vegetazione a un momento ti si apre un chiaro. Ti entra una luce abbagliante dal parabrezza e decidi di fermarti per ammirare la sinuosa morfologia della sierra di Grazalema e uno specchi d’acqua inaspettato.tramonti_elgastor

Il Muelle Uno di Malaga

Dalla nuova zona commerciale della città di Malaga si può vedere uno dei migliori tramonti della città. Altri due consigliabili sono dall’alto di Gibralfaro e dal Baños del Carmen. Dal Muelle Uno è osservabile la ruota panoramica, la Cattedrale e il castello di Gibralfaro illuminati con una tavolozza  di colori come sfondo.tramonti_malaga

Il deserto di Tabernas

Viola. La luce del tramonto qui è viola. Sarà il grigio colore della sabbia di questo spazio naturale che condiziona la percezione, ma la luce solare durante il tramonto qui gioca con la nostra vista. Nel deserto di Tabernas, unico deserto europeo è obbligatorio fermarsi e lasciarsi abbagliare da questi giochi di luce.tramonti_tabernas

Paseo Colón di Siviglia

Ci sono decine e decine di tramonti spettacolari a Siviglia. Il mio consiglio, però, è quello di aspettare l’accensione delle luci del Ponte di Triana e della Calle Betis. L’avveniristico ponte, le palme e un cielo dalle mille sfumature faranno tutto il resto.Tramonti_siviglia

L’Alhambra di Granada

Non poteva mancare  un classico. La fortezza rossa dell’Alhambra di Granada dalla Plaza de San Nicolás. La vista da questo “mirador” è sempre emozionante, ma durante il tramonto normalmente si crea un’atmosfera unica con artisti, flamenco e molto romanticismo.tramonti_granada

Castello di Almodóvar del Río

Questo castello che spunta dalla pianura del Guadalquivir sempre gode di una vista incomparabile. I giochi d’ombra che crea il tramonto sull’omonimo paese e sul Castello di Almodóvar del Río è qualcosa assolutamente da vedere. Dominando la pianura, inoltre, potremo vedere il sole scomparire lentamente.tramonti_almodovar

Le spiagge di Huelva

Da Isla Canela sino a Punta Umbria, i tramonti della spiagge di Huelva sono qualcosa d’inimitabile. Qui il sole si posa lungo la battigia e colora l’intenso Oceano Atlantico. La sabbia che normalmente è dorata diventa prima arancione e poi si oscurisce dando il benvenuto alla notte.tramonti_islantilla

Il parco Despeñaperros

Il Parco di Despeñaperros è un parco naturale quasi dimenticato. Io qui rivendico il suo tramonto. Un momento che non solo si vive con la vista ma anche con l’udito. La ricca fauna di questa zona (soprattutto in autunno con il bramito del cervo), infatti, si farà sentire per rendere ancor più magico il momento.tramonti_despeñaperros

I paesini dell’Alpujarra

Se pensavi che i bianchi paesini dell’Alpujarra fossero meravigliosi, aspetta quando il bianco diventa nero e l’unico che puoi vedere è la silhouette dei tradizionali comignoli grazie agli ultimi raggi del sole che si filtrano tra le montagne.tramonti_alpujarra

Il parco nazionale Doñana

Il tramonto è forse il miglior momento per visitare il parco di Doñana. La fauna esce dal proprio rifugio e si fa ammirare, la luce arancione si rifletta sulla laguna e noi solo possiamo stare in silenzio. Senza dubbio, se si vuole scattare una bella foto dei fenicotteri del parco considerate l’atardecer.Tramonti_doñana

La spiaggia di Valdevaqueros

L’ora del tramonto è anche l’ora che si finisce di lavorare. È per questo che durante questo momento della giornata nella spiaggia di Valdevaqueros (Tarifa) gli amanti di kitesurf si riuniscono per praticare il loro amato sport. Noi dalla distanza ci godiamo i colori del cielo punteggiato dagli aquiloni.Tramonti_Valdevaqueros

Per uteriori informazioni o per consigli personalizzati sui migliori tramonti in Andalusia o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:




andalusia consigliata:

Cosa vedere in Andalusia nel 2016? Le migliori pro... La Feria Internazionale del Turismo di Madrid (FITUR) è una della più importanti a livello mondiale. Quella del 2016 è stata una manifestazione record...
Mery, una wedding planner italiana in Andalusia Wedding planner italiana in Andalusia Nata e cresciuta tra il mare e il sole del Mezzogiorno d’Italia, Mery si trasferisce nel sud della Spagna, dove...
Un’Andalusia da Film! Film hollywoodiani, sp... L'Andalusia è stata, e continua ad essere, una delle scenografie cinematografiche più rilevanti di tutta Europa. Tanti sono i registi che scelgono i p...

Punta Umbria: mare a un’ora da Siviglia

Se cerchi mare vicino a Siviglia, Punta Umbria è una delle spiagge più vicine al capoluogo d’Andalusia. Poco più di una ora separa questa fantastica località della provincia di Huelva da Siviglia. Assieme a Matalascañas e Mazagón, infatti, rappresentano le spiagge di Huelva che più piacciono al pubblico sivigliano.

Punta_umbria_spiaggia_mare
Una delle spiagge di Punta Umbria.

La spiaggia di Punta Umbria

Punta Umbria è una delle località balneari più rinomate della Costa de la Luz. In questo luogo, le fantastiche spiagge e l’Oceano Atlantico offrono stupende condizioni ambientali. Tredici chilometri di sabbia fine che sono preparate per offrire un’esperienza positiva ai tanti turisti che frequentano questo litorale durante la stagione estiva. Non bisogna nasconderlo, durante l’estate Punta Umbria è overbooking. Le spiagge che in inverno si vedono piuttosto selvagge, d’estate sono molto popolate, ma l’ampiezza di queste fa si che l’esperienza sia tranquilla e piacevole. Questo fatto non fa altro che confermare la qualità ambientale di questa zona a pochi chilometri dalla città di Huelva. La spiaggia de El Portil, de La Bota e de Los Enebrales sono tutte protette dalla vegetazione e dalle classiche dune che possono ospitare anche camaleonti.

Punta_umbria_spiaggia
Lezione di paddle surf.

Sport acquatici a Punta Umbria

A Punta Umbria lo spazio disponibile permette che si possano effettuare in tutta sicurezza sport acquatici come surf, kitesurf, paddle surf, kayak e tanti altri. La zona prediletta è la spiaggia de la Canaleta. In questo lembo di terra tra l’Oceano e la foce del fiume Ría de Punta Umbria si ubica il Mosquito club. Questo famoso bar-chiringuito, oltre a offrire musica, amache e zone chill-out, permette al visitatore d’intraprendere tutti gli sport acquatici sopra citati. Se non si è pratici di surf, kitesurf o paddle surf non ci sono problemi, nel Mosquito club ci sono utili lezioni per principianti.

Punta_umbria_spiaggia_mosquito
Zona relax nel Mosquito club.

L’ambiente naturale di Punta Umbria

È da sottolineare come il comune di Punta Umbria sia per l’70% considerato come area protetta. La Laguna de El Portil, il Patrimonio Naturale de Los Enebrales e della Marismas del Odiel costituiscono un’importante fascia di protezione per l’importantissimo Parco Nazionale di Doñana.

Punta_umbria_spiaggia_ria
La Ría de Punta Umbria.

Punta Umbria: località accogliente

Risalendo il corso della Ría de Punta Umbria si potranno osservare le differenti imbarcazioni: quelle dedicate alla pesca e quelle del porto sportivo con motoscafi e yacht. Questa gradevole passeggiata conduce verso il centro dal paese. Un ambiente anch’esso preparato ad accogliere un gran numero di turisti e per questo non mancano di certo negozi e ristoranti nella quale poter godere dell’eccellente gastronomia di Huelva. Un luogo in cui la foce del fiume ha generato condizioni favorevoli per la vita umana come dimostra la Torre Almenara.

Punta_umbria_spiaggia_torre
La torre Almenara.

Dove dormire a Punta Umbria

Punta Umbria offre diversi tipi di strutture turistiche, da lussuosi resort a piccole pensioni. Data l’ottima qualità dei servizi proposti in questa località è consigliabile rimanere a dormire in un delle strutture di Punta Umbria. Di seguito, invece, si propongono gli hotel in offerta disponibili in provincia di Huelva.



Booking.com

Per uteriori informazioni o per consigli personalizzati sul mare di Punta Umbria o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:




andalusia consigliata:

Dai greci all’enoturismo, dalla spiaggia all... El Puerto de Santa María è un paesotto lungo la foce del fiume Guadalete, nei pressi della città di Cadice. Come il proprio capoluogo di provincia ha ...
A cavallo dal Parco Doñana alla spiaggia di Mazagó... Tra le cose da fare assolutamente in Andalusia c'è la passeggiata a cavallo dal Parco Doñana alla spiaggia di Mazagón in provincia di Huelva. Attraver...
Spagna di lusso: un weekend a Marbella Marbella è una località di mare e vita notturna tra le più importanti della Spagna. Le sue spiagge e il meteo favorevole fan sì che sia una delle dest...

Dove dormire in Andalusia: città, zone e tipi di hotel

Per poter visitare Siviglia, Malaga, Cordoba, Granada e Cadice efficientemente sarà importante scegliere al meglio dove dormire in Andalusia. Decidere in quale città alloggiare, in quale zone e per quale struttura propendere sarà fondamentale per risparmiare tempo e denaro.

Dove_dormire_andalusia_rota
Letto matrimoniale in un hotel 4*.

Dove dormire in Andalusia: le città

In città come Siviglia, Malaga, Granada e Cordoba, che per essere visitate necessitano quanto meno due giorni, bisognerà alloggiare almeno una notte, così come se stiamo pensando a una vacanza al mare in Andalusia. Cadice, Jerez, Tarifa, Ronda, Marbella e tutte le altre cittadine della regione possono essere visitate in giornata perciò dipenderà dal nostro tempo a disposizione, dal tipo di visita che vogliamo fare (express o slow) e dai nostri gusti.

Dove_dormire_andalusia_ostello
Un hostal di Siviglia con letti personalizzati.

Una soluzione molto comune è quella di avere una, o varie, città come punto base di partenza dalla quale fare escursioni giornaliere. Siviglia, Malaga, Granada e Tarifa sono punti strategici ideali per girare al meglio le zone circostanti.

Per quanto riguarda le zone delle città, tutto dipenderà dal mezzo con cui ci spostiamo nella regione. Se ci spostiamo con i mezzi pubblici allora dovremo scegliere degli alloggi in centro. Se, invece, avremo a disposizione un veicolo, possiamo pensare di alloggiare in zone più appartate e risparmiare magari un bel gruzzoletto. Nelle grandi città, inoltre, raccomando sempre di prenotare un hotel con parcheggio privato evitando l’inutile stress di cercare un improbabile posto auto che non sia a pagamento.

Dove_dormire_andalusia
Un resort in provincia di Cadice.

Le migliori zone dove dormire nelle città d’Andalusia

Considerando che le città medio-piccole d’Andalusia si possono girare a piedi da cima a fondo senza nessun problema, in questo spazio si sveleranno le migliori zone dove dormire nelle città più grandi. Anche Siviglia, Malaga, Granada e Cordoba sono visitabili a piedi, ma a differenza delle città medio-piccole, qui sarà assolutamente necessario alloggiare nei pressi del centro.

Dove_dormire_andalusia_casa_vacanze
Cortile di una casa vacanze in centro a Siviglia.

Siviglia è raccomandabile dormire nei quartieri centrici del  Casco Antiguo o  Barrio Santa CruzIn queste due zone saremo a un passo da tutti i monumenti più importanti di Siviglia: la Giralda, la Torre del Oro e Plaza de España. Anche il quartiere di Triana è un’ottima zona dove alloggiare. In questo barrio all’altro lato del Guadalquivi si respirerà la vera essenza di Siviglia e per visitare la città bisognerà solo attraversare un ponte. Infine, nominare Nervión zona a 20-30 minuti a piedi dal centro e ben comunicata con la metropolitana. Un quartiere che può farvi risparmiare qualche euro.

Malaga è raccomandabile dormire nei quartieri: Centro città, Malagueta o  Soho. Il Centro città è l’ideale per vivere al meglio Malaga con i propri musei, i bar e la “movida”. La Malagueta rimane a pochi minuti dal centro ed è per questo un’ottima zona dove alloggiare, inoltre avremo la spiaggia a un passo. Anche il Soho si ubica nei dintorni del centro e vicino al porto. Questo è un quartiere alternativo che vi sorprenderà per il proprio spirito dinamico. Per chi, invece, prediligesse il mare però non vuole allontanarsi troppo dal centro di Malaga, allora il Pedregalejo può essere un’ottima soluzione (5-10 minuti in bus dal centro).

Granada è raccomandabile dormire nei quartieri Centro AlbaicínSono le due zone migliori per effettuare una visita efficiente di Granada. Data le scarse connessioni con la città di Granada, tanti turisti arrivano in questa città con un veicolo. I vicoli dell’Albaicín sono percorribili quasi esclusivamente a piedi, meglio non avventurarsi perciò con l’auto. Per quanto riguarda il Centro, come ricordato prima, è meglio prenotare un hotel con parcheggio privato.

Cordoba è raccomandabile dormire nel quartiere del Casco Antiguo o nella fantastica Judería. Dormendo in una delle due zone citate si potrà visitare tutta la città a piedi: Mezquita, Sinagoga, Puente Romano, etc. Unico bene che rimane fuori città e che si dovrà raggiungere in auto o con i mezzi sarà Medina Azahara.

Dove_dormire_andalusia_cordoba
Servizi di un hotel boutique a Cordoba.

Dormire in Andalusia: gli alloggi

Anche in Andalusia troveremo vari tipi di alloggi. Sono presenti soluzioni per tutti i gusti e prezzi. Qui elenco le tipologie di stabilimenti più comuni riscontrabili in Andalusia:

  • Hotel: come in tutto il mondo sono la soluzione più facile e comoda. Ci sono hotel da 1 a 5 stelle e sempre più si stanno diffondendo anche hotel boutique di ottima qualità. È in linea generale la via più semplice per passare qualche giorno in città o sulla costa.
  • Ostelli: in Andalusia chiamati hostal, sono soluzioni più economiche rispetto alle precedenti, anche se molti vantano una qualità comparabile a hotel di 1 e 2 stelle. Negli hostal possiamo anche trovare stanze e bagni condivisi, perciò fate attenzione quando prenotate. Normalmente si trovano nelle grandi città e in maniera minore lungo la costa.
  • Pensioni: in Andalusia chiamate pensión, sono gli alloggi  più economici riscontrabili nelle città d’Andalusia. La qualità è spesso scarsa e consiste in piccole stanze senza nessuna pretesa.
  • Bed & Breakfast: sono veramente pochi i B&B presenti in Andalusia. Sono soluzioni che ancora non hanno preso piede come può essere in altri territori d’Europa.
  • Case vacanze e appartamenti: sono sicuramente la soluzione ideale per soggiorni di molti giorni e le vacanze al mare. Soprattutto lungo la costa, ma sempre più anche in città, sono gli alloggi quantitativamente più numerosi in Andalusia.
  • Resort e villaggi: escludendo qualche eccezione, sono presenti per lo più lungo la costa. Stabilimenti cari ma nella quale non ci si deve preoccupare proprio di nulla.
  • Agriturismi  e case di campagna: come per i B&B, l’agriturismo come lo intende un italiano non è molto diffuso in Andalusia. Sono, invece, molto presenti le casas rurales, ovvero case di campagna nella quale godere dei paesaggi e della natura, senza però gli abituali servizi complementari che offrono gli agriturismi come li conosciamo in Italia.
  • Paradores: rappresentano alloggi esclusivi situati in alcune delle migliori zone con vista delle città e dei paesi d’Andalusia.
Dove_dormire_andalusia_parador
La monumentale esntrata del Parador di Carmona.

IMPORTANTE: Se vi sono servite queste informazioni e il blog è di vostra utilità vorrei farvi sapere che questa pagina si sostiene grazie alle commissioni che entrano dal portale Booking. È per questo motivo che se avete intenzione di prenotare l’alloggio vi pregherei di farlo entrando da uno dei link proposti nel blog o da quello che pongo di seguito, così che la commissione arrivi a “Andalusia, viaggio  italiano” e poter mantener attiva la pagina: Prenota il tuo hotel con Booking.com e sostieni il blog

Per consigli personalizzati su dove dormire in Andalusia o per organizzare una visita non dubitate a scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form: 

 

andalusia consigliata:

Come spostarsi con i treni e gli autobus in Andalu... Le domande che ricevo più frequentemente riguardano sopratutto l'esistenza o meno di mezzi di trasporto pubblici (treni ed autobus) che colleghino le ...
Noleggio auto in Andalusia economico: Siviglia e M... Come noleggiare un'auto low cost in Andalusia, a Malaga o Siviglia, senza carta di credito? Questa è una delle domande più ricorrenti che mi arrivano ...
20 filosofi e poeti tra i più influenti d’An... Dopo il tour musicale andaluso e la recensione delle scenografie andaluse usate nel cinema, mi inoltro in un'altra arte. Un'arte molto sviluppata in q...

Paesi vicino Siviglia: 6 escursioni in giornata

Dopo aver visitato la Giralda, l’Alcazar e tutti i monumenti di Siviglia, è possibile fare un’escursione in giornate nei paesi nei dintorni della capitale d’Andalusia. Tantissimi sono i luoghi assolutamente da visitare vicino a Siviglia, alcune città-monumento e altri graziosi paesini di campagna. In quest’articolo si presenteranno solo sei posti a meno di 100 Km di distanza da Siviglia che devono essere visti per conoscere al meglio l’Andalusia meno turistica.

vicino_siviglia_osuna
Panorama di Osuna.

6 paesi da vedere nei pressi di Siviglia

I luoghi scelti sorprendono il turista italiano per le proprie particolarità. Sono stati esclusi i capoluoghi di provincia come Cadice, Córdoba e Huelva per lasciare posto a paesi meno conosciuti ma altrettanto interessanti. Il viaggio non solo include comuni della provincia di Siviglia, bensì sconfineremo anche nelle province di Huelva e Cadice.

1. Italica: culla romana a 10 minuti da Siviglia

Nel paese di Santiponce a soli 12 chilometri di distanza da Siviglia si trova il Parco Archeologico di Italica. Un luogo storicamente molto importante, dove nacque l’imperatore Traiano e trascorse la proprie gioventù l’imperatore Adriano. In questo parco sono ancora visibili la urbe, l’anfiteatro e molti mosaici. Nello stesso paese è da sottolineare anche la presenza del Monastero di San Isidoro del Campo. Italica è raggiungibile da Siviglia utilizzando i bus M-170A e M-170B dell’azienda Damas.

–> Prenota la visita in italiano di Italica partendo da Siviglia

vicino_siviglia_osuna_italica
L’anfiteatro romano di Italica.

VEDI: Cosa vedere a Italica

CONSIGLIO: Dormire in uno di questi hotel di Santiponce

2. Aracena: il miglior jamón nei dintorni di Siviglia

A soli 90 chilometri da Siviglia possiamo trovare probabilmente il miglior jamón d’Andalusia. Aracena, infatti, non è molto lontano dalla capitale della regione. In questa cittadina della provincia di Huelva, immersa nell’omonima sierra, non solo troveremo prosciutto e una gastronomia incredibile, ma anche monumenti di elevato interesse e una spettacolare grotta: la gruta de las maravillas. Per visitare questo imperdibile paese di Huelva bisognerà prendere un bus della compagnia Damas.

–> Prenota la visita di Aracena e il prosciutto serrano partendo da Siviglia

vicino_siviglia_osuna_aracena
Aracena dall’alto.

VEDI: Cosa vedere ad Aracena

CONSIGLIO: Dormire in uno di questi hotel di Aracena

3. Carmona: città monumento a un passo da Siviglia

Dopo i capoluoghi di provincia, Carmona è la città più monumentale che ho conosciuto in Andalusia. In questo grande paesotto che domina la valle del Guadalquivir troveremo testimonianze di ogni epoca come dimostrano la necropoli romana, le differenti chiese cristiane, l’Alcazar de la Puerta de Sevilla e i vari palazzi nobiliari. Durante il trasferimento da Siviglia a Cordoba, Carmona è la prima città di elevato interesse che incontreremo a soli 34 chilometri. Per raggiungere Carmona con i mezzi bisognerà affidarsi alla linea M-124 dell’azienda Casal.

–> Prenota la visita in italiano di Carmona partendo da Siviglia

vicino_siviglia_carmona
I tetti e campanili di Carmona.

VEDI: Cosa vedere a Carmona

CONSIGLIO: Dormire in uno di questi hotel di Carmona

4. Écija: 11 torri a meno di una ora da Siviglia

Nella stessa direzione di Carmona, ovvero verso Cordoba, ma a 87 chilometri si ubica Écija. Questo paese della campagna sivigliana è conosciuta anche come la “padella d’Andalusia” e la “città con 11 torri“. Il primo detto si deve al caldo asfissiante che fa in questa località d’estate. Il secondo nomignolo, invece, è dovuto al ricco patrimonio culturale presente a Écija. Oltre agli undici campanili di vario stile, a Écija troveremo una miriade di palazzi signorili e un ambiente 100% andaluso. Per raggiungere quest’autentico paese sivigliano dovremo prendere il bus della compagnia Valenzuela.

vicino_siviglia_ecija
Una delle 11 torri di Écija.

VEDI: Cosa vedere a Écija

CONSIGLIO: Dormire in uno di questi hotel di Écija

5. Osuna: monumenti, colori e Got tra Siviglia e Malaga

Gli amanti di Trono di Spade riconosceranno immediatamente la Plaza de Toros di Osuna come una delle scenografie più importanti della serie. Osuna, però, regala altri fantastici scorci come la Collegiata, l’Universidad e l’inimitabile Coto de las Canteras, conosciuto come la Petra d’Andalusia. Una varietà di esperienze che vi faranno innamorare di questo paese che si ubica tra Siviglia e Malaga e appartenente alla prima provincia. Per immergerti in una delle scenografie di Got o semplicemente per rimanere a bocca aperta percorrere gli 87 km che separano Siviglia da Osuna con il bus della compagnia Valenzuela.

vicino_siviglia_osuna_coto
Il Coto de las Canteras di Osuna.

VEDI: Cosa vedere a Osuna

CONSIGLIO: Dormire in uno di questi hotel di Osuna

6. Jerez de la Frontera: non solo vino a pochi km da Siviglia

Jerez de la Frontera è la capitale del vino sherry, del cavallo e della Moto Gp. Una città abbastanza conosciuta anche in Italia, ma che ancora non riceve sufficienti visite da parte dei nostri connazionali. Jerez è una cittadina molto bella, oltre alla spettacolare Cattedrale e all’Alcazar, tanti sono i monumenti visitabili in questa città. Nella capitale del vino e del cavallo è assolutamente imprescindibile fare una visita a una delle numerose cantine per scoprire la storia e la cultura attorno allo sherry (vedi visita alla Cantina La Constancia di Jerez) e programmare un’escursione alla scuola equestre reale. A 90 chilometri da Siviglia, il vino, i monumenti e l’atmosfera di questa città in provincia di Cadice aspettano solo di essere scoperti. È possibile raggiungere facilmente Jerez de la Frontera da Siviglia con il comodo treno di Renfe.

–> Prenota la visita di Jerez partendo da Siviglia

vicino_siviglia_jerez_cadice
La Cattedrale di Jerez de la Frontera.

VEDI: Cosa vedere a Jerez de la Frontera

CONSIGLIO: Dormire in uno di questi hotel di Jerez de la Frontera

Dove dormire vicino a Siviglia

Per vedere queste località è possibile alloggiare negli hotel di Santiponce, Aracena, Carmona, Écija, Osuna e Jerez de la Frontera o è anche possibile visitare queste località in giornata dormendo in uno degli alloggi di Siviglia. Di seguito, infine, propongo le strutture in offerta dentro della provincia di Siviglia.


Booking.com

Per uteriori informazioni o per consigli personalizzati su cosa vedere vicino a Siviglia o per organizzare una visita potete scrivermi ad alberto@andalusiaviaggioitaliano.com o compilate il seguente form:



andalusia consigliata:

La dinamicità culturale di Málaga: da Picasso alla... Per gran parte del pubblico italiano, Málaga è la capitale della Costa del Sol, il punto d'accesso del classico turismo sol y playa. Málaga, però, neg...
Gli hotel con la migliore vista di Siviglia In quest'articolo vi svelo gli hotel con terrazza e miglior vista di Siviglia. Hotel romantici nella quale dormire e poter godere di panorami mozzafia...
San Valentino: consigli per la giornata dell’... San Valentino, ormai, è un evento super commercializzato e molto criticato. Alla fine, però, siamo ultra condizionati dalla società e per questo cerch...