Cosa fare a Natale e a Capodanno in Andalusia: tradizioni ed iniziative

La primavera e l’estate sono sicuramente le stagioni con il maggior flusso turistico in Andalusia. La bella stagione, approfittando del Carnevale di Cadice, della Settimana Santa e delle Ferias, costituisce l’immagine più conosciuta della regione.  Il periodo natalizio in Andalusia, però, anche se non così rinomato offre molte belle tradizioni, suggestive fotografie ed un ricco calendario di eventi e spettacoli.

Andalusia_Malaga_Natale
Le spettacolari luminarie 2015 della calle Larios di Malaga (grazie a Nicola C.)

Natale in Andalusia

Sopratutto nelle grandi città, Siviglia (vedi anche Natale e Capodanno a Siviglia) e Malaga su tutte, il periodo pre-natalizio è davvero suggestivo. Le luci di Natale inondano le vie dello shopping, colorano i monumenti ed i palazzi storici. Gli aranci al bordo delle strade vengono adornati come alberi di natale e le arance, ormai mature, sostituiscono le palline decorative.

Natale_Andalusia
Un arancio in Andalusia adornato per Natale.

Las Setas, la calle Sierpes e la calle Tetuan di Siviglia, la calle Larios di Malaga e la Plaza de las Tendillas di Cordoba con l’avvicinarsi del Natale, soprattutto durante le ore serali, pullulano di gente alla ricerca del regalo perfetto. Tanti sono i mercatini, le mostre o gli intrattenimenti per i bambini. A Siviglia, tra la Cattedrale e l’Archivo de Indias, tutti gli anni si inserisce il tradizionale ed apprezzato mercatino dei presepi (belén).

Mercatini Presepi Siviglia
Uno dei chioschi con i presepi nel mercatino di Siviglia.
Siviglia_Natale_Andalusia
I mercatini dei presepi di di fronte alla Cattedrale di Siviglia.

Non molto lontano, nella Plaza Nueva, sono i mercatini dell’artigianato a diffondere l’atmosfera natalizia. L’Avenida del Gran Capitan di Cordoba, invece,  prende vita con i mercatini natalizi e le iniziative per i bambini che accompagnano le famiglie verso la notte di Natale, o meglio verso Reyes.

Natale Andalusia_siviglia
La Plaza San Francisco di Siviglia preparata per Natale.

Uno spettacolo che ha sempre più successo nelle città d’Andalusia è il mapping, ovvero video 3D riprodotti sulle facciate dei monumenti. Quest’anno il programma prevede a Siviglia  dei giochi visuali a las Setas, sulla facciata del palazzo di San Telmo e nell’Alameda de Hércules, mentre che nella Plaza San Francisco saranno posizionate una pista di ghiaccio e delle giostre. Quest’anno, purtroppo, non è prevista (al momento) la riproposizione del mapping della Plaza de la Corredera di Cordoba.

Cordoba_Mapping_Natale
Il mapping 2014 nella Plaza de la Corredera di Cordoba.
Natale Andalusia_siviglia_setas
Il fantastico mapping 2015 de “las setas” di Siviglia.

Alla vigilia di Natale (nochebuena) è tradizione anche qui, come in Italia, il cenone. Una cena ricca senza però un menu veramente tradizionale che tutte le famiglie rispettino. Certamente però, in tavola non possono mancare: il Jamón, il liquore d’anice (aníz) ed i dolci tipici natalizi. Oltre ai Roscón di anice o vino (tipici anche di Settimana Santa), i dolci più comuni posti sulla tovaglia natalizia andalusa sono los mantecados e los polvorones di Estepa. Entrambi sono biscotti molto aromatici tipicamente natalizi e assolutamente andalusi. Il giorno di Natale, la festa è decisamente più sobria e in molti casi inesistente, anche perché i regali sono ancora nascosti in attesa de los Reyes.

Natale Andalusia_mantecados
Liquore d’anice e scatola di mantecados.

Anche in Andalusia il mito di Babbo Natale sta prendendo piede, ma sopravvive ancora, in maniera senza dubbio maggiore, la tradizione de los Reyes Magos, i re magi. Infatti, qui, sono i tre Magi che portano i doni ai bambini la notte tra il 5 ed il 6 gennaio. Quello che per noi sarebbe il giorno della Befana (in Andalusia non sanno chi sia) è dedicato sopratutto ai bambini. Inizia il 5 gennaio, quando alla sera, in qualunque paese spagnolo, si svolge la sfilata dei Re Magi che dispensano i loro doni (caramelle, dolciumi e qualche giocattolo). Tantissima gente si maschera e partecipa alla carovana molto carnevalesca, così come tanti sono i bambini (e non) che aspettano sul ciglio della strada qualche regalo. Particolarmente apprezzata è la sfilata della città di Almeria.

Il 6 gennaio è quando i doni vengono scambiati in famiglia e si mangia assieme il Roscón de Reyes, una ciambella candita solitamente ripiena di panna. La particolarità di questo dolce tipico della feste natalizie è che dentro il ripieno c’è nascosto un fagiolo ed una moneta (o statuina). La superstizione vuole che a chi capiterà la fetta con il fagiolo dovrà pagare il Roscón, mentra che a chi capiterà la moneta avrà un prospero anno.

Andalusia cosa vedere Natale
Il Roscón de Reyes.

Capodanno in Andalusia

Tra il 25 dicembre ed il 6 gennaio, però, anche in Andalusia c’è particolare fermento durante la notte di Capodanno, chiamata nocheviejaFamosissima è la tradizione spagnola di mangiare 12 acini d’uva seguendo i 12 rintocchi delle campane (campanadas) che scandiscono l’entrata del nuovo anno. Questo comunemente si fa in famiglia per poi uscire a festeggiare, ma sempre più spesso le piazze delle grandi città (Plaza Nueva a Siviglia, Plaza Constitución a Malaga, Plaza de las Tendillas a Cordoba, Plaza del Carmen a Granada e Plaza del Arenal a Jerez) si animano di gente, di vino e di petardi di ogni genere. Tutto ciò sperando che Canal Sur non interrompi il conto alla rovescia con la pubblicità come tra il 2014 ed il 2015.  😀

La "manquita" di Malaga adornata.
La “manquita” di Malaga adornata.
Natale Andalusia_Granada
La Plaza del Carmen di Granada.

Tutto il periodo natalizio è accompagnato dai canti tradizionali (villancicos) che vengono interpretati in casa ed in diversi punti delle città turistiche. Le zambombas di Jerez, invece, sono una delle tradizioni più antiche ed animate delle giornate natalizie in Andalusia. Queste sono feste di quartiere nella quale la popolazione affronta il freddo suonando e cantando villancicos e flamenco.

Dove dormire

Durante il periodo natalizio anche le città d’Andalusia si riempiono di turisti ed è per questo che bisogna riservare con anticipo. Personalmente vi raccomanderei riservare a Siviglia per i tanti eventi che normalmente si organizzano, riservare a Malaga per le fantastiche luminarie o prenotare a Granada per una meta più romantica.



Booking.com

Cosa fare in Andalusia a Natale:

      • Fare shopping nelle adornate vie cittadine
      • Apprezzare i presepi sivigliani e l’artigianato nei mercatini andalusi
      • Osservare un mapping a Siviglia o a Cordoba
      • Provare los mantecados, los polvorones e los roscones
      • Ricevere i doni dai Re Magi in una delle tante sfilate d’Andalusia
      • Mangiare i 12 acini d’uva in buona compagnia
      • Cantare villancicos in una zambomba di Jerez



andalusia consigliata:

I cortili di Córdoba: molto più che una festa di f... La festa dei cortili di Córdoba (Fiesta de los Patios de Córdoba)  è un evento riconosciuto dall'Unesco come Patrimonio Immateriale dell'Umanità. ...
El Rocio: un rito polemico in un paesaggio splendi... El Rocio è una piccola frazione di Almonte, una località nella provincia di Huelva. Per quasi tutto l'anno è un tranquillo borgo di 1.635 abitanti imm...
Natale e capodanno a Siviglia: cosa fare Le temperature durante il mese di dicembre, compresi Natale e Capodanno, a Siviglia sono clementi. È per questo che la destinazione spagnola ben si pr...
Cosa fare a Natale e a Capodanno in Andalusia: tradizioni ed iniziative ultima modifica: 2015-12-10T11:38:34+00:00 da andalusia viaggio italiano

Rispondi